JBL LINK AUDIOCONNESSO
Featured home HI-FI Prove

Amazon Echo Studio – La recensione

Amazon Echo Studio - La recensione

A un prezzo abbordabile Amazon propone il suo nuovo altoparlante intelligente Echo Studio. E la qualità audio proposta è davvero molto alta

Amazon ha svelato molti prodotti nell’ultimo periodo, ma tra tutti, quello che merita senz’altro più attenzione è il nuovo Echo Studio. Questo perché Amazon sta prendendo sempre più seriamente la qualità del suono dei propri dispositivi, e Echo Studio è l’esempio più evidente di questa nuova strategia. Echo Studio è un diffusore intelligente che supera quasi tutti gli altri nella sua fascia di prezzo, che poi non è così alta visto che lo si può acquistare per soli 199,99 euro, e non è detto che durante il Black Friday del 29 novembre possa subire una riduzione di prezzo.

Hardware di ultima generazione

Echo Studio diventa quindi l’altoparlante da acquistare per chiunque voglia godere di una riproduzione audio di alto livello senza complicarsi la vita eccessivamente. Echo Studio ha abbastanza amplificazione per riempire una stanza senza distorcere il suono, grazie alla presenza di tre altoparlanti da 2 pollici per i toni medi che forniscono direzioni di copertura distinte, insieme a un tweeter frontale da 1 pollice e woofer rivolto verso il basso per amplificare i toni bassi.  A questi vanno aggiunti  un DAC a 24 bit e un amplificatore di potenza con 100 kHz di larghezza di banda.

Amazon Echo Studio - La recensione

Qualità audio di alto livello

E suona bene, molto bene. Se l’attuale generazione Echo ed Echo Plus hanno abbastanza bassi per soddisfare la maggior parte degli utenti, il suono si distorce facilmente ad alti volumi. Con Echo Studio no: l’altoparlante calibra automaticamente la sua equalizzazione in base alle condizioni della stanza, utilizzando i suoi sette microfoni per ascoltare l’eco e altri fattori ambientali, e riproduce il suono in tutta sicurezza.

La qualità delle voci sono di altissimo livello, e il suono caldo e molto preciso diventa ideale per ascoltare quasi tutti i generi musicali. I toni bassi possono diventare un po’ “prepotenti” a seconda della canzone, e potrebbero non essere così nitidi come offerto da altri speaker, ma sicuramente dobbiamo andare su prodotti ben più costosi per trovare delle differenze, che a molti potrebbero sembrare impercettibili.

Amazon Echo Studio - La recensione

Home theater con Fire TV 4K

Ciò che vale la pena provare, è il supporto Dolby Atmos incluso che, se abbinato a un Fire TV 4K e ad alcuni contenuti Prime Video o Netflix, è molto coinvolgente, soprattutto considerando che arriva da un prodotto così piccolo. Naturalmente, Amazon consiglia di acquistare un secondo Echo Studio da configurare come coppia stereo, il che migliora sicuramente l’esperienza Atmos, ma questo tipo di test non è stato possibile eseguirlo per mancanza di un secondo Echo Studio. Ad ogni modo guardare alcuni episodi della stagione 2 di Jack Ryan abilitandone solo uno è stata una bella esperienza. Echo Studio supporta anche lo standard Sony 360 Reality Audio.

Alexa sempre presente e anche Zigbee

Naturalmente, Studio è anche fornito dell’assistente vocale Alexa e, come i precedenti prodotti Echo, è in grado di rilevare la propria voce molto bene anche con la riproduzione di musica ad alto volume. Solo poche volte è stato necessario agire manualmente sul volume (che era molto alto) prima che sentisse la mia voce, ma per la maggior part delle volte ha garantito un’esperienza Alexa familiare e affidabile. Inoltre, Echo Studio integra un hub Zigbee per facilitare la connessione di dispositivi domestici intelligenti.

Input completo

Una bella notizia arriva anche dall’input ausiliario. Se non vogliamo trasmettere audio in streaming wireless allo Studio, un jack da 3,5 mm incluso svolge un doppio ruolo ovvero anche quello di mini ingresso Toslink ottico, permettendo di collegare qualsiasi apparecchiatura stereo. Difficilmente si userà tale connessione, ma il fatto di averla è comunque una bella cosa. Probabilmente più utile è la possibilità di eseguire lo streaming su Echo Studio tramite Bluetooth, per sfruttare fonti che Alexa non supporta nativamente.

Amazon Echo Studio - La recensione

 

Una funzione inutile per molti

Uno dei pochi nei che si possono contestare a Echo Studio è l’impostazione chiamata Miglioramento spazialità stereo che, stranamente è abilitata di default. Poiché Amazon mette in evidenza Echo Studio come un altoparlante 3D, il primo nel suo genere, esegue automaticamente il mixaggio o, più precisamente, confonde i mix, dalla musica stereo all’audio 3D.

Se questa tecnologia, in teoria, ha il potenziale per far suonare bene le canzoni masterizzate in HD,  con la maggior parte di quelle stereo non ha la stessa precisione e dinamicità. In pratica è l’equivalente audio della conversione di video a 720p in 4K: si ha l’immagine però si perdono dettagli, colore e via dicendo.

Amazon Echo Studio - La recensione

Ascoltando musica in questo formato, dall’hip-hop al metal, passando alla musica leggera italiana, nessuno di questi suonava meglio del mix stereo standard. Le voci spariscono nel profondo della strumentazione che, sulla base degli algoritmi 3D, diventa disgiunta e in contrasto con il resto dell’armonia.

È comunque comprensibile che Amazon abbia sviluppato una funzionalità come questa, visto il suo servizio Amazon Music HD, ma abilitarla di default non è probabilmente la scelta migliore. Infatti potrebbe rovinare all’istante l’esperienza per la maggior parte delle persone che vogliono semplicemente ascoltare i loro brani preferiti riprodotti da un grande e potente altoparlante intelligente e non sanno della presenza di tale funzione. Non tutti infatti controllano le impostazioni dei dispositivi Amazon sull’app Alexa.

Amazon Echo Studio - La recensione

Design rivedibile

Infine, si sarebbe potuto fare uno sforzo maggiore a livello di design. Lo chassis circolare sembra fin troppo semplice, anche se almeno è presente una gradevole apertura nella parte bassa che rompe “la monotonia” dell’estetica di Echo Studio. Questo potrebbe far storcere il naso a chi vuole mostrare i suoi altoparlanti intelligenti in una determinata stanza, ma come sempre, in questo caso, è un’opinione molto soggettiva.

Verdetto

Amazon Echo Studio è uno speaker da tenere in considerazione per chi vuole un prodotto semplice da usare e che offra una più che buona qualità audio. Senza dimenticare le altre caratteristiche “smart” sempre utili, tra cui l’assistente vocale Alexa e l’Hub Zigbee.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Amazon Echo Studio - La recensione e Amazon Echo Studio - La recensione dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Amazon Echo Studio - La recensione

Author: Danilo Loda

  • Verdetto
4

Sommario

Uno smart speaker che offre un’altissima qualità audio e può anche diventare il centro nevralgico di una smart home grazie all’Hub Zigbee integrato e all’assistente Alexa

Pro
Audio di alto livello
Supporto Dolby Atmos
Semplice da configurare e gestire

Contro
Design un po’ “vecchio”
Funzione Miglioramento spazialità stereo abilitata di default

Scheda tecnica
Potenza: 330W
Connettività: Bluetooth 4.2, Wi-Fi, Jack 3,5 mm.
Altezza x diametro: 206 x 175 mm
Peso: 3,5 kg
Prezzo: 199,99 euro
Sito del produttore: www.amazon.it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest