Featured home Focus Tecnologie

Tutto quello che dovete sapere su Apple CarPlay

carplay

Mentre Apple continua a giocare con l’idea di creare la propria auto, la piattaforma CarPlay può già togliere parecchie soddisfazioni ai guidatori dotati di un iPhone.

Cos’è Apple CarPlay? Pensate a questa piattaforma come a un modo per utilizzare alcune delle caratteristiche e funzioni principali del vostro iPhone sul display multifunzione della vostra auto. In teoria è un “matrimonio” di convenienza e sicurezza; potete infatti utilizzare  una buona selezione di app iOS tra cui Messaggi, Telefono, Musica e Mappe senza tenere in mano l’iPhone. Ma esattamente come si può avere CarPlay e quali case automobilistiche lo supportano?

Cosa server per Apple CarPlay?

Essenzialmente servono un iPhone e un sistema automotive che supporti CarPlay. Siri, l’assistente vocale di Apple, è un altro pezzo del puzzle: non potete infatti accedere a CarPlay a meno che Siri non sia attivato sul vostro iPhone. Questo perché il controllo vocale ha un ruolo importante da svolgere quando si tratta di effettuare chiamate, inviare messaggi e impartire comandi in fase di navigazione.

Quali marchi di auto supportano Apple CarPlay?

carplay

Attualmente, ci sono oltre 40 costruttori per un totale di oltre 100 modelli di auto compatibili con CarPlay. Tra i produttori più importanti segnaliamo Alfa Romeo, Audi, BMW, Ferrari, Jaguar, Mercedes-Benz, Nissan, Porsche, Seat, Volkswagen e Volvo.

CarPlay tende a essere un extra opzionale, quindi dovrete calcolare molto probabilmente un budget ulteriore per averlo a bordo. È comunque possibile aggiungere CarPlay a un’auto più vecchia ricorrendo a un’installazione post-vendita; produttori come Pioneer, JBL, Kenwood e Alpine offrono CarPlay a bordo di alcuni loro sistemi automotive.

Come si collega Apple CarPlay?

CarPlay funziona principalmente tramite una connessione USB cablata a qualsiasi iPhone con una presa Lightning, quindi da iPhone 5 fino agli attuali iPhone 8, 8 Plus e iPhone X. La BMW Serie 5 del 2017 è la prima vettura ad offrire una soluzione CarPlay wireless e quindi non è nemmeno necessario estrarre l’iPhone dalla tasca e collegarlo alla presa USB dell’auto. Se l’unico dispositivo Apple che possedete è invece un iPad, mettetevi il cuore in pace. CarPlay infatti non è compatibile con gli iPad tradizionali, gli iPad mini o i più recenti iPad Pro da 10,5’’ e 12,9’’.

Come funziona CarPlay?

Tutta l’azione avviene attraverso il display principale dell’auto. Una volta collegato il dispositivo iOS tramite cavo Lightning-USB (o in modalità wireless se si possiede una BMW di ultima generazione), tutte le app compatibili installate sul dispositivo vengono riproposte (con le relative icone) sul display della vettura in modalità landscape.

Il layout di base rimane pressoché lo stesso per le varie case automobilistiche. Le principali app di Apple dominano la prima pagina, ma scorrendo si trovano anche le eventuali applicazioni di terze parti compatibili con CarPlay. Molte (ma non tutte) delle app iOS saranno utilizzabili. Apple Music, Podcast, Mappe, Messaggi, Telefono e Calendario lo sono e, di fatto, bastano queste per un’esperienza completa e soddisfacente mentre si è alla guida.

Non ci sono invece molte app di terze parti compatibili, ma il loro numero sta lentamente aumentando e per ora si può contare su Spotify, Google Play Music, Tidal e Radioplayer. Oltre alle icone delle app il display dell’auto mostra anche l’orario, le barre per indicare la forza del segnale di rete disponibile e un’icona Home nella parte inferiore per tornare rapidamente alla schermata principale.

L’arrivo di iOS 10 ha apportato alcune modifiche al layout, inclusa la possibilità di personalizzare la schermata iniziale come si fa abitualmente su un iPhone. Potete infatti trascinare e rilasciare sul telefono le app compatibili nell’impostazione di CarPlay e vedere come apparirà CarPlay sul display dell’auto. Se per esempio avete sempre voluto far comparire Spotify nella prima pagina, ora potete farlo senza problemi.

Inoltre sul bordo del display si possono vedere le icone delle tre app utilizzate più recentemente. C’è uno slot per la navigazione, uno per la comunicazione e uno per un’app di intrattenimento. Non è possibile quindi avere Spotify, Apple Music e Google Play nello stesso momento, ma è possibile ad esempio avere Messaggi, Mappe e Apple Music.

Quali app funzionano con CarPlay?

Ecco un elenco di alcune delle principali app compatibili con Carplay.

Mappe

Siri può tracciare un percorso su Mappe ma non su Google Maps, per utilizzare il quale si deve uscire da CarPlay e aprire l’app direttamente su iPhone. Potete dettare un codice postale o il nome di una strada e sperare che Siri comprenda il tutto, oppure scrivere le informazioni con la tastiera virtuale direttamente in Mappe.

La versione più recente di Mappe per CarPlay può supportare anche display ultra-wide e iOS 11 ha introdotto la guida della corsia e ottimizzato il modo in cui il sistema presenta percorsi alternativi ricalcolati a causa del traffico. Mappe può anche stimare quanto tempo potreste risparmiare prendendo una certa deviazione.

Messaggi

Siri può leggere i messaggi di testo in arrivo e potete rispondere a essi tramite dettatura. Siri funziona con i pulsanti e i microfoni a bordo dell’auto, proprio come se steste effettuando una normale chiamata a mani libere. Dicendo Hey Siri o premendo il pulsante “parla” sul volante, Siri si attiva. Non è invece possibile visualizzare i messaggi sul display dell’auto mentre si utilizza la versione CarPlay dell’app e si tratta, come è facile intuire, di una misura di sicurezza per evitare di essere distratti alla guida.

Telefono

L’app Telefono è speculare in CarPlay proprio come vi aspettereste. Potete effettuare chiamate, vedere le chiamate perse e quelle recenti e accedere alla segreteria telefonica. Potete inoltre digitare i numeri direttamente sul display touch dell’auto o chiedere a Siri di chiamare un contatto usando i comandi vocali.

Musica

CarPlay può attingere direttamente dall’app Musica di iPhone alla vostra collezione di brani. Sebbene il layout non sia un’immagine speculare di ciò che siete abituati a vedere su un iPhone, molte delle icone vengono copiate direttamente sul display dell’auto e potete navigare tra diversi elementi dell’app. Si può inoltre ascoltare la radio online Beats 1 di Apple su una rete Wi-Fi o mobile (ricordate che potrebbero essere applicati costi aggiuntivi per la trasmissione dati).

Spotify

Una delle principali app di terze parti disponibili per CarPlay è quella di Spotify. Come con Apple Music, non troviamo su CarPlay tutte le funzioni che si hanno su iPhone, ma quelle presenti sono sufficienti per far partire le playlist memorizzate sul dispositivo o tramite Spotify online.

Tidal

Il supporto a Tidal è stato aggiunto a dicembre 2017 e offre funzionalità simili a Spotify. Potete accedere alle vostre playlist, ai brani e agli album preferiti ma anche a nuova musica (e nuovi pdcast) grazie alla funzione Esplora.

Social

Pin It on Pinterest