Entertainment Featured home Guida 4K/BD/DVD

E.T. L’extraterrestre [UHD]

Nel 35° anniversario di E.T. la prima pubblicazione in Ultra High Definition che piacerà agli appassionati della produzione originale. Distribuzione Universal Pictures

All’inizio di E.T. ci troviamo nei pressi di un bosco, vicino a una comunità suburbana di Los Angeles, dove un’astronave aliena è in attesa del rientro dell’equipaggio sceso in perlustrazione. Scoperti, la rapida fuga per evitare il temuto incontro ravvicinato con l’essere umano abbandona sul campo un componente della spedizione.

Isolato e senza mezzi, l’extraterrestre avvicina una villetta finendo per entrare in contatto con Elliott (Henry Thomas), adolescente col quale stringe amicizia e un’inaspettata e profonda connessione psico-fisica. Ottenuta la complicità del fratello maggiore Michael (Robert MacNaughton) e della sorellina Gertie (Drew Barrymore), Elliott farà di tutto affinché la misteriosa creatura riesca a contattare la sua razza. Un’ardua impresa in corsa contro il tempo prima che uomini del governo e della NASA scoprano il luogo dove il naufrago spaziale è tenuto nascosto.

Con alle spalle un clamoroso film come Indiana Jones e i predatori dell’Arca perduta, grazie al quale aveva ‘esorcizzato’ l’altrettanto clamoroso tonfo ai botteghini del precedente (magnifico e incompreso) 1941 – Allarme a Hollywood, su suo soggetto Steven Spielberg diresse nel 1982 E.T. L’Extraterrestre, che i critici americani non tardarono a definire un ‘instant classic’.

E.T.

Con la solida sceneggiatura di Melissa Mathison (Black Stallion, Kundun), il regista mise in scena un’opera di straordinario impatto umano, facendo prendere letteralmente vita ai suoi sogni. E.T. è pura science fiction poetry, un concerto di emozioni e sensazioni grazie alla presenza di un team di incredibili creativi a partire dal nostro compianto Carlo Rambaldi, autore della creatura aliena, del supervisore agli effetti visuali Dennis Muren (prima trilogia di Star Wars tra i tanti), il cinematographer Allen Daviau (L’impero del sole, Il colore viola) e le iconiche composizioni del maestro John Williams che contribuì a scrivere l’ennesima grande pagina di storia della musica da film.

Come confermato dallo stesso Spielberg, l’opera ha ampiamente superato la prova del tempo, ancora ‘fresca’ e gradevole nonostante i 35 anni sulle spalle, su cui si è scritto molto e molto si è detto. Il 1983 per gli Oscar fu l’anno di E.T. (9 candidature, 4 statuette vinte) ma soprattutto di Gandhi (11 candidature, 8 statuente vinte), due film che sbancarono lasciando più che mai a bocca asciutta il maestro John Carpenter, che nello stesso periodo era stato in cartellone col capolavoro The Thing – La cosa, l’alieno negativo che il grande pubblico snobbò preferendo quello positivo di Spielberg.

E.T,

In occasione del ventennale della pellicola, il regista non perse occasione per riproporre il film nelle sale con la produzione di una vera e propria nuova edizione. Oltre a interventi di ripulitura fisica del negativo fu coinvolta la ILM di George Lucas per ottimizzare gli effetti speciali con modifiche in computer grafica scatenando non poche ire da parte degli aficionado della versione originale. Opera che per quanto deficitaria sui visual effects, che risentivano di antiquate tecniche animate come il rotoscoping, doveva (giustamente) mantenere intatta la propria forma.

Proposta anche in Home Video all’interno di una clamorosa edizione DVD statunitense denominata ‘Ultimate Gift Set’ (seguita da un’altra con modellino dell’astronave), al danno della rivisitazione e alterazione della pellicola si aggiunse per l’Italia la beffa di un nuovo doppiaggio. Diverso cartello di doppiatori che, volente o nolente, alterò l’originale atmosfera, inflessioni e intonazioni di chi diede voce ai personaggi per l’uscita in sala del 1982, proprio come accaduto con Incontri ravvicinati del III° tipo, che ancora oggi si trascina il ridoppiaggio apocrifo del 1997.

A sinistra la Ultimate Gift Set americana; al centro la Collector’s Edition con astronave; a destra la Collector’s UHD americana

Contrariamente alle scellerate decisioni prese dall’amico George Lucas con lo scempio compiuto sulla prima trilogia di Star Wars, Spielberg tornò successivamente sui propri passi e per il trentennale del film avvallò la creazione di un nuovo master partendo da telecinema 4K della versione theatrical, nello stesso frangente anche la proposta Home Video di Universal su Blu-ray FHD si limitò alla traccia audio italiana classe 1982 con codifica DTS 5.1 canali.

Tale materiale è il medesimo impiegato anche per questa prima edizione Ultra High Definition di E.T., cui va aggiunta l’importante nota tecnica dell’impiego in fase di riprese della pellicola Eastman 100T (5247), poco veloce ma efficace come palesano alcuni passaggi notturni senza particolare innesco di grana. Doverosa premessa alla visione di un film dove la solidità dell’inquadratura cede suo malgrado all’inserimento di effetti ottici messi in atto per il volo delle biciclette, dell’astronave ma anche di elementi ‘minori’, come quando E.T. fa levitare le palline colorate di plastilina per mostrare ai nuovi amici il luogo da cui proviene.

E.T.

VIDEO

Aspect ratio originale 1.85:1, codifica HEVC (3840 x 2160/23.97p). In occasione del 30° anniversario nel 2012 è stato eseguito nuovo telecinema 4K dell’originale pellicola del 1982 e creazione relativo Digital Intermediate. Plauso alla Universal per aver deciso di procedere in tal senso, lasciando intatti gli originali effetti ottico-visivi con tutte le riserve del caso.

La grana della pellicola è visibile ma rientra nel contesto creativo della stessa e non va considerata come penalizzante. Come già accennato, nel corso della visione è nettamente percepibile un aumento di grana in virtù degli effetti speciali, la ‘pesantezza’ degli stessi è perlopiù avvertibile negli istanti che precedono i titoli di coda nella fase di decollo dell’astronave, con la sensazione di bianchi ‘bruciati’ osservandone i punti più luminosi.

E.T.

L’HDR-10 wide color gamut ha migliorato sensibilmente la resa cromatica con neri ancor più profondi e ricchezza dei colori senza accusare calo di luminosità bensì maggiore stabilità e sostanza. Persino nei passaggi più complessi è facilmente avvertibile la differenza con la controparte Blu-ray FHD con spazio al risalto anche di elementi in secondo piano nonostante l’illuminazione scelta, come all’interno della camera di Elliot o nell’armadio dove sono raccolti numerosi peluche: sorprende il livello di dettaglio nel corso della panoramica del suo interno quando E.T. rimane immobile per confondersi e non essere scoperto da Mary (Dee Wallace).

AUDIO

Nessuna proposta lossless per l’italiano ma quanto meno la riproposta DTS 5.1 canali (754 kbps) col doppiaggio originale del 1982, il medesimo incluso nell’edizione Blu-ray FHD del 2012. A differenza di tale traccia è però assente il problema durante il primo volo in bici di Elliot, quando non era udibile la battuta “Non così in alto!”.

E.T.

Nel complesso un ascolto dignitoso, sia per il risalto di elementi acustici minori (il famoso tintinnio delle chiavi portate alla cintola da Peter Coyote), sia per elementi dinamici a risalto delle spettacolari composizioni del maestro John Williams. Risentendo di limitata presenza per i due canali posteriori così come per il subwoofer, il passaggio all’originale inglese marca ulteriormente le notevoli differenze quanto a spazialità e pressione sonora, con rifinitura per questo DTS:X rispetto al precedente DTS-HD Master Audio 5.1 canali del 2012. Non un balzo eclatante ma in alcuni momenti meno roboanti il livello di dettaglio complessivo risulta superiore.

E.T.

EXTRA

Gli stessi dell’edizione 2012 con la riproposta di grossa parte del materiale incluso per il 20° anniversario: 2 scene tagliate con integrazione di CGI, intervista a Spielberg, “I Diari di E.T.” con circa un’ora tra girato e immagini dietro le quinte; documentario risalente agli anni ’90 con regista e parte del cast; “L’evoluzione del film” con analisi dello stesso per il ventennale; intervista al maestro John Williams; nuovo incontro degli attori col regista venti anni dopo. La première per il 20° con musica dal vivo oltre a numeroso materiale di archivio tra campagna advertising, storyboard, fotografie dell’epoca, trailer originale. Sottotitoli in italiano ovunque.

TESTATO CON: Tv Hisense 4K H49M3000, Sony KD-55 A1 OLED, UHD player Oppo UDP-203

Blu-ray disponibile su dvd-store.it

E.T. L'extraterrestre [UHD]
8 Recensione
Pro
D.I. 4K
Versione restaurata originale
Doppiaggio italiano 1982
Qualità extra
Contro
Audio italiano non lossless
Nessuna edizione speciale commemorativa
Riepilogo
Prodotto e distribuito da: Universal Pictures
Durata: 114'
Anno di produzione: 1982
Genere: Fantascienza
Regia: Steven Spielberg
Interpreti: Henry Thomas, Dee Wallace, Robert MacNaughton, Drew Barrymore, Peter Coyote, Erika Eleniak, C. Thomas Howell, Sean Frye, K.C. Martel
------
Supporto: BD 66 + BD 50
Aspect Ratio: 1.85:1
Codifica Video: 2160p HEVC
Audio: Inglese DTS:X, DTS 2.0; italiano, spagnolo, portoghese, ceco, greco, polacco, russo DTS 5.1
Sottotitoli: Italiano, inglese non udenti, spagnolo, portoghese, ceco, greco, polacco, russo
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF

Social

Pin It on Pinterest