JURASSIC PARK UNIVERSAL 4K
Audio portatile Featured home Prove Traduzioni

Cowon Plenue J: il DAP hi-res bello da vedere… e da ascoltare

Cowon Plenue J

Costa circa 50 euro in più del Plenue D, ma il DAP hi-res Cowon Plenue J ha più storage, è più sottile e vanta un design più originale e ricercato.

Cowon è un produttore coreano noto per i suoi piccoli, poco costosi, ma validissimi player audio e l’ultimo in ordine di tempo a essere recensito su queste pagine è il Plenue J, versione più snella e leggera del già apprezzato Plenue D disponibile in Italia a circa 300 euro.

Costruzione

Il Cowon Plenue J non assomiglia al resto della gamma del produttore cinese. Il modello qui recensito è un DAP (Digital Audio Player) di color oro rosa chiamato Jupiter Gold (ma è disponibile anche la colorazione Misty Ocean) che ha abbandonato il design rettangolare dei suoi predecessori in favore di qualcosa di nuovo. Colpisce infatti la specie di cresta cilindrica nella parte superiore del player che ospita l’uscita cuffie da 3,5 mm e che offre, oltre a un colpo d’occhio inusuale per un DAP, anche una maggiore protezione per la connessione.

Cowon Plenue J: il DAP hi-res bello da vedere… e da ascoltare

Bello poi anche il colpo d’occhio frontale con l’ampio display touch da 2,8’’, mentre sul retro troviamo un rivestimento plastico e ondulato che sembra una specie di lavagnetta nera. Non c’è dubbio che così si migliori la presa del DAP, ma alcuni potrebbero preferire i design più snelli e tradizionali di altri player audio portatili. Ci sono comunque alcuni elementi che chi già conosce i prodotti di Cowon riconoscerà; non solo il layout dei pulsanti sul lato destro del lettore (volume, accensione/spegnimento e controllo della riproduzione), ma anche lo slot microSD sulla sinistra per espandere ulteriormente (fino a ulteriori 128GB) lo storage interno del lettore pari a 64 GB.

Il Plenue J si ricarica tramite microUSB e Cowon afferma che l’autonomia può raggiungere le 53 ore di riproduzione di file MP3. Sfortunatamente questo non soddisfa del tutto i termini “più sottile, più leggero e più duraturo” con cui Cowon ha lanciato sul mercato il Plenue J, visto che mentre i primi due termini sono veritieri, il Cowon Plenue D offre un’autonomia quasi doppia (circa 100 ore) prima di richiedere una ricarica.

Cowon Plenue J: il DAP hi-res bello da vedere… e da ascoltare

Caratteristiche

Proprio come il Plenue D, il Plenue J può supportare file audio hi-res fino a 24 bit/192kHz nei formati FLAC, AIFF, ALAC, WAV, WMA e MP3. Anche la navigazione rimane simile e si affida ai classici swipe sul display touch per navigare nell’interfaccia, che ordina la vostra musica in categorie come genere, artista e anno. Mentre alcuni DAP hanno sistemi operativi che rispetto agli smartphone possono spesso essere un po’ goffi e impacciati, il Cowon Plenue J è relativamente semplice da usare.

La gamma di impostazioni EQ di Cowon, chiamata JetEffect 5 Sound Processing, è disponibile anche su questo player e fornisce diverse opzioni tra Reverb Stadium, Feel the Wind e modalità più tradizionali come Rock e Jazz. Rock fornisce un po’ più di spinta a scapito dei dettagli ma, come accade con altri player, l’uso di queste modalità si riduce alle preferenze personali e rimane molto soggettivo. Una funzione che avremmo voluto vedere (e che invece manca) è la connettività Bluetooth. Con Cowon che promuove il Plenue J puntando molto sulla sua portabilità, sarebbe bello se funzionasse con tutte le cuffie e auricolari disponibili (anche wireless).

Cowon Plenue J: il DAP hi-res bello da vedere… e da ascoltare

Qualità audio

Collegate le vostre cuffie all’uscita da 3,5mm e sarete accolti da una qualità del suono che non ha nulla da invidiare a quella del già eccellente Cowon Plenue D. Alle nostre orecchie la differenza tra i due DAP è infatti minima, ma era proprio questo l’obiettivo di Cowon. Optiamo per le AKG K550, facciamo partire un FLAC a 24-bit/96kHz di Go Your Own Way dei Fleetwood Mac e percepiamo lo stesso potente dinamismo già ascoltato sul Plenue D; il chorus incisivo e vivace si dispiega infatti con un’emozione che difficilmente altri DAP in questa fascia di prezzo riescono a eguagliare.

Il Plenue J dimostra anche una buona gestione dei ritmi. Le striature scintillanti della chitarra nell’apertura del brano brillano all’interno del soundstage e passa davvero poco prima che il nostro piede inizi a battere il tempo. Non appena entra in scena la batteria, il Plenue J offre inoltre una presentazione divertente, trascinante e con un timing impeccabile.

Cowon Plenue J: il DAP hi-res bello da vedere… e da ascoltare

Questo lettore tratta poi la gamma bassa con il peso e il punch che merita, ma non oltrepassa mai il limite soffocando con i bassi il resto delle frequenze. Passando ad esempio a Unbelievers dei Vampire Weekend, la voce di Ezra Koenig esalta la gamma media e si presenta alle nostre orecchie con una buona dose di pulizia, dettaglio e profondità. La sibilanza naturale è riconoscibile senza essere esagerata e a metà della canzone, quando il resto degli strumenti scompare e rimangono in scena solo la voce di Koenig e un sottofondo di batteria, entrambi gli elementi sono ben bilanciati.

Il Plenue J riesce infine a tenere separati gli strumenti e a presentarli con la giusta spaziosità e distanza tra loro, mentre continua a restituire il brano come un insieme compatto. La distanza tra la voce e la batteria è palpabile, ma non si perde mai di vista il crescendo che anticipa il chorus finale.

Cowon Plenue J: il DAP hi-res bello da vedere… e da ascoltare

Verdetto

Tra il suono e il prezzo molto simili, decidere tra il Cowon Plenue J e il più piccolo Plenue D dipende in gran parte dalle preferenze personali sul design. Il primo è più semplice da usare, ha più storage interno ed è più sottile, mentre il Plenue D ha una batteria più grande (e quindi più autonomia) e al momento costa circa 50 euro in meno. Insomma, se questo nuovo DAP stuzzica la vostra fantasia per il suo design, non rimarrete delusi dal modo in cui restituirà la vostra libreria musicale.

© 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Cowon Plenue J: il DAP hi-res bello da vedere… e da ascoltare e Cowon Plenue J: il DAP hi-res bello da vedere… e da ascoltare dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
5

Riassunto

Costa circa 50 euro in più del Plenue D, ma il DAP hi-res Cowon Plenue J ha più storage, è più sottile e vanta un design più originale e ricercato.

Pro
Design azzeccato
Qualità audio elevata
Facile da usare
64 Gb di storage interno

Contro
Manca il Bluetooth
Autonomia non al top

Scheda tecnica
Formati audio supportati: ALAC, AAC, FLAC, AIFF, WAV, WMA, MP3 fino a 24bit/192kHz
Display: LCD multitouch da 2,8’’
Connessioni: microUSB, jack 3,5mm
Memoria interna: 64GB + microSD fino a 128GB
SNR: 123db
THD + N: 0.003% (24bit, 48 kHz)
Dimensioni: 10,2×5,3×0,9 cm
Peso: 78 grammi
Prezzo: 300 euro
Sito produttore: www.cowonglobal.com

Pin It on Pinterest