Featured home Focus Mercati Notizie

Smartphone: venduti un miliardo e mezzo di pezzi

smartphone 2017

Il mercato globale degli smartphone cresce costantemente anche se a ritmi più bassi. Il segmento ha fatto registrare una battuta d’arresto nel quarto trimestre del 2017 in tutto il mondo, Italia compresa.

Nell’ultimo trimestre dell’anno, il mercato degli smartphone ha fatto segnare una battuta d’arresto, la più massiccia dalla loro introduzione sul mercato. Lo sostiene Strategy Analytics in un recente studio. Per la società di ricerche di mercato le vendite globali di smartphone nel quarto trimestre 2017 sono crollate del 9%, passando dai 438,7 milioni di unità nel quarto trimestre 2016 a 400,2 milioni. La contrazione del mercato sarebbe stata causata dal crollo nell’enorme mercato cinese, in cui la domanda è diminuita del 16% rispetto allo stesso periodo all’anno. Di fatto i cinesi comprano meno apparecchi nuovi, tenendosi in tasca il loro vecchio modello per un periodo di tempo più lungo.

Mercato globale SmartphoneTuttavia, la ricerca di Strategy Analytics evidenzia che su base annua, le vendite globali di smartphone sono cresciute dell’1% e hanno superato per la prima volta l’impressionante cifra di 1,5 miliardi di unità. Tra poche settimane andrà in scena il MWC 2018, momento cardine per l’intero comparto dei terminali portatili, mai come quest’anno un vero banco di prova per molte aziende.

In calo la Cina ma non solo

Ma il mercato cinese non è stato l’unico a rallentare la sua marcia. Sempre nel Q4, dice questa volta GFK, l’Europa Occidentale ha registrato una flessione del 3%. In Italia le cose non sono andate molto meglio, visto che la società di ricerche di mercato ha registrato un calo delle vendite del 2,3% per un totale di 5,5 milioni di smartphone venduti. Il dato è siginificativo, visto che l’ultimo trimestre dell’anno complice il ricco mercato natalizio, è sempre stato quello in cui i produttori facevano l’ en plein. E a ben vedere a Samsung, Apple, Huawei & Co. non è andata proprio male, dal momento che il trend a valore è stato positivo, con una crescita del mercato dell’1,9% rispetto allo stesso periodo del 2016. Il motivo? Gli italiani gradiscono gli smartphone di ultima generazione con schermi più generosi, e un prezzo medio decisamente più alto rispetto agli entry level.

Apple stabile

smartphone vendite per produttore 2017Torniamo alla situazione mondiale. Sempre dai dati raccolti da Strategy Analytics, Apple nel quarto trimestre 2017 ha venduto 77,3 milioni di iPhone in tutto il mondo, perdendo di fatto un milione di apparecchi per strada rispetto ai 78,3 milioni venduti nel quarto trimestre 2016. Nonostante la robusta domanda di iPhone X e il prezzo medio di vendita dell’iPhone si sia avvicinato all’incredibile soglia degli 800 dollari, si è infatti rilevato che i volumi globali di iPhone sono in realtà diminuiti su base annua per 5 degli ultimi 8 trimestri. “Se Apple desidera espandere le vendite in futuro – dice Neil Mawston, Executive Director di Strategy Analytics – dovrà lanciare una nuova linea di iPhone meno costosi e iniziare a spingere verso il basso, non verso l’alto, la curva dei prezzi”. Su base annua le vendite di “Melafonini” sono rimaste praticamente invaritate: 400 mila pezzi in più per un totale di 215 milioni 800mila terminali nel 2017.

Samsung resta la prima della classe

Anche per Samsung il quarto trimestre dell’anno non ha dato i risultati sperati. Il colosso Sud coreano ha infatti perso il 4% rispetto al 2016 vendento 74,4 milioni di smartphone per il 18,6% di marketshare. Samsung, dicono gli analisti, è messa sotto pressione dai rivali cinesi in alcuni mercati strategici, come l’India e la Cina. D’altronde in casa loro i cinesi fanno il bello e il cattivo tempo da sempre, tanto che LG ha deciso di abbandonare la Cina. Nonostante queste difficoltà, Samsung rimane di gran lunga il più importante produttore di smartphone a livello mondiale, raggiungendo la cifra record di 317,5 milioni di unità nel 2017.

Huawei: difficoltà negli USA

Huawei ha mantenuto la terza posizione conpoco più del 10% del mercato sia nel Q4 sia per l’intero 2017. Il produttore si sta comportando bene in Asia e in Europa, ma sta faticando a decifrare il prezioso mercato statunitense a causa di canali di distribuzione limitati. “Difficilmente l’ambizioso obiettivo di Huawei, ovvero diventare il numero uno o due a livello globale, potrà realizzarsi se non aumenterà il suo peso specifico nel mercato statunitense”, ha detto Woody Oh, direttore di Strategy Analytics.

Oppo e Xiaomi: è sfida totale

Oppo ha piazzato 29,5 milioni di smartphone durante il quarto trimestre 2017, esattamente lo stesso quantitativo venduto nello stesso periodo un anno prima. Il che equivale ad una battuta d’arresto, visto che su base annua ha venduto 118 milioni di smartphone contro gli 87,1 milioni di pezzi conseganti nel 2016. Per gli analisti Oppo sente più degli altri la forte concorrenza di Xiaomi che, non a caso, nell’ultimo trimestre dello scorso anno con 27,8 milioni di smartphone venduti è cresciuta dell’87%, conquistando il quinto posto. Un exploit confermato anche su base annua, visto che la sua quota di mercato è passata dal 3,9% al 6,1%. Xiaomi ha ingranato la quarta in alcuni mercati chiave, in particolare quello indiano, e sta attuando una forte politica di espansione sul mercato europeo, compreso quello italiano.

Social

Pin It on Pinterest