Featured home Notizie TV

Anche Hisense passa all’OLED e “tradisce” Samsung e TCL

hisense

Sebbene sia stata tra i fondatori della QLED Alliance insieme a Samsung e TCL, Hisense porterà sul mercato il suo primo TV OLED già nella prima parte dell’anno.

Periodo di grande fermento per il produttore cinese Hisense, sempre più apprezzato anche alle nostre latitudini per i suoi TV dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Prima, a settembre nel corso di IFA 2017, la presentazione di un TV ULED 8K e poi, a novembre, l’acquisizione della divisione TV Toshiba per quasi 100 milioni di euro.

Abbiamo poi visto nei giorni scorsi la line-up di nuovi TV ULED 4K-HDR presentata al CES 2018 tra cui il monumentale 75” pollici, 120Hz, 4K UHD H10E, con 1,056 zone dimmerabili all’interno del backlight array, tecnologia Quantum Dots e Dolby Vision. Oggi torniamo a parlare di Hisense perché, nonostante dallo scorso aprile sia tra i fondatori della QLED Alliance assieme a Samsung e TCL, il produttore cinese porterà sul mercato britannico e australiano il suo primo TV OLED 4K-HDR già nella prima metà dell’anno.

Anche Hisense passa all’OLED e “tradisce” Samsung e TCL

Una novità che se da un lato non ci fa molto piacere (per ora non si parla infatti di una distribuzione italiana), dall’altro fa ben sperare in un prezzo aggressivo quando (e se) Hisense porterà anche dalle nostre parti questo suo primo OLED. Al momento non ci sono ulteriori dettagli se non l’immagine che vedete qui sopra, ma con questa nuova discesa in campo Samsung e TCL rimangono di fatto gli unici due grandi produttori di TV a non aver ceduto ancora al “lato oscuro” dell’OLED.

Ricordiamo infatti che nel corso dell’anno Bang & Olufsen, Grundig, LG, Loewe, Panasonic, Philips, Sony e altri produttori offriranno modelli OLED nelle rispettive line-up di TV, mentre Samsung sembra ormai puntare su un futuro a nome MicroLED che, da quanto si sa finora, potrebbe dare a sua volta parecchio filo da torcere all’OLED.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest