AF Gaming AF Gaming slider Console Featured home News

Project Scarlett avrà un lettore di supporti fisici… meno male

project scarlett

Matt Booty di Microsoft Game Studios ha confermato che Project Scarlett (erede di Xbox One X) avrà a bordo un lettore di supporti fisici.

All’evento di Microsoft nella cornice dell’E3 2019 la cosa non è stata messa in risalto e nemmeno accennata, ma Project Scarlett, nome in codice per identificare la prossima Xbox, avrà un lettore ottico a bordo. Una notizia, confermata a Eurogamer da Matt Booty (a capo di Microsoft Game Studios), forse poco rivelante, ma che in realtà non era del tutto scontata. Primo perché proprio Microsoft ha portato sul mercato a maggio la Xbox One S All-Digital Edition priva di un lettore ottico, di cui però si è sentito parlare pochissimo nelle ultime settimane (che sia già un flop?).

Secondo perché, con Microsoft così orientata al cloud gaming con Project xCloud (per non parlare di Sony e Google), immaginarsi una console di prossima generazione che vedremo nel 2020 con ancora un lettore ottico a bordo non era sicuro al 100%. Microsoft non ha specificato di che lettore si tratterà, ma è pressoché scontato che sarà un player Ultra HD Blu-ray come quello a bordo di Xbox One S e Xbox One X.

Project Scarlett avrà un lettore di supporti fisici… meno male

Contando poi che anche PlayStation 5 (o come si chiamerà l’erede di PlayStation 4) integrerà un lettore per supporti fisici (e anche in questo caso sarà sicuramente un player UHD), nei prossimi anni potrebbe emergere una situazione un po’ paradossale per la quale sarebbero queste due console a tenere alta la bandiera dei supporti fisici per l’intrattenimento domestico.

D’altronde, con Samsung e Oppo ora fuori dai giochi, non è affatto scontato che altri produttori come Sony e Panasonic continueranno a sfornare nuovi lettori UHD da qui al 2024-2025, mentre le console di Sony e Microsoft, per le quali si può prevedere un ciclo vitale di almeno 4-5 anni, potrebbero diventare i player UHD più diffusi sul mercato e permettere a un supporto non proprio di massa come l’Ultra HD Blu-ray di continuare a vivere per la gioia di noi appassionati.

Project Scarlett avrà un lettore di supporti fisici… meno male

Anche perché, con notizie come quella della probabile chiusura del centro di produzione inglese di Sony DADC e con piattaforme di streaming sempre più numerose e agguerrite, il pericolo di una quasi totale scomparsa dei supporti fisici è tutt’altro che evanescente.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest