Featured home Notizie Tecnologie

Addio proiettori: Samsung lancia in Europa l’era del Cinema LED

cinema led

Inaugurata a Zurigo la prima sala cinematografica al mondo con schermo Cinema LED 3D e senza proiettore. E anche per il cinema si apre una nuova era.

Il classico schermo cinematografico e le tecnologie di proiezione tradizionali (anche quelle più recenti e avanzate) sono ormai solo un ricordo. Lo schermo Samsung Cinema LED con tecnologia microLED e certificato DCI per lo spazio colore P3 è dotato di 24,6 milioni di LED, riesce a illuminare un’area molto ampia e misura 10,2 metri in larghezza e 5,4 metri in altezza.

È questo lo schermo, finora installato solo come prototipo a Seul in prossimità della sede centrale di Samsung, inaugurato in Svizzera nella Sala 5 dell’Arena Cinema di Zurigo all’interno del complesso commerciale di Sihlcity. Non è solo la prima sala Cinema LED in Europa, ma anche la prima al mondo ad avere anche la possibilità del Cinema LED 3D.

L’eliminazione del fascio di luce del proiettore e l’elevata luminosità degli schermi Samsung Cinema LED aprono tra l’altro nuove possibilità per riorganizzare gli spazi interni della sala. Non a casa nella Sala 5 sono stati ripensati tutti gli arredi ed è stato implementato un concetto innovativo per le poltrone, che stando ai responsabili dell’Arena Cinema permetterà di offrire al pubblico un’esperienza cinematografica senza precedenti.

L’ampio schermo Cinema LED è composto da 96 moduli singoli, che all’occorrenza possono essere sostituiti individualmente. L’impressione di una parete nera solida è ottenuta grazie all’installazione senza soluzione di continuità e a una calibrazione estremamente precisa, con il risultato che la sala risulta completamente buia e priva di riflessi.

Lo schermo ha una risoluzione 4K cinematografico pari a 4096×2160 pixel (contro i 3840×2160 pixel del 4K “casalingo”), che consente la visualizzazione senza le fastidiose strisce grigie tipiche anche di contenuti in formato Scope, mentre l’assenza del fascio del proiettore garantisce il buio assoluto e l’immagine risulta sempre nitida e perfettamente allineata in tutte le aree.

La luminosità dlelo schermo è inoltre superiore di 10 volte rispetto a quella dei proiettori tradizionali e grazie alla tecnologia LED è possibile ottenere un’intensità luminosa fino a 146 fL (foot-lambert) o 500 nit, con consumi energetici medi inferiori rispetto ai normali proiettori. I contenuti realizzati in formato HDR possono essere riprodotti senza problema grazie alla gamma a contrasto elevato e anche i film in 3D traggono vantaggio da questa tecnologia, sfruttando il refresh-rate (120 Hz) degli occhialini attivi, l’assenza del fastidioso effetto cross-talk e la luminosità molto elevata dello schermo.

Se poi 10 metri di base vi sembrano pochi (e in effetti per sale molto grandi lo sono), Samsung sta già pensando a installare schermi Cinema LED da 14 metri di base sempre con risoluzione 4K cinematografica, ma sono allo studio anche schermi 2K per gli esercenti che non sono disposti a investimenti troppo alti e schermi Cinema LED 8K, che servirebbero per aumentare la densità dei pixel più che per contenuti in 8K nativo che al momento sono pressoché inesistenti.

Social

Pin It on Pinterest