Featured home HI-FI Prove Speciale CES 2019 What Hi Fi

CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti

giradischi

Il CES 2019 non è stata solo la fiera dei TV e dei gadget tech. Anche i giradischi hanno avuto il loro spazio e abbiamo scelto i sette più interessanti.

Collettivamente i giradischi attesi nei prossimi mesi sono riusciti a ritagliarsi un ruolo abbastanza importante nei giorni del CES 2019, sebbene continuino ad avere ben poca eco (per non dire nessuna) sulla stampa generalista. Eppure, le novità per il 2019 sono parecchie e abbiamo così deciso di raccogliere in questo recap i sette modelli che più ci hanno impressionati a Las Vegas.

Brand molto amati quando si parla di hi-fi casalingo come Technics, Audio Technica e Cambridge Audio sono arrivati al CES 2019 armati di nuovi e attesi giradischi, attirando l’attenzione con design eleganti, materiali come legno e alluminio, connettività wireless e altre delizie per gli amanti dei vinili, ma anche Sony e Crosley si sono fatti notare con due prodotti di sicuro interesse.

Cambridge Audio Alva TT

CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti

L’Alva TT di Cambridge (circa 1700 euro con uscita sul mercato ad aprile) non è affatto il primo giradischi a offrire il Bluetooth per lo streaming a cuffie o speaker wireless (è qualcosa di molto comunque in questi giorni), ma è il primo in assoluto a supportare il codec Bluetooth aptX HD, che consente lo streaming fino a 24-bit/48kHz in modalità wireless su dispositivi compatibili.

Progettato e costruito internamente e dotato di un’estetica solida e ricercata in alluminio che ben si abbina ai componenti hi-fi Edge del brand britannico, il Cambridge Audio Alva TT è caratterizzato da un design a trasmissione diretta facile da impostare ed è completato da un phono stage incorporato, da un braccio composto da un unico pezzo e da una testina MC progettata appositamente da Cambridge Audio.

Sony PS-LX310BT

CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti

Anche il nuovissimo PS-LX310BT di Sony supporta lo streaming Bluetooth, ma aspettiamoci risultati ben più modesti rispetto a quelli promessi dall’Audio Alva TT, non fosse altro perché il Sony costerà attorno ai 300 euro. Naturalmente è disponibile anche il collegamento cablato e uno stadio phono incorporato consente ai proprietari di questo giradischi di collegarlo direttamente a un amplificatore o a una coppia di diffusori attivi.

Sony ci ha impressionato ultimamente con la sua offerta di giradischi a prezzo budget e quindi nutriamo grandi speranze che questa nuova aggiunta alla gamma non abbia nulla da invidiare ai modelli già presenti sul mercato.

Technics SL-1200/SL-1210 MK7

CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti

A parte le due diverse sigle (la prima è per i modelli distribuiti negli Stati Uniti e in Giappone, l’altra per quelli nel Regno Unito e nei Paesi dell’Unione Europea), non c’è davvero nulla di confuso nell’imminente giradischi di Technics. L’SL-1210 MK7, il primo giradischi per DJ del produttore nipponico dopo ben nove anni, ha un design e un’ingegneria tecnica all’avanguardia. Lo vedremo sul mercato in estate a oltre 1000 euro, cifra che lo renderà notevolmente più accessibile rispetto ai giradischi che Technics ha realizzato negli ultimi anni.

Audio Technica AT-LP120XUSB

CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti

Sarebbe ingiusto chiamare questo Audio Technica una scopiazzatura del look del modello di Technics, ma resta il fatto che le somiglianze ci sono tutte. La buona notizia è sicuramente quella del prezzo, visto che chi non potrà permettersi il Technics può puntare a questo giradischi da DJ spendendo meno di 400 euro e portandosi a casa un prodotto che fa segnare un discreto passo avanti rispetto al già ottimo predecessore (l’affermato AT-120USB). Oltre alle funzioni DJ (LED a stilo e riproduzione inversa), come suggerisce il nome troviamo anche un’uscita USB per la registrazione da vinile a file audio collegando un PC.

Audio Technica AT-LPW40TN

CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti

Gli appassionati di vinili le cui ambizioni “tattili” su un giradischi vanno oltre il semplice appoggiare un vinile e l’abbassare il braccio sul disco potrebbero essere interessati a un altro dei nuovissimi modelli del produttore giapponese tra i ben sette annunciati e svelati al CES 2019. L’AT-LPW40TN (circa 400 euro) è a nostro avviso il più desiderabile del lotto, grazie soprattutto a un bellissimo design in legno di noce scuro, al phono stage incorporato, al braccio in fibra di carbonio e alla testina MM VM95C progettata e realizzata da Audio Technica.

Technics SL-1500C

CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti

L’SL-1210 MK7 avrà pur fatto incetta di titoli sui siti specializzati per il suo design da DJ e per il suo prezzo audace, ma i fan di Technics interessati a un giradischi più tradizionale potrebbero essere più attratti da un altro modello classico aggiornato, ovvero l’SL-1500C. Troviamo un motore di azionamento diretto a rotore singolo, un braccio a forma di S e una struttura a due strati che combina gomma smorzata e alluminio.

Uno stage phono integrato e una testina Ortofon 2M Red completano la scheda tecnica e mentre il prezzo deve ancora essere confermato, Technics ha annunciato che questo nuovo modello sarà più conveniente rispetto ai giradischi portati sul mercato negli ultimi anni.

Crosley RSD

CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti

Negli anni passati Crosley, brand famoso per il suo giradischi entry-level in stile valigia, ha celebrato il Record Store Day con il lancio di uno speciale giradischi. Per l’evento annuale di aprile abbiamo avuto modelli in stile Disney e Star Wars rispettivamente nel 2017 e 2018. Per il 2019 invece l’ispirazione non ufficiale sembra essere stata quella dei Rubacchiotti.

Crosley ha infatti annunciato un mini giradischi da 3 pollici (circa 8 cm di diametro) che può essere alimentato con batterie o tramite USB. Sembra quasi una versione miniaturizzata dei modelli da DJ citati qui sopra e offre uno slider per il controllo del pitch, una testina Audio-Technica, uscita cuffie e speaker integrato. Riproduce solo i cosiddetti “8-ban disc” (vinili che contengono un massimo di 4 minuti di musica a facciata) ed è inutile dire che, a esclusione di qualche romantico collezionista, l’utilità di un simile giradischi è quanto meno dubbio. Se non altro costa solo 70 dollari.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti e CES 2019: i sette giradischi che più ci hanno colpiti dal team editoriale con sede nel Regno Unito.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest