Featured home HI-FI Prove What Hi Fi

B&W 607: a questo prezzo cosa si può volere di più?

B&W 607

I B&W 607 sono i diffusori più piccoli e abbordabili della nuova serie 600 S6 del produttore britannico… e suonano divinamente.

Abbiamo aspettato molto tempo per ascoltare la nuova serie B&W 600 S6, ma dopo alcuni giorni in compagnia dei diffusori B&W 606 dobbiamo ammettere che l’attesa non è stata vana. Questi diffusori da stand daranno infatti nuova vita ai vostri brani preferiti. Sono energici, restituiscono bassi potenti e solidi e offrono livelli di dettaglio e dinamiche inediti per speaker da 700 euro.

Così commentavamo nella recensione di dicembre gli eccellenti B&W 606 (e le cinque stellette lasciavano davvero pochi dubbi sulla loro qualità) e oggi ci concentriamo sui fratelli minori B&W 607, che assieme ai modelli da pavimento 603 (1600 euro la coppia) e al centrale HTM6 (530 euro) costituiscono la recente gamma entry-level 600 S6 del produttore britannico. Spulciando sul web, i B&W 607 si possono trovare in Italia anche a 420 euro contro i circa 500 euro del listino, cifra che rafforza ulteriormente la sensazione di essere di fronte a diffusori da stand dal rapporto qualità-prezzo imbattibile.

B&W 607: a questo prezzo cosa si può volere di più?

Costruzione e compatibilità

Con i loro 30 centimetri di altezza, i B&W 607 sono i diffusori più piccoli e convenienti di questa nuova gamma. Per chi ha familiarità con i precedenti diffusori della serie 600 di B&W, il cambiamento estetico più evidente di questi speaker aggiornati è la mancanza di iconici driver gialli che hanno segnato a lungo il look e la riconoscibilità dei diffusori Bowers&Wilkins. Quegli eleganti coni in kevlar infatti non ci sono più e al loro posto troviamo la membrana Continuum di color argento vista per la prima volta nei diffusori 800 di fascia alta.

Sviluppato in otto anni di ricerca, questo nuovo componente supera le prestazioni dell’Aramid fiber a tutto favore dei medi e ricopre l’unità woofer-midrange da 13cm, abbinata a un tweeter in alluminio a doppia cupola da 25 mm disaccoppiato. Disaccoppiando il tweeter dal pannello frontale, si riducono gli effetti degradanti delle vibrazioni del driver mid/bass, il cui risultato ci aveva già pienamente convinti durante i test dei B&W 606.

B&W 607: a questo prezzo cosa si può volere di più?

Il produttore britannico ha inoltre rimosso i piedini della griglia da questa sesta generazione della sua serie 600 optando per un design magnetico, mentre la porta reflex Flowport è stata spostata sul retro per ottenere un look frontale più pulito ed elegante; da notare che i 607 sono anche bi-wireable. B&W consiglia di posizionare questi diffusori a non meno di mezzo metro dalle pareti circostanti e a circa 1,5 o 3 metri di distanza dal punto di ascolto. Tuttavia, le loro dimensioni e il design rendono questi speaker adatti anche a chi non ha particolari spazi di manovra nel proprio ambiente di ascolto.

Qualità audio

Dopo averli rodati per qualche giorno, i B&W 607 hanno subito dimostrato un’energia e un entusiasmo incessanti, quasi come se la loro missione fosse renderci felici. Le prime impressioni sono di una risposta in gamma alta relativamente vivace (il charleston della batteria è sempre molto presente in qualsiasi brano ascoltato), ma i 607 possiedono una brillantezza in tutto il registro che trasforma questo attributo spesso problematico in un aspetto del tutto positivo, che serve tra l’altro per mostrare quanto sia brillante il loro senso del timing.

B&W 607: a questo prezzo cosa si può volere di più?

All’altro estremo dello spettro questi diffusori da stand sono capaci di una risposta dei bassi più profonda e autorevole di quanto le loro dimensioni suggerirebbero, con elementi sonori che ci aspettavamo sarebbero stati compromessi e che invece sono ben presenti nel soundstage, con il tipo di timbrica e chiarezza riscontrato altrove nel range di frequenza. Anche i livelli di dettaglio sono prevedibilmente buoni, con un equilibrio davvero impressionante nel restituire texture sonore complesse e variegate, anche se alla fine è soprattutto la propensione all’espressività che ci ha fatto apprezzare così tanto i B&W 607.

Il timing preciso è combinato con un il giusto impatto ed entusiasmo, in un mix che difficilmente non vi conquisterà. I 607 dimostrano inoltre di non aver bisogno di chissà quale volume per essere ascoltati con piacere e, ancora una volta, B&W propone un sound che spinge al divertimento e allo svago. Ai 607 abbiamo affiancato i tanto apprezzati Mission QX-2 (dal prezzo molto simile) per fare un confronto diretto tra due coppie di eccellenti diffusori da stand e la differenza di personalità è netta. I QX-2 sono più riservati e raffinati, consentendo alla loro maggiore massa fisica di fornire prestazioni più “pesanti”. Non hanno però il senso dell’urgenza o il punch dei B&W, con il risultato che sono meno capaci di trascinare l’ascoltatore e coinvolgerlo.

B&W 607: a questo prezzo cosa si può volere di più?

 

Posizionando invece i 607 accanto ai fratelli maggiori 606, risulta evidente la politica dei prezzi adottata da B&W. I 606 offrono infatti una presentazione prevedibilmente più audace e piena, ma anche un aggiornamento in termini di dinamica, che aiuta nell’organizzazione di schemi ritmici più complessi e difficili. Per chi ha il giusto budget (circa 200 euro in più) e più spazio per posizionarli, i 606 rimangono preferibili, riuscendo a unire i principali talenti dei 607 (soprattutto quel carattere generale immediatamente gradevole) e migliorandone alcuni aspetti.

Verdetto

Se avete poco più di 400 euro da spendere per dei nuovi diffusori da stand, al momento non vediamo molte alternative valide ai B&W 607, che si sono rivelati incredibilmente energici, divertenti ed equilibrati. Certo, con circa 200 euro in più i B&W 606 sono sicuramente preferibili, ma se il vostro budget non ve lo permette andate sicuri sui 607. Non ve ne pentirete.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di B&W 607: a questo prezzo cosa si può volere di più? e B&W 607: a questo prezzo cosa si può volere di più? dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
5

Summary

I B&W 607 sono i diffusori più piccoli e abbordabili della nuova serie 600 S6 del produttore britannico… e suonano divinamente.

Pro
Diffusori dinamici e ricchi di impatto
Dettaglio ottimo e bilanciamento naturale
Versatili nel posizionamento

Contro
Nulla da segnalare a questo prezzo

Scheda tecnica
Tipo: 2 vie, bass reflex posteriore
Altoparlanti: 1 woofer da 13 cm, 1 tweeter da 2,5cm
Risposta in frequenza: 52Hz-28kHz, +/- 3dB
Sensibilità: 84dB spl
Impedenza: 8 ohm (minimo 4 ohm)
Potenza raccomandata: 30W-100W
Dimensioni: 300X165X207 cm
Peso: 4,75 Kg
Prezzo: 500 euro la coppia
Sito del produttore: https: www.bowers-wilkins.co.uk
Distributore italiano: www.audiogamma.it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest