Audio portatile Featured home Prove Traduzioni

Pure Move T4: chi ha detto che la radio è morta?

Pure Move T4

Non suonerà come uno speaker wireless nella stessa fascia di prezzo e non costa poco, ma per chi cerca una radio portatile con Bluetooth la Pure Move T4 è una proposta molto interessante.

Il vinile non è l’unica tecnologia che, una volta condannata a una morte imminente, si rifiuta di morire e continua a combattere strenuamente. Anche la radio sta seguendo un ciclo vitale che non dà particolari segni di cedimento e, invece di dirigersi verso un declino per alcuni scontato e inevitabile, è riuscita a mantenersi a galla grazie a internet e, in parte minore, all’entrata nella sfera digitale con gli standard DAB e DAB+.

La Pure Move T4 è proprio una radio portatile DAB/DAB+ che non rinuncia però allo streaming tramite Bluetooth e che può quindi essere utilizzata anche come speaker wireless, sebbene viste le dimensioni e la potenza di soli 4W non ci si devono aspettare chissà quali meraviglie sonore. Inoltre, con un prezzo di listino di 149 euro (ma online la si trova anche a meno di 120 euro), non è proprio un device audio adatto a tutti, pur offrendo funzioni piuttosto complete.

Caratteristiche

La Pure Move T4 è una radio tascabile un po’ più piccola ma più profonda di un iPhone che potete portavi dietro in giardino, in un pic-nic o da una stanza all’altra all’interno della casa. Oltre a disporre di sintonizzatori per radio FM e DAB/DAB+ e di connettività Bluetooth, questa piccola unità comprende anche funzioni di sveglia e orologio e non manca un’uscita per cuffie da 3,5 mm.

È alimentata da una batteria ricaricabile con un’autonomia di circa 15 ore, che diventano però 22 ore con l’ascolto esclusivamente in cuffia. Troviamo poi una piccola antenna nella parte superiore e un piedino estraibile nella parte inferiore in modo che la radio possa appoggiarsi saldamente su una superficie come un tavolo o un pavimento.

I controlli per la selezione della modalità sono in alto sopra il piccolo display TFT a colori da 2’’, mentre i controlli del volume e il pulsante di accensione/spegnimento (che funge anche da pulsante di blocco dei tasti) sono in basso a destra. I quattro pulsanti preimpostati sulla parte frontale dell’unità, sotto lo schermo, consentono di accedere a un totale di 20 stazioni radio preimpostate.

L’utilizzo della Pure Move T4 è semplicissimo sia per quanto riguarda la ricerca e il salvataggio delle stazioni FM/DAB, sia per sfruttare il Bluetooth, anche perché i pulsanti con cui interagire sono pochi e l’interfaccia a icone è di una semplicità unica.

Qualità audio

Come già accennato, questa è un’unità piuttosto piccola, e non sarà mai in grado di restituire un sound ampio e potente. Suona però in modo vitale e vivace, con la gamma media (fondamentale per un ascolto radio di qualità) che rimane sempre in primo piano. Non aspettatevi chissà quale volume, ma è molto meglio che ascoltare musica o trasmissioni radio dallo speaker di uno smartphone, anche se un altoparlante wireless dedicato migliora inevitabilmente le cose.

Attraverso l’uscita cuffie da 3,5 mm la radio si comporta bene, con un tono chiaro e pulito che rimane tale lungo tutto il range timbrico. Ci sono controlli di tono in modo da poter regolare gli alti e i bassi a proprio piacimento, insieme ad alcuni preset di equalizzazione tra cui Tabletop e Outside. Per un ascolto ottimale abbiamo abbassato di due tacche il controllo degli alti e lasciato su zero quello dei bassi, anche perché alzandolo di poco l’ascolto inizia a farsi un po’ troppo torbido e meno limpido. Il sound complessivo è perfettamente ascoltabile ed è esattamente quello che ci si aspetta da una piccola radio come questa.

Verdetto

Se volete far divertire gli amici a scatenarvi con musica da discoteca, i 149 euro richiesti per la Pure Move T4 sarebbero spesi molto meglio per uno speaker wireless come il Wonderboom UE. Questo, però, non è il punto forte della Pure Move T4, che utilizza il Bluetooth come un bonus ma che essenzialmente rimane una radio portatile FM/DAB+ ben costruita, immediata nell’utilizzo e con una qualità audio più che dignitosa. La nostra unica e vera lamentela riguarda il prezzo, anche perché di radio DAB più economiche e non per questo molto meno performanti è pieno il mercato.

© 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di What HiFi? e Stuff dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Social

Pin It on Pinterest