Technics C50 AF DIGITALE
Home cinema Prove

Yamaha RX-A3060: principe del surround

yamaha rx-a3060 apertura silver

Il nuovo sintoamplificatore Yamaha RX-A3060 della gamma Aventage porta l’esperienza degli amanti dell’Home Cinema ad un nuovo livello.

Non scopriamo certo oggi come i sintoampli Yamaha siano tra i primi in assoluto nella gamma budget e in quella premium, combattendo ad armi pari con i modelli blasonati come il Denon AVR-X3300W. Giusto poche settimane fa abbiamo premiato l’economico ma completissimo RX-V581 con il massimo dei voti e ora, cambiando completamente fascia di prezzo (2.249 euro al listino ufficiale italiano), tocca a uno degli ampli Yamaha più attesi dell’anno, ovvero il modello Yamaha Aventage RX-A3060, lo stesso che a IFA 2016 ha catalizzato l’interesse di tutti. Vediamo se anche questo “mostro” sonoro meriterà le ambite cinque stelle.

Costruzione

Yamaha RX-A3060: principe del surroundI sintoampli della gamma Aventage (come in questo caso) sono considerati i prodotti dalle performance più elevate della casa dei tre diapason e lo si capisce subito dopo aver estratto dalla voluminosa confezione lo Yamaha RX-A3060. Un bestione da 20 Kg che trasmette immediatamente una sensazione di estrema stabilità e solidità anche grazie alla tecnologia proprietaria ART, che prevede un quinto piedino nella parte centrale dello chassis per minimizzare l’impatto delle vibrazioni.

Yamaha RX-A3060: principe del surroundL’elegante pannello centrale in alluminio dà accesso a controlli e ingressi aggiuntivi tra cui una porta USB, un jack per le cuffie e un ulteriore ingresso HDMI, utile ad esempio per collegare al volo una videocamera.

Yamaha RX-A3060: principe del surroundEntrambe le manopole per la selezione della sorgente e per il controllo del volume sono estremamente solide e anche la velocità con cui i valori cambiano non è quella che si riscontra negli ampli di fascia più economica, ma dipende dalla forza che imprimiamo nel girarle. Il modello da noi testato ha finiture in titanio, ma se volete qualcosa di più tradizionale e “cattivo” è disponibile anche la versione “total black”.

L’unico aspetto poco convincente per un prodotto da oltre 2.000 euro di listino è il telecomando, che per design e materiali sembra appartenere più a un amplificatore economico che non a un Aventage; tra l’altro è fin troppo ingombrante e manca di retroilluminazione, feature che invece non dovrebbe mancare per un prodotto in questa fascia di prezzo.

Funzioni

Yamaha RX-A3060: principe del surroundYamaha RX-A3060 è un sintoampli a nove canali, con a bordo tutto quello che serve anche per gestire più zone d’ascolto e le più disparate impostazioni surround per gli amanti dell’Home Cinema. Non manca il supporto al Dolby Atmos (in configurazione 7.1.2 e 5.1.4) e al DTS:X, con in più la modalità surround propria di Yamana denominata DSP HD3 che, in pratica, punta ad aumentare la spazialità delle configurazioni surround a 5.1 o 7.1 canali.

A livello di connettività troviamo poi tutto quello che serve tra Wi-Fi, Ethernet, Bluetooth, AirPlay e DLNA, cosa che rende l’RX A3060 un ampli perfetto per ascoltare brani da qualsiasi fonte connessa in modalità wireless o cablata.

Yamaha RX-A3060: principe del surroundInteressante il discorso del Bluetooth, in quanto l’ampli non fa solo da ricevitore, ma può anche trasmettere audio in modalità wireless a uno speaker o a un paio di cuffie Bluetooth. Si tratta di una funzione che fa parte del sistema multi-room di Yamaha (MusicCast), che permette di trasmettere audio in streaming da e verso altri dispositivi Yamaha compatibili utilizzando l’app mobile MusicCast Controller.

Se poi siete soliti ascoltare musica in streaming, Yamaha fornisce supporto nativo a Qobuz (il servizio per lo streaming di alta qualità), Spotify Connect, Napster e alla radio internet vTuner. L’ampli inoltre digerisce audio hi-res fino a 24-bit/192kHz WAV e FLAC, oltre a riprodurre senza alcun problema file DSD.

Yamaha RX-A3060: principe del surroundUn aspetto tipico di ampli in questa fascia di prezzo è la quantità esorbitante di ingressi e l’RX-A3060 non fa eccezione. Troviamo infatti otto ingressi e due uscite HDMI, tutti certificati HDCP 2.2 e compatibili con segnali video 4K/60p e HDR, senza dimenticare l’upscaling 4K interno.

Yamaha RX-A3060: principe del surroundPer il sistema di calibrazione automatica tramite microfono, l’RX A3060 si affida al già noto e fidato YPAO, che continua a funzionare in modo eccellente facendo compiere all’utente diverse misurazioni dell’ambiente d’ascolto da differenti posizioni per un set-up il più accurato possibile. YPAO misura anche l’altezza e l’angolazione dei diffusori e si tratta di un sistema molto accurato, nonché uno dei più rapidi in assoluto anche quando si compiono numerose misurazioni da più punti di ascolto. Se poi, come già detto, il telecomando è poca cosa rispetto agli altri aspetti dell’amplificatore, le app mobile di Yamaha per iOS e Android sono sinceramente tutta un’altra cosa. Le funzioni basilari dell’ampli si possono controllare tramite l’app MusicCast controller, mentre per i controlli più approfonditi è disponibile l’app AV Controller.

Qualità audio

Yamaha RX-A3060: principe del surroundNon sarebbe un ampli Aventage senza l’abituale e ampia scelta di modalità surround tra cui scegliere. Sci-Fi, Sport, Chiesa, Teatro e molte altro ancora riescono a coprire qualsiasi esigenza di ascolto e di ambienza, anche se per sfruttare lo Yamaha RX-A3060 al meglio consigliamo caldamente di attivare l’impostazione Pure Audio, che esclude tutta la circuiteria non necessaria. Provate ad esempio ad ascoltare una colonna sonora movimentata come quella di Wolverine con Pure Audio attivato e disattivato. Nel primo caso l’RX-A3060 suona molto più pulito, brillante e dettagliato, mettendo anche in campo una dinamica più spinta.

Yamaha RX-A3060: principe del surroundFino dai titoli di testa con la sequenza d’apertura in cui compare il logo di 20th Century Fox è notevole la dinamica espressa. E che dire delle sequenze iniziali a Nagasaki, con l’attesa dello sgancio della bomba atomica, il fischio che precede l’impatto con il terreno, l’esplosione e la distruzione successiva?

Una scena sonora molto complessa, ricca e variegata dove entrambi i fronti sono incessantemente all’opera e dove il sub, soprattutto al momento dell’esplosione, è sempre presente con bordate molto potenti. Se poi si passa alla sequenza del combattimento sul treno in movimento, ecco che lo Yamaha RX-A3060, rispetto ad ampli di minor valore che potrebbero restituire una scena fin troppo metallica e “fastidiosa” nel sottolineare gli scontri tra Wolverine e gli uomini della Yakuza, fa la differenza, restituendo l’impatto tra il metallo del coltello e l’adamantio di Wolverine con una precisione e una presenza di assoluto rilievo. Yamaha RX-A3060: principe del surroundNiente da ridire nemmeno sui dialoghi, precisi e brillanti sia che si tratti del tono cupo e profondo di Wolverine, sia che entri in scena quello più gentile e femminile di Mirako. L’RX-A3060 riesce a restituire l’emozione e il dettaglio delle voci in modo impeccabile. Lo stesso vale per la musica. Provate ad esempio ad ascoltare The Way You Make Me Feel di Michael Jackson su Spotify Connect o Qobuz e vi accorgerete di come il brano suoni potente e solido ma mai troppo intenso o carico; in poche parole una resa estremamente naturale che cattura in modo brillante la natura divertente e movimentata della canzone.

Yamaha RX-A3060: il verdetto

Non c’è certamente penuria di sintoampli entry level sul mercato, ma se volete salire di livello e avete pronti in casa tutti i diffusori che servono per un’esperienza Home Cinema all’altezza (meglio ancora se siete già Dolby Atmos ready), Yamaha RX-A3060 è una delle scelte migliori che possiate fare se avete il budget giusto.

© 2016, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Yamaha RX-A3060: principe del surround e Yamaha RX-A3060: principe del surround dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

In sintesi
  • Yamaha RX-A3060
5

Il nostro verdetto

Il nuovo nato Yamaha RX-A3060 è un sintoampli davvero talentuoso e ben equilibrato sul fronte del rapporto tra il prezzo e le prestazioni

Pro
Dinamica travolgente
Suono potente e controllato
Dettaglio eccellente
Costruzione solida
App di controllo funzionali

Contro
Il telecomando avrebbe meritato altre attenzioni

Scheda tecnica
Sito produttore: it.yamaha.com
Prezzo: 2.249 euro
Canali/potenza(w): 9.2 x 150
Surround Mode: Dolby Atmos, DTS:X, Pro-Logic II, Pro-Logic IIx, Dolby Digital EX, DTS Neo:6, DTS-ES, DTS 96/24
Tuner: FM, MW, Internet
Auto set-up: Sì
Video upconversion: Sì
Video scaling: 2160p
HD audio via HDMI: Sì
Network capable: Sì
Ingressi audio: HDMI x8, Ottica x3, Coassialex3, USB, Analogica x9, Ethernet


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest