UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Entertainment Featured home Guida 4K/BD/DVD Guida 4K/BD/DVD/UHD

Hereditary – Le radici del male [BD]

Hereditary – Le radici del male [BD]

L’horror è spacciato? Date una chance di visione a Hereditary, opera prima del trentenne Ari Aster. Blu-ray LuckyRed distribuito da Koch Media

Hereditary racconta la storia della famiglia Graham, a partire dal giorno in cui viene celebrato il funerale di Ellen, madre di Annie (Toni Collette) che non si perde d’animo anche nel momento in cui pronuncia lo sforzato discorso elogiativo, pagando la molta distanza che da tempo la separava dal genitore.

Hereditary – Le radici del male [BD]

Annie è una valente artista, giovane donna sposata a Steve (Gabriel Byrne), madre di Peter (Alex Wolff) che frequenta le superiori, e della piccola Charlie (Milly Shapiro), bambina introversa che ha trascorso gran parte delle giornate sotto l’ala protettiva della nonna appena scomparsa e per questo in crisi.

Una famiglia segnata da numerose tragedie: la pazzia del padre di Annie, il suicidio di suo fratello e la perdita della sanità mentale della madre negli ultimi mesi di vita. Impossibile il ritorno alla normalità, con l’immagine manifesta della madre incrociata da Annie nella penombra del suo studio il giorno stesso della sepoltura, soggetto imperscrutabile dagli inconfessabili segreti.

Hereditary – Le radici del male [BD]

Per i Graham sarà solo l’inizio di un autentico incubo a occhi aperti: segni tangibili di molteplici presenze dentro e fuori l’abitazione, la scomparsa del cadavere di Ellen, una nuova tragedia e una nuova perdita di un familiare. Incapaci di realizzare di essere invisibile ostaggio del male, qualcosa di orrendo celato nell’oscurità attende il momento di uscire alla luce e manifestarsi per il mondo terreno.

A poco più di trent’anni lo scrittore, sceneggiatore e regista Ari Aster ha recentemente esordito al cinema col lungometraggio horror Hereditary. Solo qualche corto alle spalle ma le idee ben chiare su come mettere in scena un suo stesso script, raccontando le complesse e stratificate relazioni in seno a un nucleo familiare altrettanto difficile. Decisa ad accettare solo ruoli positivi in commedie, la stesura di Hereditary ha subito convinto la stessa Collette che con Byrne è stata anche produttrice esecutiva.

Hereditary – Le radici del male [BD]

Questa non è un’opera che ridefinisce un genere ma allo stesso tempo dimostra quanto ancora l’horror sia in grado di rinnovarsi, che con la giusta inventiva si possono raggiungere inaspettati livelli di coinvolgimento. Per chi mastica da tempo la materia potranno tornare alla mente lampi dall’Esorcista di Friedkin e dal suo reale sequel Esorcista III di William Peter Blatty ma si tratta di frammenti all’interno di una rappresentazione originale e ben orchestrata.

Lo spettatore è indotto a una sorta di ‘soffocamento’ da suspense, mantenendo elevata la pressione sin dalle prime battute, complice la disturbante colonna sonora e la capacità del cast di portare in scena personaggi altrettanto inquietanti: davvero difficile trovare gli spazi per tirare il fiato prima dell’ennesima apnea. Esoterismo, spiritismo, evocazione del male, satanismo, sacrifici umani, elementi storici e simboli che affondano le radici tra il 15° e il 16° secolo.

Hereditary – Le radici del male [BD]

Un impianto narrativo mai scontato, shockante e coinvolgente grazie alla straordinaria bravura della stessa Collette, che a tratti spinge fin troppo oltre il proprio personaggio, all’opposto di Byrne che pare invece viaggiare col pilota automatico. Un’atmosfera opprimente resa al meglio grazie alla capacità dei talentuosi giovani attori Milly Shapiro e Alex Wolff, straordinari nel saper esternare il male che come un cancro li sta divorando.

C’è anche il piano di lettura più squisitamente terreno ed esistenziale, il dolore e l’eredità di coloro che lasciano i vivi a combattere coi propri personali demoni in seno al nucleo familiare. Suggestiva incursione in un horror viscerale che sa far vibrare le giuste corde del terrore, sino a una devastante conclusione difficilmente dimenticabile.

Hereditary – Le radici del male [BD]

Curiosità. Se vi foste posti la domanda sul significato del ciondolo indossato da molti dei personaggi e il relativo simbolo che ricorre nel film vi invitiamo a visitare un negozio di e-commerce molto speciale, Etsy, di cui qui trovate il link.

VIDEO

Girato interamente digitale con Arri Amira e Arri Alexa Mini a risoluzione nativa 2.8K, il film è stato poi finalizzato su Digital Intermediate 2K. Aspect ratio 2.00:1 identico al formato Univisium 18:9 promosso dal maestro Vittorio Storaro, codifica AVC/MPEG-4, risoluzione 1920 x 1080 (24p) su BD-50.

Hereditary – Le radici del male [BD]

Una visione che mostra subito i muscoli con solidità e precisione per gli elementi sia in primo che secondo piano, bit rate generoso per un’opera particolarmente esigente rispetto alla necessità di restare solida nelle ripetute ambientazioni tetre e buie: per rendersi conto della cura tecnica è sufficiente assistere alle fulminee transizioni giorno/notte.

Ampiezza colore, profondità dei neri per uno spettacolo che ha relativamente da invidiare rispetto alla pubblicazione UHD straniera. Saltuariamente è riscontrabile un minimo rumore video in porzioni contrastate di immagini con luce critica.

Hereditary – Le radici del male [BD]

AUDIO

DTS-HD Master Audio 5.1 canali italiano e inglese (sempre 16 bit) di ottima resa sempre e comunque, con differenze legate perlopiù al doppiaggio e i dialoghi in presa diretta, più efficaci e coinvolgenti per le diverse sfumature. Tecnicamente siamo comunque di fronte a un encoding di qualità, pressione sonora e ricchezza anche dai canali posteriori e corposità del subwoofer.

Per il missaggio e la rarefazione in più di un passaggio di effetti e musiche è opportuno un ascolto il più possibile isolato e privo di ingerenze acustiche esterne.

Hereditary – Le radici del male [BD]

EXTRA

16 minuti di scene omesse dal montaggio finale, 19 minuti di making of con interventi da parte di cast e troupe, riflessioni del regista alla scoperta della genesi dello script, la scelta degli attori, le motivazioni che convinsero Toni Collette ad abbracciare il progetto anche nel ruolo di produttrice esecutiva. Trailer. Sottotitoli in italiano.

Incluso libretto di approfondimenti a cura di Nocturno editore.

TESTATO CON: Sony VPL-VW750 4K, UHD player Oppo UDP-203

Blu-ray disponibile su dvd-store.it

Hereditary [BD]
8,5 Recensione
Pro
Horror disturbante da non perdere
DTS-HD Master Audio 5.1
Contro
Qualche minima riserva sulle immagini
Ci sarebbe piaciuto il commento del regista
Riepilogo
Prodotto da: LuckyRed
Distribuito da: Koch Media
Durata: 127'
Anno di produzione: 2018
Genere: Horror
Regia: Ari Aster
Interpreti: Alex Wolff, Gabriel Byrne, Toni Collette, Milly Shapiro, Christy Summerhays, Morgan Lund, Mallory Bechtel, Jake Brown
------
Supporto: BD 50
Aspect Ratio: 2.00:1
Codifica Video: 1080p MPEG-4 AVC
Audio: italiano, inglese DTS-HD Master Audio 5.1
Sottotitoli: italiano
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF
Hereditary – Le radici del male [BD]

Author: Claudio Pofi


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest