KOCH MEDIA Ritorno morti viventi AF DIGITALE
Featured home Notizie TV

Nel mercato dello streaming video gli Smart TV contano sempre meno

streaming video

I nuovi dati di Conviva sul mercato globale dello streaming video vedono una crescita di mobile e set-top-box e un forte calo di PC e Smart TV.

Non è mai facile avere dati precisi e globali sui servizi di streaming video, ma le rilevazioni di Conviva, spesso citate anche da colossi dell’informazione come CNBC e TechCrunch, sono tra le più affidabili, anche perché si basano su circa 3 miliardi di app installate su dispositivi di oltre 200 produttori. Purtroppo in questo conteggio non viene tenuto conto di Netflix, ma i dati di Conviva sono comunque utili per capire dove si stia dirigendo il mercato dello streaming video.

Nel secondo trimestre del 2018 terminato a fine giugno, oltre a un aumento delle ore trascorse su questi servizi (+115% rispetto al Q2 2017), si è in pratica assistito a un calo molto significativo dei PC (desktop e notebook) e degli Smart TV con le loro app integrate come mezzi per usufruire dei contenuti in streaming video. A crescere sono stati invece Apple TV (con un balzo in avanti fenomenale rispetto a un anno fa), Chromecast e Xbox One, ma anche PlayStation 4, Fire TV di Amazon e Roku (diffusissimo negli USA) hanno tenuto bene.

Nel mercato dello streaming video gli Smart TV contano sempre meno

In generale, rispetto al 2017, è cresciuta la visione dei contenuti in streaming su mobile (più device Android che iOS vista anche la maggior diffusione dei primi) e, rispetto alle app degli smart TV, si preferisce ricorrere a set-top-box o altri device esterni esterni come appunto Apple TV, Chromecast o Fire TV. Il motivo non viene spiegato da Conviva, ma immaginiamo che ciò dipenda dal fatto che i TV vengono aggiornati poco spesso e non sempre hanno una selezione di app vastissima.

Tra l’altro gli Smart TV Samsung con sistema operativo Tizen, gli unici a comparire nella classifica con un brand, sono scesi in un anno del 16%, mentre la voce Other TV raggruppa tutti gli altri produttori e le altre piattaforme smart (principalmente webOS e Android TV) ed è calata anno su anno di ben il 43% come totale di ore trascorse a visualizzare contenuti in streaming.

E voi che dispositivo preferite per lo streaming video?


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest