JBL LINK AUDIOCONNESSO
Featured home Notizie TV

Samsung si sta preparando a un ritorno ai TV OLED

Samsung si sta preparando a un ritorno ai TV OLED

Samsung Display ha chiuso alcune delle sue linee di produzione di pannelli LCD in Corea del Sud per convertirle alla produzione di pannelli OLED.

Secondo quanto riportato da The Elec, Samsung Display ha chiuso alcune delle sue linee di produzione di pannelli LCD in Corea del Sud come parte di un graduale passaggio alla produzione di pannelli OLED di grandi dimensioni.

Questo progetto di avvicinamento di Samsung agli OLED, che secondo fonti del settore si chiama Project C, vedrà alla fine il colosso coreano spostare in Cina la produzione di pannelli LCD necessari per i suoi prossimi televisori LCD e QLED, con la produzione sul suolo domestico che sarà invece focalizzata esclusivamente su pannelli OLED.

Fonti vicine alla compagnia hanno precisato che Samsung Display è in procinto di chiudere il resto delle linee produttive Gen-8 di pannelli LCD, insieme alle linee 7-2 rimaste dopo aver commutato la maggior parte di esse per produrre pannelli OLED di piccole e medie dimensioni. La chiusura dell’impianto Samsung Display nella provincia del Chungcheong meridionale dovrebbe far posto all’installazione delle attrezzature necessarie per i nuovi pannelli OLED, che, secondo le fonti citate da The Elec, sono attese per ottobre.

Samsung si sta preparando a un ritorno ai TV OLED

Samsung attualmente produce pannelli OLED solo per smartphone sia suoi (il più recente ad esempio è il Galaxy S10+), sia di Apple, come nel caso degli ultimi iPhone XS e XS Max. Gli ultimi rumor riportano che anche il prossimo iPhone 11 monterà uno display made in Samsung.

La notizia, se da un lato stupisce considerando che Samsung è l’unico grande produttore di TV non ancora convertitosi all’OLED, dall’altro non arriva del tutto inattesa, visto che già molti osservatori erano convinti che prima o poi Samsung avrebbe finalmente fatto un ritorno ai TV OLED dopo avervi rinunciato ormai cinque anni fa a causa dei costi molto elevati e quindi del basso tasso di rendimento.

Da allora il colosso coreano ha scelto di competere con la tecnologia premium adottata da LG, Panasonic e Sony (ma anche da Philips e Hisense) sfruttando i propri pannelli LCD per creare TV QLED (Quantum dot Light Emitting Diode). Sebbene i pannelli QLED siano più luminosi, più vibranti e più duraturi dei loro rivali OLED, in genere non si sono dimostrati altrettanto naturali e “autentici”.

Tra l’altro questo non è nemmeno il primo segnale del potenziale rientro di Samsung nel mercato dei TV OLED. L’anno scorso infatti era emerso che l’azienda coreana stava creando un dipartimento di ricerca e sviluppo per una nuova generazione di TV basata su un mix tra Quantum Dot e TV OLED.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest