UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
AF Gaming Home cinema Prove Test

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così così

xbox one s apertura

Xbox One S è il lettore Ultra HD Blu-ray più economico sul mercato, ma proprio per questo non bisogna aspettarsi una resa audiovisiva di riferimento.

A Microsoft piacerebbe pensare alla sua nuova Xbox One S come a un equivalente videoludico di Terminator 2, ovvero un sequel migliore dell’originale dove i dialoghi sono accettabili, gli attori credibili e il film divertente e spettacolare. In effetti le prime avvisaglie sono incoraggianti. Un nuovo design e nuove funzioni della console (inclusi 4K e il supporto per l’HDR) colpiscono certamente fin da subito, ma basteranno a fare di Xbox One S quell’ottimo “sequel” di Xbox One che Microsoft si aspetta?

Ultra HD

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìQuando Microsoft ha annunciato che Xbox One S avrebbe integrato un lettore Ultra HD Blu-ray, sono stati in molti ad apprezzare questa scelta, che è diventata ancora più significativa dopo che Sony, alcune settimane fa, ha annunciato l’assenza del lettore nella prossima PlayStation 4 Pro. Al momento di scrivere Xbox One S, con i suoi 299 euro per la versione da 500 GB, diventa così il lettore Ultra HD Blu-ray più economico sul mercato e costa praticamente la metà del Panasonic DMP-UB900, al momento il modello più costoso tra i tre disponibili (non dimentichiamoci infatti del Samsung UBD-K8500, a metà strada tra Xbox One S e il lettore Panasonic).

4K HDR

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìXbox One S è una console complessa da analizzare. Iniziamo ad esempio dal discorso del 4K. Questa non è una console 4K; per giocare a titoli in 4K nativo bisognerà infatti aspettare la prossima console di Microsoft chiamata per ora Project Scoprio e attesa sul mercato a fine 2017. Quello che Xbox One S fa, impostando l’uscita video HDMI a 4K, è upscalare in 4K i giochi esistenti a 720p o a 1080p, ovvero la stessa identica cosa che riesce a fare qualsiasi TV 4K quando deve visualizzare contenuti non in 4K nativo.

Per quanto riguarda invece l’HDR, che deve essere abilitato sempre dalle impostazioni video della console, si tratta di un plus fruibile per ora solo con gli Ultra HD Blu-ray, con futuri giochi (per ora c’è solo Forza Horizon 3 che lo supporta) o con alcuni contenuti in streaming (pochi a dire il vero) di Netflix, la cui app è disponibile per Xbox One S tramite download gratuito.

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìXbox One S ha ripreso dal modello precedente anche l’ingresso HDMI, che se da un lato è utile per collegare un set-top box dall’altro non fornisce il pass-through di segnali video in 4K e questo è un limite da non sottovalutare. Magari Microsoft deciderà in un secondo tempo di abilitare il pass-through con un apposito aggiornamento, ma per ora bisogna rinunciarvi.

Anche la capacità di leggere gli Ultra HD Blu-ray presenta un problema. A causa infatti del modo in cui Xbox One S processa i flussi audio, le tracce audio dei film sono decodificate internamente in PCM. Cosa significa ciò? Semplicemente (e purtroppo) non si possono ascoltare nel loro formato originale le tracce in Dolby Atmos e DTS: X degli Ultra HD Blu-ray, che infatti necessitano di un passaggio bitstream a un amplificlatore compatibile.

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìNon un gran problema per il videogiocatore medio, ma per l’appassionato di Home Theater che magari sperava di farsi un impiantino domestico Dolby Atmos non è un limite da sottovalutare, benché al momento le uniche tracce audio in questo formato negli Ultra HD Blu-ray italiani rimangano esclusive della lingua inglese.

Interfaccia

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìDal lancio di Xbox One nell’autunno di tre anni fa, l’interfaccia della console di Microsoft è andata incontro a diversi cambiamenti, con una semplificazione visiva e organizzativa incentrata su un “tile-look” in stile Windows Phone che ha certamente migliorato le cose, seppur ancora adesso l’interfaccia di Xbox One S non sia il massimo della comodità e comprensione. Per raggiungere alcune funzioni infatti, bisogna ancora compiere troppi passaggi, a causa di sottomenu concepiti con poca attenzione a un loro facile e rapido accesso. L’integrazione con Cortana (l’assistente vocale di Microsoft) funziona utilizzando una cuffia dotata di microfono o tramite Kinect (non presente nella confezione), per far funzionare il quale però è necessario un apposito adattatore.

Costruzione e design

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìXbox One era stata critica da molti per il suo aspetto troppo squadrato e ben poco elegante, mentre per Xbox One S, che può essere tenuta sia in verticale, sia in orizzontale, Microsoft ha optato per un design più slim, con dimensioni inferiori del 40% rispetto a Xbox One. Ad andarsene è stato anche l’ingombrante alimentatore esterno ora integrato direttamente nella console, tanto che per alimentare Xbox One S è sufficiente un semplice cavo da attaccare alla presa elettrica.

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìUna nota per i modelli disponibili. Al momento il modello rilasciato al day one con 2 TB di storage è praticamente introvabile, mentre quello da 500 GB con in bundle FIFA 17 si può trovare a poco meno di 300 euro e, dal 6 ottobre, sarà possibile acquistare un modello speciale da 2 TB venduto a 449 euro assieme a Gears of War 4.

Alla fine, pur apprezzando il nuovo design, si ha la sensazione di un prodotto un po’ più economico rispetto all’aspetto certamente più rozzo ma al tempo stesso più solido e di qualità del modello precedente. Anche il pad wireless è stato rivisto e ora ha una distanza di funzionamento più ampia (circa il doppio), dimensioni leggermente più ristrette e una nuova superficie antiscivolo, ma anche in questo caso si viene a perdere un po’ in solidità rispetto al pad di Xbox One. Tra l’altro Microsoft non ha ancora inserito nel pad una batteria ricaricabile e quindi tocca utilizzare le pile stilo AA.

Qualità video

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìAbbiamo testato Xbox One S con un TV Samsung SUHD UE55KS9000 e con diversi Ultra HD Blu-ray tra cui quello di The Amazing Spider-Man 2, ottenendo in cambio un quadro video pulsante, carico, pulito e dettagliato, soprattutto nei colori accesi della tuta di Spider-Man e anche nelle sequenze negli esterni newyorkesi in notturna.

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìInsomma, una prova superata brillantemente, anche se passando al Panasonic DMP-UB900 si nota piuttosto facilmente una leggera superiorità della resa in HDR, soprattutto come picchi di luminosità, ricchezza cromatica e contrasto nei passaggi del film più difficili da rendere. Nulla di sconvolgente intendiamoci, ma solo quel qualcosa in più che l’appassionato non farebbe fatica a notare, anche se il fattore prezzo continua a rimanere una discriminante non da poco per il lettore Panasonic.

Qualità audio

Xbox One S: prezzo ok, audio e HDR così cosìAbbiamo già detto della caratteristica di Xbox One S nel processare internamente in PCM le tracce audio dei film. Facendo un test di ascolto con un amplificatore Yamaha RX-A3060, la console restituisce un messaggio sonoro mediamente più brillante ma anche più “striminzito” rispetto a quanto offerto dal lettore Panasonic, che fornisce invece una resa migliore un po’ in tutti i comparti, dal dettaglio alla dinamica. Abbiamo scelto come disco test il Blu-ray di Edge of Tomorrow e in particolare la sequenza in cui i soldati si apprestano a scendere sul pianeta. Una scena ricca di tensione, con i rombi dei motori ben supportati dal sub e le voci quasi urlate degli attori che con il Panasonic sono rese con il giusto senso di drammaticità e coinvolgimento, mentre con Xbox One S il tutto suona leggermente più ristretto e in modo non così espansivo e ampio.

Verdetto

Come se la cava alla fine Xbox One S nel suo voler essere un perfetto sequel di Xbox One? Nulla da ridire se la osserviamo unicamente come console videoludica, ma come lettore Ultra HD Blu-ray e in generale come player Home Theater è ancora indietro rispetto all’odierno top di gamma Panasonic DMP-UB900 sia nella resa dell’HDR, sia nel modo in cui restituisce le tracce audio multicanale. Certo, il prezzo gioca un ruolo non da poco a favore di Xbox One S, ma proprio per questo non aspettatevi una resa di riferimento con i Blu-ray e gli Ultra HD Blu-ray.

  • Suono
  • Funzioni
  • Costruzione
  • Immagine
3

Riassunto

Xbox One S è il lettore Ultra HD Blu-ray più economico sul mercato, ma proprio per questo non bisogna aspettarsi una resa audiovisiva di riferimento.

Pro
Prezzo
Controller e design rivisti
Resa di buon livello con materiale in 4K a livello di dettaglio

Contro
Bisogna ancora lavorare sull’interfaccia
La resa in HDR non ci ha convinti appieno
Non riproduce nativamente le tracce in Dolby Atmos e in DTS:X
Non fa da pass-through per segnali 4K

Scheda tecnica
Storage interno: 500 GB/2TB
Uscita HDMI: sì
Ingresso HDMI: sì
Uscita audio ottica
3 porte USB
Connettività: Ethernet, Wi-Fi
Prezzo: 299 euro
Sito produttore: https://www.microsoft.com/it-it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest