Featured home Home cinema Notizie

HDR10+: gli Ultra HD Blu-ray sono sempre più vicini

hdr10+

Già la prossima settimana potremo conoscere tutto (o quasi) sui futuri Ultra HD Blu-ray con HDR10+ grazie alla collaborazione tra Samsung Research, Deluxe, ATEME e Scenarist.

Samsung Research, in collaborazione con altre tre società, si appresta a portare il “suo” HDR10+ sugli Ultra HD Blu-ray, i cui contenuti video sono stati finora limitati all’HDR10 e, in piccolissima parte, anche al Dolby Vision. Lavorando con Deluxe, ATEME (che fornisce infrastrutture per servizi video) e Scenarist (che sviluppa sistemi di authoring per l’elettronica di consumo), Samsung presenterà questa novità la prossima settimana alla convention NAB di Las Vegas.

Il formato HDR10+ si caratterizza, come il rivale Dolby Vision, per l’utilizzo di metadati dinamici al posto di quelli statici tipici dell’HDR10 ed è stato annunciato la scorsa estate. Nel gennaio di quest’anno le tre compagnie che hanno dato vita al nuovo formato (Samsung, Panasonic e 20th Century Fox) hanno ottenuto il sostegno di una major importante come Warner Bros Home Entertainment.

Il formato, accessibile per ora solo da alcuni TV Samsung, è già disponibile su pochi contenuti di Amazon Prime Video tramite la rispettiva app per TV, ma con questa notizia il suo arrivo su supporto fisico sembra imminente. L’ecosistema di produzione completo, che ha coinvolto ATEME per l’aggiornamento della piattaforma di codifica Titan 4K UHD per supportare l’inserimento dei metadati HDR10+ e Scenarist per il sistema di authoring UHD, significa che gli Ultra HD Blu-ray con HDR10+ possono essere realizzati “rapidamente e facilmente”.

HDR10+: gli Ultra HD Blu-ray sono sempre più vicini

Sebbene alcuni televisori di Samsung, Panasonic e Philips delle gamme 2018 supportino questo formato di metadati dinamico, così come i lettori Samsung M9500, M8500 e M7500 e i Panasonic DP-UB820 e DP-UB9000 tramite aggiornamento firmware più o meno imminente, gli Ultra HD Blu-ray con HDR10+ saranno compatibili con tutti i TV 4K-HDR e i lettori Ultra HD Blu-ray e, nel caso questi non supportino il nuovo formato, si limiteranno all’HDR10.

La prima ondata di dischi è prevista entro la fine dell’anno e, a tal proposito, Jim Wuthrich, presidente della strategia globale di Warner Bros Home Entertainment, ha dichiarato: “Con i metadati dinamici dell’HDR10+ possiamo portare più accuratamente il nostro catalogo di titoli 4K HDR nelle case degli appassionati attraverso una vasta gamma di televisori e lettori compatibili”.

Che dite? C’era bisogno di un terzo formato HDR su supporto fisico o bastavano (e avanzavano) HDR10 e Dolby Vision?


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest