Featured home Hi-Fi Notizie

Zephyr Apollo: la scommessa del giradischi intelligente

Zephyr Apollo

Il giradischi Zephyr Apollo è in grado di rilevare automaticamente i brani su un vinile e può essere programmato per riprodurre brani e playlist selezionate.

Mentre molte persone sono innamorate del suono del vinile, non tutti apprezzano le limitate funzionalità di riproduzione di questo supporto, soprattutto quando provengono dagli odierni device digitali. Il giradischi “medio” infatti non riprende la riproduzione quando arriva alla fine della facciata del vinile, non consente di saltare le tracce o di programmare addirittura delle playlist.

Zephyr Apollo: la scommessa del giradischi intelligente

Il giradischi Zephyr Apollo promette invece di fare tutto questo, mantenendo al tempo stesso un audio hi-fi di fascia alta. Il suono analogico, la tecnologia digitale è l’invitante motto di questo prodotto, che mira a combinare un classico giradischi analogico high-end con controlli digitali che, pur non essendo un’invenzione del tutto nuova (molti giradischi di fascia alta negli anni ’70 e ’80 avevano il ritorno automatico del braccio), raramente si vedono nei modelli odierni. E qui, è bene ricordarlo, parliamo di un controllo della riproduzione dei vostri vinili anche da un’app sullo smartphone.

Per quanto riguarda la tecnologia di riproduzione, lo Zephyr Apollo usa un braccio tangenziale. Questo design mantiene la cartuccia parallela al giradischi durante la riproduzione, imitando il modo in cui un disco viene originariamente creato durante il processo di taglio. Ciò dovrebbe portare a un suono più preciso. Il piatto in plastica è controllato da un motore di alta qualità con micro-stepping e da un sistema di trasmissione a cinghia. La progettazione del braccio dell’attuatore a bilanciamento automatico dovrebbe inoltre ridurre lo stress della puntina, il che è positivo per la qualità audio e la durata del vinile.

Zephyr Apollo: la scommessa del giradischi intelligente

Un display touch da 5 pollici consente di accedere alle varie funzioni di riproduzione, lavorando in tandem con uno scanner ottico sul braccio per fornire un controllo traccia-per-traccia. Il braccio può tornare automaticamente all’inizio alla fine di un vinile o saltare a una determinata traccia e si può persino programmare un’intera playlist di brani. Tutto ciò può essere fatto tramite il display, ma la ciliegina su questa torta “intelligente” è la promessa di replicare questi controlli tramite un’app Android o iOS installata sullo smartphone.

Tutto questo vi ispira o quantomeno incuriosisce? Se la risposta è sì, potete sostenere il progetto Zephyr Apollo su Kickstarter, dove è approdato grazie a un’idea delle persone dietro Vinylicious Records (un famoso negozio di dischi a Singapore). Il progetto ha bisogno di circa 43000 euro di finanziamenti entro l’1 agosto per diventare realtà. Ce la farà? Noi speriamo di sì.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest