KOCH MEDIA Ritorno morti viventi AF DIGITALE
Featured home In evidenza Prove Prove AF

Pro-Ject Essential III BT, la nuova era del vinile

Pro-Ject Essential III laterale

Il giradischi Pro-Ject Essential III BT promette un ascolto di qualità dei vostri vinili e una versatilità inaspettata per un prodotto di questa categoria. Venduto a 399 euro è alla portata di tutti o quasi. Saprà mantenere le promesse?

Qualche mese fa avevamo provato il Pro-Ject Essential III nella versione base, ora siamo riusciti a mettere le mani sulla versione equipaggiata con Bluetooth. Per i pochi che ancora non lo sapessero, Pro-Ject è un marchio che in pochi anni si è affermato sul mercato mondiale con una nuova generazione di giradischi di grande successo, caratterizzata da un rapporto qualità prezzo decisamente conveniente. Se ci passate la definizione, non è errato dire che Pro-Ject ha di fatto dato il là alla nuova era del vinile. E proprio il vinile è declinato dal produttore in tutte le salse sia con soluzioni entry level sia con sistemi top hi-end.

Una rapida occhiata al sito web di Project ci conferma che, oltre ai giradischi, viene proposta una vasta produzione di bracci, cavi, elettroniche ed accessori tutti dedicati al mondo del “disco nero”. Per quanto riguarda le cartridges invece notiamo una piacevolissima collaborazione con Ortofon, marchio storico del settore.

Pro-Ject Essential III BT, la nuova era del vinileAudio

Come anticipato, abbiamo testato il Pro-Ject Essential III  BT mettendolo a dura prova in tutte le possibili varianti: collegato come un tradizionale giradischi all’ingresso fono dell’amplificatore, collegato a un ingresso linea sfruttando il pre-fono interno al Pro-Ject e infine nella curiosissima (per un giradischi) connessione Bluetooth.

Pro-Ject Essential III BT, la nuova era del vinile

La prestazione migliore, va detto subito, è quella classica. Il Pro-Ject Essential III fa il suo lavoro e la Ortofon OM10 con cui è equipaggiato, inizia ad esprimersi bene già dopo poche ore di rodaggio. La prestazione complessiva è paragonabile a quella di molti entry level di qualità come i Rega e i Thorens; la gamma bassa per esempio è ben presente senza mai risultare noiosa o strabordante, la sensazione di controllo e sempre presente, anche la gamma medio alta non delude, nitida e cristallina, frizzante nel senso buono del termine.

La resa generale è molto buona soprattutto per il prezzo di listino che lascia veramente basiti per l’alta qualità che non ti aspetti…

Pro-Ject Essential III BT, la nuova era del vinileIl collegamento del Pro-Ject Essential III con il pre-fono interno ha un po’ deluso. Il suono è più piatto e privo di quello spessore ottenuto con la Riaa dello stesso amplificatore utilizzato per la prova. Probabilmente si tratta di sfumature che un utente poco esperto non noterà affatto. Alla fine, considerato il pubblico giovane al quale si rivolge Project con questa versione dell’Essential, sicuramente non è un punto a sfavore.

Funzioni

Per quanto riguarda la modalità Bluetooth del Pro-Ject Essential III, funziona e suona bene, anche se i diffusori o le cuffie ai quali ci si collega non hanno le capacita introspettive dei grandi sistemi audio che solitamente vengono impiegati per le prove di laboratorio. Da questo punto di vista la funzione Bluetooth non è facilmente inquadrabile in una prova di questo genere. Tralasciando misure e test strumentali, in questo caso vale la pena verificare sul campo il funzionamento. Il risultato è che funziona bene ed è una gran bella comodità. Abbinato ad un diffusore di discreta potenza ha evidenziato un suono corposo e naturale, perfettamente apprezzabile e godibile per ascolti lunghi e spensierati.

Pro-Ject Essential III BT, la nuova era del vinile

Costruzione

Siamo in presenza di un entry level, seppur sofisticato per la sua versatilità. Nel complesso il Pro-Ject Essential III BT appare fin troppo leggero, qualche etto in più non avrebbe guastato, un centimetro in più di spessore nel telaio e nel piatto avrebbero fatto la differenza ma a discapito del costo. Tutto sommato il prodotto risulta vincente con questo rapporto qualità/prezzo, non per altro è un prodotto certificato EISA 2017/1018.

Trazione a cinghia, due velocità, testina Ortofon già montata e messa in dima pronta all’utilizzo, stadio phono on board e connessione Bluetooth ne fanno in ogni caso un grande entry level!

La dotazione comprende anche un cavetto di collegamento e l’alimentatore esterno a spina che standosene lontano non porta interferenze nel delicato segnale in transito dalla testina all’amplificatore.

L’imballo del Pro-Ject Essential III è ben realizzato e se vogliamo è possibile anche portare il giradischi a casa di amici senza troppi patemi per il trasporto.

Avremmo preferito un antiskating di tipo magnetico al posto di quello a filo e pesino: sarebbe stato molto più pratico e stabile su un oggetto che fa della sua essenza smart il suo punto di forza.

Il nostro verdetto

Inutile perdersi in giri di parole. Il Project Essential III BT ci è piaciuto! Nonostante qualche perdonabile difetto. Il Project va infatti giudicato nell’ottica della tipologia di consumatore al quale è proposto, tipicamente individui che cercano il giusto rapporto tra qualità, prezzo e funzionalità, e che lo useranno per rippare i vinili via bluetooh o per portare la magia del vinile un tempo limitata alle mura domestiche, anche in giardino o sul terrazzo con uno speaker portatile.

È il pubblico smart, non troppo pignolo sulle sfumature che invece fanno impazzire gli appassionati più attempati. Qui abbiamo sostanza, facilità di utilizzo, versatilità e un suono di tutto rispetto, un nuovo ottimo best buy. In Italia il Project Essential III BT è distribuito da Audiogamma.

Pro-Ject Essential III BT
8 Recensione
Pro
Versatilità
buona riproduzione audio
connettività bluetooth
Contro
Regolazione Antiskating
troppo leggero
Riepilogo
Un prodotto originale, caratterizzato da un prezzo aggressivo e da prestazioni ottime.
Funzioni
Costruzione
Audio
Il giudizio di AF


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest