Audio portatile Featured home Notizie What Hi Fi

Volete rendere portatili i vostri smart speaker fissi? Ecco come fare

smart speaker

Dal produttore britannico i-box arrivano cinque batterie per rendere portatili smart speaker come Echo, Echo Dot e Google Home Mini.

Forse non ci avevate mai pensato o forte volevate farlo ma non sapevate come. In ogni caso sono disponibili da un po’ di tempo anche in Italia diverse batterie per rendere portatili speaker smart come Amazon Echo Dot (terza generazione), Echo (seconda generazione), Echo Spot e Google Home Mini. Tutti speaker che per funzionare necessitano di una presa di corrente e che quindi, almeno di non usare scomode prolunghe, difficilmente si possono portare in giardino, sul terrazzo o in una parte della casa in cui non c’è una presa a portata di mano.

Volete rendere portatili i vostri smart speaker fissi? Ecco come fare

A nostro avviso le soluzioni più interessanti sono quelle del produttore britannico i-box, che assicurano prestazioni di tutto rispetto per chi vuole rendere il suo (o i suoi) smart speaker portatile. Si inizia da i-box Run, che fornisce circa 12 ore di autonomia all’Echo Dot di terza generazione, mentre la versione Release arriva fino a otto ore, ma in più integra uno speaker stereo da 12W, un radiatore passivo e un ingresso audio per jack da 3,5mm in modo da migliorare le prestazioni audio del Dot (che non sono certo brillantissime).

Se invece volete rendere portatile il vostro Echo di seconda generazione, Volete rendere portatili i vostri smart speaker fissi? Ecco come farei-box The Surge permette di utilizzarlo senza una presa elettrica per circa 8 ore, Volete rendere portatili i vostri smart speaker fissi? Ecco come farementre l’i-box Vault assicura la stessa autonomia per l’Echo Spot e in più aggiunge uno speaker e un radiatore passivo per migliorare la qualità audio. Infine troviamo l’i-box Move, variante del Run per il Google Home Mini disponibili a breve che assicura 12 ore di autonomia.

Volete rendere portatili i vostri smart speaker fissi? Ecco come fare

Tutte queste batterie possono ricaricare a loro volta anche uno smartphone o un tablet grazie all’ingresso USB e si tratta quindi di una soluzione doppiamente utile. Da notare comunque che i-box non è l’unico produttore a proporre batterie per gli smart speaker (citiamo anche brand come Majority, Smatree, Ninety7 e Accevo), ma a nostro parere queste del produttore britannico sono le più interessanti anche come rapporto qualità-prezzo.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest