AF Focus Featured home Tecnologie

Gli italiani sono davvero interessati al 5G?

5g

Un report pubblicato dal Consumer Lab di Ericsson ci mostra la conoscenza e le aspettative degli italiani sul mondo del 5G.

Ericsson ha recentemente pubblicato i risultati di uno studio sulle aspettative dei consumatori per quanto riguarda i potenziali benefici offerti dalla tecnologia 5G. Il report ha svelato alcune interessanti realtà ed ha definitivamente sfatato diversi miti che caratterizzavano questo argomento.

La tecnologia 5G offre vantaggi anche nel breve termine

Per i nostri connazionali il 5G sarà in grado di offrire vantaggi anche nel breve periodo ed essi riguardano soprattutto il miglioramento delle prestazioni di rete e, di conseguenza, una migliore esperienza di fruizione di contenuti video in streaming. Il 5G aiuterà anche a risolvere il problema di congestione della rete urbana percepito dal 39% degli intervistati. Gli italiani ritengono inoltre che il 5G renderà disponibili più opzioni di connettività a banda larga per la casa: chi è interessato a cambiare operatore vede nel 5G la risposta ideale per sostituire o integrare la propria rete domestica.

Fascia di prezzo Premium e nuovi casi di utilizzo

In Italia si ritiene che la maggior parte dei casi d’uso 5G verrà lanciata nell’arco dei prossimi 2 o 3 anni con servizi innovativi per i quali il 69% degli intervistati è disposto a pagare un prezzo extra. Gli utenti di smartphone sono disposti a pagare il 30% in più per servizi 5G, rispetto a quanto pagano ora per i servizi 4G. I vantaggi offerti dal 5G che spingono gli intervistati a dichiarare di voler pagare di più riguardano la maggiore velocità (51%), i nuovi servizi (46%), la sicurezza della rete (35%).

Il report rileva un interesse particolare per la “smart home”: il 30% degli italiani intervistati ha oltre 10 dispositivi connessi nella propria abitazione. In media, nelle case degli italiani ci sono almeno 6 device connessi e si prevede che il 40% degli intervistati ne aggiungerà almeno un altro nel prossimo anno. In questo contesto, il 5G rappresenta la soluzione ideale per abilitare tutte le possibilità offerte dalla casa connessa.

Gli italiani sono davvero interessati al 5G?

Il 5G apre le porte a nuovi dispositivi connessi alla rete

In tema di device, secondo i consumatori gli smartphone da soli non saranno l’unica soluzione per il 5G. Il 43% infatti dubita che le funzionalità e le caratteristiche degli smartphone attuali siano adeguate a sfruttare appieno il 5G. Il 60% vorrebbe una maggiore durata della batteria e il 31% una maggiore disponibilità di memoria sul proprio dispositivo. Queste richieste sfoceranno sicuramente in smartphone sempre più grandi e sempre più efficienti, così come in nuovi dispositivi connessi alla rete, non solo smartphone.

In merito a questi nuovi dispositivi, infatti, il 42% dei nostri connazionali ritiene che gli smartphone continueranno ad esistere, affiancati però da una progressiva affermazione di smart glass AR nell’arco dei prossimi 5 anni. Il 5G, però, potrebbe anche decretare la fine di alcune categorie di dispositivi: per il 67% il cloud gaming renderà infatti le console obsolete.

Inoltre come già detto in precedenza, la tecnologia 5G potrebbe in futuro entrare a far parte delle opzioni per la connettività casalinga, fornendo in futuro un’alternativa alla connessione FTTH (FIber To The Home). Non è difficile infatti immaginarsi modem o router dotati di scheda SIM 5G a cui potremo collegarci tramite Wi-Fi o tramite connessione cablata.

Maggiore velocità di connessione e maggiore qualità dei contenuti

I consumatori italiani si aspettano infine che il 5G introduca un cambiamento significativo nei metodi di utilizzo della tecnologia. Con il 5G il consumo di video è destinato ad aumentare: gli utenti trascorreranno 3,5 ore in più ogni settimana a guardare video mentre si è fuori casa tramite dispositivi mobili, occhiali AR o visori VR.

Gli intervistati si aspettano di conseguenza un incremento nell’utilizzo dei dati da cellulare: il 20% pronostica un aumento del traffico dati fino a 170GB al mese. È chiaro come questo dato vada di pari passo con l’aumento della fruizione di contenuti video, nonché con la sempre migliore qualità e risoluzione di questi ultimi. Infatti una migliore connessione renderà possibile la visione di video in 4K (e oltre) senza alcun tipo di rallentamento o di caricamento del video stesso.

Il 5G è insomma alle porte e gli italiani sembrano più pronti del previsto ad approcciare questa nuova frontiera della connessione ad internet. Sicuramente ci saranno nuove tecnologie che si baseranno sul 5G, nuovi dispositivi e nuovi metodi di utilizzo dei nostri smartphone e non vediamo l’ora che tutto ciò diventi realtà.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Gli italiani sono davvero interessati al 5G? e Gli italiani sono davvero interessati al 5G? dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Gli italiani sono davvero interessati al 5G?

Author: Luca Corsetti


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest