Featured home Mobile Notizie

ZTE: smartphone bifacciale per selfie con la fotocamera principale

zte smartphone

ZTE brevetta uno smartphone a schermo intero con un secondo display più piccolo sul retro, ideale per fare selfie con la fotocamera principale.

A metà del 2018, ZTE ha depositato un brevetto di design presso l’agenzia cinese dei brevetti CNIPA per la commercializzazione di uno smartphone bifacciale. Il brevetto è stato pubblicato la scorsa settimana ed è stato scoperto dal sito olandese Mobiel Kopen.

Simile al Galaxy Note 10

Una serie di illustrazioni mostrano uno smartphone ZTE a schermo intero che sembra molto simile al Samsung Galaxy Note 10. L’immagine mostra entrambi gli smartphone uno accanto all’altro, e come si può notare le somiglianze sono evidenti.

ZTE: smartphone bifacciale per selfie con la fotocamera principale

I bordi del telefono hanno un design un po’rettangolare e le cornici sono molto minime. Sul retro si nota una configurazione a tripla fotocamera, situata sul lato sinistro dello smartphone. Non si vede nessuno scanner di impronte digitali quindi è presumibile che questo smartphone lo integri sotto al display.

Fotocamera selfie? Quella principale

La parte frontale mostra un design a schermo intero: non c’è una fotocamera a integrata in un foro nel display, né una notch o una fotocamera pop-up. Infatti ZTE ha incorporato un secondo display più piccolo sul retro, direttamente accanto alle telecamere. Questo display consente agli utenti di realizzare selfie ad alta risoluzione con la fotocamera principale. In termini di design, questa è fondamentalmente la principale differenza con il Note 10.

ZTE: smartphone bifacciale per selfie con la fotocamera principale

Si amplia la serie Axon?

Non è il primo smartphone di ZTE a disporre di una configurazione della fotocamera posizionata verticalmente sulla sinistra. Axon 10 Pro è dotato di una tripla telecamera situata sullo stesso lato. Se questo smartphone a doppia faccia diventerà una realtà, sembra logico che verrà inserito nella serie Axon. Proprio come l’Axon M, un smartphone unico con due schermi tenuti insieme da una cerniera.

Smartphone bifacciale nel DNA ZTE

L’ex sussidiaria di ZTE, Nubia, fu tra i primi produttori a introdurre uno smartphone a due lati. Alla fine dell’anno scorso è stata rilasciato il Nubia X. Forse le reazioni entusiastiche hanno spinto ZTE a sviluppare un modello simile, solo che questa volta lo smartphone non presenta un secondo display a schermo intero, ma uno di dimensioni più ridotte. Ciò potrebbe migliorare la durata della batteria, mentre gli utenti potranno ancora usare la camera principale per fare selfie, che è poi l’unica ragione per implementare un secondo display.

Se ZTE sarà in grado di produrre questo smartphone bifacciale entro un ragionevole lasso di tempo, potrebbe avere un notevole successo. Le sanzioni statunitensi sono state revocate e speriamo che questo consenta alla compagnia cinese di mostrare ancora alcune grandi innovazioni.

ZTE: smartphone bifacciale per selfie con la fotocamera principale

Author: Danilo Loda


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest