UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
AF Focus Featured home Home cinema Notizie Tecnologie

Gemini Man: il nuovo film di Ang Lee al cinema in 2D/120fps

ang lee

Paramount sta sondando il terreno per distribuire in alcune sale il nuovo film di Ang Lee con Will Smith in 4K/120fps. Missione possibile?

Gemini Man è il nuovo film action-sci/fi di Ang Lee con Will Smith che arriverà nelle sale americane a ottobre (non abbiamo date precise invece per l’uscita italiana). Ne parliamo oggi perché Paramount sta chiedendo ad alcune sale cinematografiche la disponibilità e l’interesse a proiettare il film in 2D a 120 fps e/o in 3D a 60 fps. Le adesioni dovranno arrivare entro il 22 marzo e al momento non sappiamo quanti esercenti abbiano risposto positivamente alla richiesta di Paramount.

Gemini Man infatti è stato girato in questi due formati HFR (High Frame Rate) e l’intenzione di Paramount sarebbe proprio quella di distribuire il film in quante più sale possibili così come Ang Lee lo ha concepito e realizzato. Lee che tra l’altro non è nuovo all’utilizzo dell’HFR, visto che già il precedente Billy Lynn – Un giorno da eroe (tra l’altro primo Ultra HD Blu-ray a 60 fps) era stato girato in 4K a 60/120fps, con risultati definiti stupefacenti a sentire i pochi fortunati che lo videro proiettato in questo modo in alcune sessioni di screening.

Gemini Man: il nuovo film di Ang Lee al cinema in 2D/120fps

Nelle note di Paramount si fa anche riferimento ai proiettori in grado di supportare questi formati, come i Sony delle serie 200 e 300 per il 3D a 60 fps e alcuni DLP di Barco, NEC e Christie capaci anche di supportare i 120 fps in 2D.

Andando ancora più indietro con gli anni, fu Peter Jackson con la trilogia de Lo Hobbit che ebbe il “coraggio” di portare in sala i suoi film a 48fps (il doppio dei canonici 24fps), con risultati sicuramente interessanti ma che non piacquero a tutti a causa del solito effetto “soap opera”. Guardando invece al futuro, anche James Cameron ha scelto l’HFR per i nuovi film di Avatar e la curiosità di vedere un film in sala a 120 fps (cosa impensabile fino a qualche anno fa) è davvero tanta.

Senza poi dimenticare che film come questi potrebbero essere goduti nella loro forma originale anche in ambito casalingo, visto che l’arrivo dell’HDMI 2.1 sui nuovi TV delle gamme 2019 di alcuni produttori significa anche il supporto per il 4K fino a 120 fps.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest