JBL LINK AUDIOCONNESSO
Featured home Notizie TV

Samsung investe sul deep learning per l’upscaling in 8K

Samsung investe sul deep learning per l’upscaling in 8K

Samsung sarebbe pronta a potenziare il sistema di upscaling integrato nei suoi prossimi TV QLED 8K ricorrendo al deep learning

Nonostante vendite ancora di nicchia (per usare un eufemismo) e mancanza quasi totale di contenuti, Samsung crede molto nell’8K e, stando alla testata coreana Pulse, sarebbe pronta a potenziare il sistema di upscaling integrato nei suoi TV QLED 8K. Parliamo di un rinnovamento hardware che interesserà quindi i prossimi modelli attesi sul mercato il prossimo anno, che dovremmo vedere in anteprima al CES 2020 di gennaio.

I TV 8K Samsung più recenti sono quelli della gamma Q950R, per i quali il colosso coreano ha studiato un sistema di upscaling in 8K basato, oltre che su un apposito processore, anche sull’intelligenza artificiale sotto forma di machine learning, in modo che il sistema “impari” con il tempo come perfezionare l’aumento della risoluzione partendo da materiali in HD, Full HD e 4K. Da notare che eseguire un upscaling in 8K è un processo molto pesante in termini di risorse, visto che si parla di una risoluzione 4 volte superiore al 4K e ben 16 volte superiore al Full HD.

Samsung investe sul deep learning per l’upscaling in 8K
Gli ingegneri di Samsung Ahn Tae-gyoung e Park Seung-ho

La principale differenza tra i modelli attualmente sul mercato e questi nuovi TV attesi nel 2020, oltre a un nuovo chip, sarà il passaggio dal machine learning al deep learning, ovvero un utilizzo ancora più profondo e complesso dell’intelligenza artificiale che vediamo per la prima volta associato a un televisore e che dovrebbe appunto portare a miglioramenti nella qualità video quando si riproduce su un TV 8K un contenuto video con una risoluzione più bassa rispetto a quella nativa.

Ahn Tae-gyoung e Park Seung-ho, due ingegneri di Samsung Electronics Visual Display, hanno inoltre fatto riferimento al deep learning anche per i prossimi display MicroLED di Samsung, anche se in questo caso la situazione non sembra così certa come per i TV QLED 8K dell’azienda. Pulse ricorda infine che dal 2016 a oggi Samsung ha investito quasi 80 milioni di dollari in ricerca e sviluppo proprio per l’utilizzo dell’intelligenza artificiale applicata all’upscaling.

Samsung investe sul deep learning per l’upscaling in 8K

Dopotutto, ben conscia che per molto tempo ancora la quantità di contenuti video in 8K nativo sarà pressoché nulla o comunque scarsissima (almeno che non viviate in Giappone), Samsung si trova quasi “costretta” a investire nell’upscaling e a puntare molto su questo processo anche in sede di marketing per convincere ad acquistare i suoi TV 8K.

Attualmente i modelli della gamma Q950 R sono disponibili online a partire da circa 2200 euro (55’’), 3200 euro (65’’), 4900 euro (75’’), 7800 euro (82’’) e 52000 euro (il colossale QLED da 98’’).


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest