CARRIE KOCH MEDIA
Featured home Notizie TV

Sony e microLED: mostrato a Las Vegas un display da 440’’

microled

La tecnologia microLED continua a prendere piede tra i grandi produttori e dopo Samsung tocca ora a Sony con il suo gigantesco Crystal LED 8K da 440’’.

Come già sapevamo, non c’è solo Samsung impegnata nello sviluppo della tecnologia microLED, destinata per molti (ma chissà con quali tempistiche) a soppiantare quella OLED. Anche Sony infatti, che utilizza il termine Crystal LED, sta lavorando su questa tecnologia dal 2012 e nel 2016 si era vista la prima installazione CLEDIS (Crystal LED Integrated Structure).

All’evento NAB 2018 di Las Vegas terminato pochi giorni fa il produttore nipponico ha invece mostrato un display CLED in formato 16:9 da ben 440’’, con una base di quasi 10 metri e un’altezza di circa 5,5 metri e una risoluzione di 8K (orizzontale) x 4K (verticale).

Come sempre quando si parla di microLED, anche in questo caso siamo di fronte a una tecnologia self-emitting priva di retroilluminazione, con un nero pressoché perfetto (i LED infatti si spengono). Il display mostrato a Las Vegas vanta un contrasto di 1.000.000:1, un pannello a 10-bit, refresh a 120Hz, un angolo di visione di 180°, una durata di quasi 88.000 ore con luminosità media e una copertura dello spazio colore sRGB pari al 140%.

microled

Non manca poi il supporto all’HDR e la luminosità tocca picchi di 1000 cd/m2. Parliamo inoltre di un display modulare (come il The Wall di Samsung) composto da tanti moduli (in questo caso ZRD-1 e ZRD-2) in grado di creare display anche di dimensioni notevoli (come questo di Sony) senza visibili segni di discontinuità tra un modulo e l’altro. Il Crystal LED 8K tornerà a mostrarsi a un altro imminente evento a Las Vegas (il CinemaCon) ed è chiaramente indirizzato al settore professionale come a quello cinematografico sulla scia del Cinema LED di Samsung.

Al momento infatti le dimensioni (comunque personalizzabili vista la natura modulare) e i prezzi sarebbero tali da rendere impossibile una produzione per il mercato consumer di questi display. Chi era presente al NAB 2018 ha parlato di un impatto visivo strepitoso, ma ha anche sottolineato alcuni difetti di judder dovuti probabilmente al materiale video mostrato (a 24 e 30 fps) che, soprattutto a distanza ravvicinata, risultavano piuttosto fastidiosi.

Fatto sta che la tecnologia microLED è sempre più chiacchierata tra i progetti di Samsung e Sony ma anche di LG e Apple, sebbene ora come ora sia davvero troppo presto per immaginarsi display o TV microLED per un mercato di massa.

Social

Pin It on Pinterest