JBL LINK AUDIOCONNESSO
Audio portatile Featured home Prove

Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum

Momentum Free

Sennheiser potrà mai deluderci con i suoi auricolari in-ear di fascia alta? Certo che no e infatti anche i Momentum Free ci sono piaciuti tantissimo.

Risulta quasi difficile credere che la gamma Momentum di Sennheiser sia sul mercato ormai da cinque anni, periodo durante il quale abbiamo visto (e sentito) davvero di tutto tra auricolari in-ear, cuffie over-ear e modelli wireless con anche la cancellazione del rumore. Insomma con i modelli Momentum non ci si annoia mai, anche se visto il successo di critica e pubblico riscosso dai Momentum In-ear Wireless viene da chiedersi se ci fosse davvero bisogno di altri auricolari Bluetooth come questi Momentum Free, disponibili in Italia con un prezzo di listino di 199 euro (Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentumma qui li trovate già a molto meno).

Questi nuovi auricolari del produttore tedesco, conosciuti anche come Sennheiser M2 IE Free o M2 IE BT, offrono infatti caratteristiche molto simili agli In-ear Wireless appena citati, con le sole differenze dell’estetica e della durata dell’autonomia.

Comfort

Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum

I Momentum Free si caratterizzano infatti per un design molto più tradizionale rispetto a quello degli In-ear Wireless con il loro archetto da collo semi-rigido dal quale fuoriescono i due auricolari. Qui troviamo infatti un classico cavo che unisce i due auricolari e che possiamo decidere se far passare dietro il collo o sotto il mento, allungandolo o accorciandolo grazie all’apposito slider.

Gli auricolari inoltre sono magnetici e si uniscono quando non li utilizziamo in modo da non farli muovere eccessivamente. Un’idea di base molto intelligente, anche se a ben vedere avremmo preferito una connessione magnetica un po’ più forte visto che bastano movimenti anche leggeri per dividere i due auricolari.

Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum

Per proteggere davvero i Momentum Free quando non li usate, vi consigliamo di riporli nella loro custodia in pelle compresa nella confezione. Un design comunque molto più comodo e pratico rispetto a quello più rigido e anche meno bello da vedere dei Momentum In-ear Wireless, con in più un peso di 17 grammi che li rende estremamente comodi da indossare anche per lunghe sessioni di ascolto.

Funzioni

Rispetto al modello precedente però qui si perdono alcune ore di autonomia, visto che i Momentum Free si spingono fino a un massimo di 6 ore contro le circa 10 ore degli In-ear Wireless. Non è una differenza da poco, ma se in un paio di auricolari cercate soprattutto praticità e comodità i Free non vi deluderanno. Il controller sotto l’auricolare destro ospita un microfono e i tasti fisici per il volume e il controllo della riproduzione, con il pulsante in mezzo che funge da play/pause e per rispondere a una chiamata in arrivo.

A tal proposito abbiamo notato come il microfono sia un po’ troppo distante dalla bocca e spesso i nostri interlocutori lamentavano una resa della nostra voce non proprio impeccabile, tanto che abbiamo dovuto quasi sempre alzare la voce più del solito per farci capire bene. Il pairing Bluetooth iniziale con il nostro iPhone 7 Plus è stato veloce e semplice anche grazie a una voce guida che, effettuato l’accoppiamento per la prima volta, ci segnala sempre l’avvenuto collegamento a ogni nuova connessione con lo smartphone.

Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum

Da segnalare anche i gommini auricolari disponibili in quattro diverse dimensioni (utili anche per migliorare l’attenuazione passiva in ambienti rumorosi) e i trasduttori ospitati in tunnel in-ear in acciaio inossidabile, scelta di design che oltre a rendere i Momentum Free molto solidi influenza positivamente anche la qualità d’ascolto.

Qualità audio

Si nota subito come il ricevitore Bluetooth e la batteria siano stati tenuti lontani dagli auricolari veri e propri e ciò ha permesso a Sennheiser di adottare trasduttori identici a quelli della versione cablata. Ciò si riflette positivamente sulla qualità audio, visto che anche in questo caso abbiamo riscontrato lo stesso sound potente e dinamico già apprezzato negli auricolari Momentum tradizionali.

Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum

Basta infatti iniziare il test con Again di Lenny Kravitz ed ecco affiorare immediatamente quel familiare senso di pesantezza e di impatto dato dalla cassa della batteria e quel dettaglio frizzante di ogni singola nota della chitarra elettrica. E non possiamo fare altro che iniziare a battere il piede in segno di approvazione.

Per quello che costano, questi auricolari forniscono un livello di dettaglio e limpidezza davvero straordinario. È infatti possibile percepire senza tanti sforzi ogni singolo strumento del mix e ogni nota in modo distinto e preciso, tanto che rivali come i Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma MomentumBose Soundsport Wireless suonano quasi confusi e più “grossolani” in confronto.

Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum

Anche con tracce più compresse i Momentum Free riescono a organizzare un soundstage sufficientemente preciso da fa risaltare bassi, medi e alti con la giusta precisione. Se poi ascoltate la colonna sonora di Star Wars: Gli Ultimi Jedi (in particolare i brani Escape e Main Title), vi accorgerete della facilità con cui questi auricolari si destreggiano tra i cambi di dinamica e nell’amalgamare gli archi, le percussioni e le parti più epiche ed evocative suggerite dagli strumenti a fiato.

Come unico vero limite abbiamo notato una leggera asprezza in gamma acuta che emerge con registrazioni particolarmente compresse sparate ad alto volume, che però tende a perdersi se ascoltate questi brani all’aperto e che in ogni caso non rovina affatto il divertimento nell’ascolto. Per sicurezza abbiamo testato i Momentum Free anche su un iPad con diversi video di YouTube e collegandoli a un TV Samsung SUHD KS7000 del 2016, non riscontrando in nessun caso ritardi o fuori sincrono tra audio e video.

Verdetto

Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum

È molto difficile che Sennheiser sbagli quando con auricolari in questa fascia di prezzo e infatti, dopo quelle date a giugno ai Momentum In-ear Wireless, ecco altre cinque meritatissime stelline per chi cerca degli in-ear wireless pratici, comodi, leggeri e con una qualità audio da primi della classe.

© 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum e Sennheiser Momentum Free: l’ennesimo centro della gamma Momentum dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
5

Riassunto

Sennheiser potrà mai deluderci con i suoi auricolari in-ear di fascia alta? Certo che no e infatti anche i Momentum Free ci sono piaciuti tantissimo.

Pro
Limpidezza e dettaglio notevoli
Prestazioni musicali eccellenti
Leggeri e comodi da indossare

Contro
Leggera asprezza in gamma acuta ad alto volume
Posizionamento del microfono non ideale

Scheda tecnica
Tipo di cuffie: in-ear
Connettività: Bluetooth 4.2 aptX/NFC
Risposta in frequenza: 15Hz – 22,000Hz
Autonomia: 6 ore (1,5 ore per ricarica completa)
Microfono: si
THD: Pressione sonora: 112 dB (1 kHz/0 dBFS)
Peso: 17 grammi
Prezzo: 199 euro
Sito del produttore: en-us.sennheiser.com


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest