Featured home HI-FI Prove What Hi Fi

Cambridge Audio AXA35: l’ampli integrato virtuoso e poco costoso

axa35

Manca il Bluetooth e non è ideale per un abbinamento con diffusori di un certo calibro, ma per il resto il Cambridge Audio AXA35 è un integrato di tutto rispetto.

Siamo sorpresi che Cambridge Audio sia riuscita a trovare il tempo per costruire l’amplificatore stereo AXA35. Dopotutto, sono stati 12 mesi intensi per il produttore hi-fi britannico; prima abbiamo visto il lancio della gamma di componenti separati Edge di fascia alta, con il fantastico preamplificatore streamer Edge NQ, e poi il giradischi Alva TT (il primo sul mercato con connettività Bluetooth aptX HD).

Più recentemente Cambridge Audio ha poi sorpreso un po’ tutti con il il suo primo paio di auricolari true wireless (i Melomania 1), ma nonostante ciò ha comunque trovato il tempo per lanciare una nuova gamma entry-level come la serie AX, composta da due lettori CD, due amplificatori stereo e due ricevitori di rete, tutti sotto i 500 euro. Tra questi spicca l’integrato Cambridge Audio AXA35, disponibile in Italia a 359 euro e oggetto di questa recensione.

Costruzione

Il Cambridge Audio AXA35 è un amplificatore stereo da 35 W per canale. Fuori dalla scatola appare sobrio e abbastanza elegante per un amplificatore entry-level. La finitura grigio scuro che Cambridge Audio ha adottato per molti dei suoi ultimi prodotti è decisamente raffinata e contribuisce a far sembrare questo integrato più costoso di quanto in realtà non sia.

Cambridge Audio AXA35: l’ampli integrato virtuoso e poco costoso

Con poco più di 8 cm di altezza, siamo di fronte a un componente hi-fi piuttosto snello. Ciò, combinato con un pannello frontale minimalista, fa sì che un amplificatore rivale come il Marantz PM6006 UK Edition abbia un aspetto quasi disordinato a confronto. Se lo osserviamo frontalmente, sembra che l’AXA35 stia fluttuando. È un’effettiva illusione creata da una sottile zeppa di plastica che corre sotto il bordo anteriore e che solleva il telaio, con un conseguente effetto scenico davvero azzeccato. Il display a matrice di punti nel mezzo dell’amplificatore è luminoso e facile da leggere frontalmente, ma non si ottiene sempre una visione chiara se si sta guardando da una posizione non frontale.

Caratteristiche

Sotto il display troviamo una fila di quattro pulsanti, ognuno corrispondente all’ingresso analogico sul retro (niente ingressi digitali questa volta). Una manopola del volume e un pulsante del menu sono sulla destra, mentre un’uscita per cuffie da 6,35 mm e un ingresso ausiliario da 3,5 mm circondano il ricevitore a infrarossi dell’amplificatore sulla sinistra. Ci sono anche controlli di bilanciamento e tono, ma questi sono nascosti nel sistema di menu dell’amplificatore. Stranamente, sia i bassi che gli acuti possono essere regolati solo a intervalli di due, anche se dubitiamo che avrete molti motivi per usarli.

Se per caso avete in casa un giradischi entry-level, potete approfittare dello stadio phono MM incorporato dell’amplificatore. Non c’è invece connettività Bluetooth e manca anche un ingresso USB; se l’assenza di quest’ultimo è comprensibile visto il prezzo di listino, la mancanza del Bluetooth è invece un po’ deludente. Il telecomando fornito da Cambridge Audio sembra quello di un vecchio lettore DVD con solo alcuni pulsanti in meno. È un po’ disordinato nel layout e potete persino sentire attraverso la superficie superiore dove siano i fori per i pulsanti mancanti. È perfettamente funzionante, anche se la sua capacità di comunicare con l’amplificatore sembra soffrire un po’ del fuori asse, non funzionando benissimo quindi se lo si punta da una certa angolazione.

Cambridge Audio AXA35: l’ampli integrato virtuoso e poco costoso

Qualità audio

La prima cosa che colpisce del Cambridge Audio AXA35 è la sua sicurezza. Non c’è oscillazione sul posizionamento delle note, nessuna sfocatura delle linee. Che si tratti di ritagliare una linea di basso, di restituire la nettezza di un colpo di rullante o di posizionare una voce all’interno dell’immagine stereo, l’AXA35 offre tutti questi elementi in modo preciso e sicuro. C’è un vero senso di peso e pienezza sulle note di basso in Like A Dog Chasing Cars dalla colonna sonora de Il cavaliere oscuro. Quelle note basse sono difficili da padroneggiare nel migliore dei casi, ma il Cambridge Audio fa un lavoro encomiabile nel controllarle a dovere.

Le capacità dinamiche di AXA35 si fanno notare quando si tratta di trasmettere la drammaticità della traccia. Il moto dinamico di ogni ondata di tamburi alimenta il brano come una potente spaccatura. È un suono vivace, ma non aggressivo. Non c’è asprezza o eccessiva chiarezza, né il suono dell’amplificatore è colorato o alterato in alcun modo.

In Fallin’ di Alicia Keys c’è un impressionante senso di trasparenza in gioco. La sua voce suona precisa e strettamente focalizzata (l’ampli non ha problemi a comunicare la gamma media di una traccia) così come il piano, le percussioni e la linea di basso. Tutti gli elementi suonano in modo brillante e, al tempo stesso, strettamente uniti. Sperimentiamo sia con lo stadio phono dell’amplificatore, sia con l’uscita cuffie e siamo lieti di annunciare che il suono rimane sempre su elevati livelli d’insieme anche in questi due tipi di ascolto.

Cambridge Audio AXA35: l’ampli integrato virtuoso e poco costoso

Una cosa da tenere a mente è che l’AXA35 non lascia molto spazio di manovra in termini di diffusori. Non esiteremmo a usarlo con un paio di diffusori da stand o da pavimento da 500 euro, ma con qualcosa di più costoso inizierete ad avvertire la leggera mancanza di presa sui bassi quando l’amplificatore viene spinto ad alti volumi. Durante i test abbiamo trovato i Dali Oberon 1 dei compagni ideali per questo Cambridge Audio, con il risultato di una partnership vivace e capace di fornire un grande intrattenimento.

Verdetto

C’è una certa carenza di elettronica hi-fi di alta qualità nella fascia economica del mercato e quindi è soddisfacente vedere Cambridge Audio produrre un amplificatore con la musicalità e il fascino a tutto tondo di questo AXA35. Il Marantz PM6006 UK Edition offre maggiore sottigliezza e raffinatezza e può anche essere abbinato a diffusori più costosi. Forse non è sorprendente considerando che oggi è un po’ più costoso e che, alla sua uscita, lo era ancora di più.

Detto questo, l’AXA35 mantiene una maggior brillantezza e ha un bilanciamento tonale più neutro, facendo più che abbastanza per giustificare una valutazione a cinque stelle a questo prezzo. Se poi questo è solo un accenno a ciò che il resto della nuova gamma AX di Cambridge Audio ha da offrire, aspettiamoci grandi cose anche dai lettori CD e da quelli di rete.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Cambridge Audio AXA35: l’ampli integrato virtuoso e poco costoso e Cambridge Audio AXA35: l’ampli integrato virtuoso e poco costoso dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
5

Sommario

Manca il Bluetooth e non è ideale per un abbinamento con diffusori di un certo calibro, ma per il resto il Cambridge Audio AXA35 è un integrato di tutto rispetto.

Pro
Sound preciso e d’impatto
Gamma media espressiva
Esteticamente curato nonostante il prezzo budget

Contro
Manca il Bluetooth
Il telecomando fatica un po’ se puntato fuori asse

Scheda tecnica
Potenza: 2 x 35W su 8 Ohm
Risposta in frequenza: 50Hz-50kHz
Ingressi: 4xRCA, aux
Stadio phono: MM
Preamp out: no
Uscita cuffie: si
Dimensioni: 8.3 x 43 x 33.5cm
Peso: 5,6 Kg
Prezzo: 359 euro
Sito del produttore: www.cambridgeaudio.com


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest