KOCH MEDIA Ritorno morti viventi AF DIGITALE
Audio portatile Featured home Prove Traduzioni

Tivoli Andiamo: quando l’eleganza sposa la sostanza

Tivoli Andiamo

Lo stile sembra quello di Bang & Olufsen, ma lo speaker wireless Tivoli Andiamo non è solo sinonimo di lifestyle. Anche l’audio infatti colpisce da subito.

Se guardate lo speaker wireless Tivoli Andiamo da lontano, potreste benissimo scambiarlo per un prodotto Bang & Olufsen. Si tratta infatti di un piccolo ma delizioso diffusore Bluetooth realizzato in alluminio leggero ma resistente, con rifiniture in pelle e un ottimo assemblaggio. Ed è il tipo di prodotto “lifestyle” che a volte può essere difficile valutare, proprio perché lo stile rimane un aspetto molto personale e soggettivo e perché, a ben vedere, la nostra attenzione è incentrata più sulle prestazioni che non sull’estetica. Come però avrete già capito dalla valutazione finale, questo dell’azienda americana famosa per le sue iconiche radio non è uno speaker wireless solo bello da vedere.

Tivoli Andiamo: quando l’eleganza sposa la sostanza

Costruzione e caratteristiche

Sotto questa struttura in alluminio si trovano un driver full range da 6,5 cm e un driver passivo da 7,7 cm per facilitare la riproduzione dei bassi. Andiamo utilizza un DSP a 24 bit per l’equalizzazione per farvi ottenere il meglio dai vostri streaming musicali. Essenzialmente questo è uno speaker Bluetooth basico, senza quindi fronzoli o particolari extra aggiunti. È un disco di metallo ragionevolmente piccolo (135 mm di diametro e 55 mm di altezza), che ospita unicamente un ingresso aux da 3,5 mm per sorgenti esterne cablate e la presa di corrente per caricare la batteria, che offre un’autonomia di circa 20 ore con una carica.

Il mezzo principale di accesso al Tivoli Andiamo rimane però il Bluetooth, qui offerto in versione 3.0 (purtroppo niente aptX o aptX HD). I pulsanti di controllo sono nascosti ordinatamente sotto il cinturino in pelle lavorata. Ci sono icone in rilievo sul cinturino per aumentare o abbassare il volume, per l’accensione/spegnimento e per il pairing Bluetooth.

Tivoli Andiamo: quando l’eleganza sposa la sostanza

Il set-up è semplice e, sebbene questo speaker sia destinato a essere portato in giro (il cinturino offre una facile trasportabilità), è anche progettato per rimanere a casa su un tavolo o uno scaffale. C’è infatti un anello gommato sulla parte inferiore che indica come questo sia il modo preferito per utilizzare Andiamo.

Qualità audio

Colleghiamo Andiamo via Bluetooth al nostro MacBook Pro, mettiamo lo speaker su uno scaffale vicino a un muro, facciamo partire Tidal e siamo subito colpiti da ciò che ascoltiamo. Può essere relativamente piccolo di statura, ma il Tivoli Andiamo è in grado di restituire una botta sonora non da poco e produce un sound molto più ampio e articolato di quanto si possa pensare.

Tivoli Andiamo: quando l’eleganza sposa la sostanza

Tuttavia, non ha solo una buona potenza, ma anche suono bilanciato e scattante, che rende l’ascolto davvero piacevole. Il basso è agile ma non esagerato e l’impressione prevalente è quella di uno speaker che sa fare lo speaker. Tutto è messo insieme magnificamente, il timing è perfetto e ogni canzone suona in modo davvero musicale. Nulla nello spettro sonoro spicca a scapito di qualsiasi altra cosa, ma le voci sono gestite in modo particolarmente brillante, con I Wanna Dance With Somebody di Whitney Houston che ci fa venire un sorriso istintivo di approvazione nel godere dell’esuberanza di questa indimenticabile voce.

È un livello di prestazione e articolazione difficile da trovare altrove per il prezzo richiesto (229 euro), anche perché Andiamo riesce a trasmettere l’eccitazione di un qualsiasi brano con apparente facilità. Prima di esagerare con i complimenti, vale la pena ribadire che si tratta di un diffusore relativamente piccolo e, come tale, non è in grado di fornire il tipo di riproduzione dei bassi che siamo soliti ascoltare da un’unità più grande.

Tivoli Andiamo: quando l’eleganza sposa la sostanza

E quando teniamo Andiamo in mano togliendo il rinforzo di un muro vicino, il suono soffre di conseguenza, rimanendo sì scattante e divertente ma senza quella spinta e quell’impatto sperimentati con lo speaker posizionato su una superficie solida.

Verdetto

Il Tivoli Andiamo riesce a raggiungere livelli altissimi anche per la sua capacità di unire stile ed estetica a un sound di tutto rispetto. E questo, lo confessiamo, non era assolutamente qualcosa che pensavamo avremmo scritto quando abbiamo tolto il piccolo disco di alluminio dalla confezione.

© 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Tivoli Andiamo: quando l’eleganza sposa la sostanza e Tivoli Andiamo: quando l’eleganza sposa la sostanza dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
5

Riassunto

Lo stile sembra quello di Bang & Olufsen, ma lo speaker wireless Tivoli Andiamo non è solo sinonimo di lifestyle. Anche l’audio infatti colpisce da subito.

Pro
Sound agile e musicale
Costruzione premium

Contro
Nulla da segnalare a questo prezzo

Scheda tecnica
Connettività: Bluetooth 3.0
Connessione: AUX in da 3,5mm
Batteria: 2600mAh
Peso: 720 grammi
Dimensioni: 135 mm (diametro), 55 mm (altezza)
Prezzo: 229 euro
Sito del produttore: www.tivoliaudio.it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest