JBL LINK AUDIOCONNESSO
AF Gaming AF Gaming slider Console Featured home News

Xbox Series X: l’erede di Xbox One tra 8K, ray tracing e nuovo design

xbox series x

Si chiama Xbox Series X, è l’erede di Xbox One e sarà disponibile a fine 2020 con il suo carico di potenza bruta e supporto alle più recenti tecnologie video

Un po’ a sorpresa, nel corso dei The Game Awards 2019 andati in scena ieri, Phil Spencer di Microsoft è salito sul palco per svelare ufficialmente il nome e il design della Xbox di nuova generazione. Si chiamerà Xbox Series X e verrà lanciata sul mercato alla fine del 2020. Assieme alla console è stato anche rivelato il nuovo controller.

Conosciuta fino a ieri con il nome in codice Project Scarlett, Xbox Series X (nome un po’ infelice a nostro parere anche per la somiglianza con l’attuale Xbox One X) potrà essere sistemata sia in verticale, sia in orizzontale. È un cambiamento di design piuttosto netto rispetto ai modelli precedenti e Microsoft afferma che il nuovo “design industriale ci consente di offrire una potenza di elaborazione quattro volte superiore a Xbox One X nel modo più silenzioso ed efficiente possibile”.

Xbox Series X: l’erede di Xbox One tra 8K, ray tracing e nuovo design

Il nuovo controller wireless, che sarà compatibile anche con Xbox One e con PC Windows 10, assomiglia molto a una versione raffinata del modello attuale. Microsoft però ha precisato di aver perfezionato le dimensioni e la forma perché il controller di adatti comodamente alle mani di diverse dimensioni. Troviamo inoltre un feedback tattile, un nuovo pulsante Share (sul modello del DualShock 4 di Sony) e un d-pad più preciso derivato dal costoso controller Elite Series 2. Recenti rumor suggerivano l’esistenza di una seconda Xbox di nuova generazione più economica e meno potente senza il lettore ottico, ma Spencer non ne ha fatto cenno nel suo intervento.

Xbox Series X: l’erede di Xbox One tra 8K, ray tracing e nuovo design

Ha parlato invece (come già sapevamo) di 4K a 60FPS, 120FPS (immaginiamo in 1080p), supporto per la frequenza di aggiornamento variabile (VRR) e non meglio specificate “capacità 8K”. Xbox Series X potrà contare su un’architettura hardware sviluppata appositamente da AMD, supporterà il ray tracing con accelerazione hardware e disporrà di storage SSD per caricamenti e installazioni molto più veloci. Non mancherà inoltre il supporto per le modalità Auto Low Latency (ALLM) e Dynamic Latency Input (DLI), mentre il lettore ottico leggerà anche gli Ultra HD Blu-ray.

Microsoft ha poi sottolineato che, grazie alla retrocompatibilità, Xbox Series X consentirà agli utenti di giocare su quattro generazioni di console, comprese quindi Xbox, Xbox 360 e Xbox One. La compatibilità con le versioni precedenti riguarderà anche gli accessori di gioco di Xbox One. Insieme all’annuncio di Xbox Series X, Microsoft ha infine svelato anche Senua’s Saga: Hellblade II, il primo gioco per la console nonché sequel dell’acclamato Hellblade: Senua’s Sacrifice.

Xbox Series X: l’erede di Xbox One tra 8K, ray tracing e nuovo design

I dettagli per ora si esauriscono qui, ma Microsoft tornerà sicuramente all’attacco all’E3 2020 di giugno con nuovi annunci di giochi e nuovi dettagli hardware, nonché con possibili evoluzioni del suo gettonatissimo GamePass e soprattutto del suo servizio di game streaming Project xCloud. Una cosa è certa. A fine 2020, considerando anche l’arrivo di PlayStation 5 e il grande fermento per tutto quello che concerne cloud gaming e servizi ad abbonamento in stile “Netflix dei videogiochi”, il mercato videoludico assisterà a una console war come non si vedeva da tempo.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest