UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
AF Gaming AF Gaming slider Audio portatile Featured home HI-FI Mobile Prove Prove AF Test

Turtle Beach Elite Pro 2 – Prova su strada

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

Turtle Beach Elite Pro 2, headset per e-Sport e il gamer esigente, tra le espressioni tecnologiche più elevate in termini di flessibilità e resa sonora

Turtle Beach Elite Pro 2 è un headset da poco immesso sul mercato e parte di una nuova serie di apparati per chi è in cerca di qualità sonora, sensibilità ad ampio spettro di gamma acustica, capaci di risaltare i più flebili elementi all’interno di una partita, elementi che possono arrivare a fare la differenza tra vittoria e sconfitta. Headset over  ear che circondano completamente i padiglioni auricolari, prodotto alto di gamma perfetto anche per isolarsi e godersi musica o un programma connessi alla Smart TV.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

Nel nostro caso specifico le Turtle Beach Elite Pro 2 ricevute in prova sono la versione bianca, più adatta alla console Xbox One da cui riprendono il medesimo colore ma questo non toglie che si possano impiegare anche su PS4 e certo anche per scopi diversi come connesse a uno smartphone/tablet, impianto Hi-Fi o computer.

Nella confezione assieme alle cuffie c’è un robusto microfono con asta flessibile così come il cavo per l’audio, entrambi disgiunti dall’apparato, i 2 terminali sono comodamente posizionati sul padiglione sinistro. Per inciso le cuffie non dispongono di alcun controllo, digitale o analogico, mentre nel box trova posto il cosiddetto SuperAmp. Incluso anche cavo USB/USB-Mini mentre è assente la borsa per il trasporto e parti di ricambio. Il cavo audio misura ben 2 metri ed è altrettanto lungo anche quello USB per cui nessuna difficoltà quanto a spazio di movimento.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

La costruzione è superiore, elementi in metallo satinato, plastica di qualità che lascia la sensazione di una notevole robustezza, così come gomme e similpelle per i padiglioni incredibilmente morbidi al punto da dimenticare di essere portatori di occhiali. Le placche esterne in plastica così come i padiglioni possono venire comodamente sostituiti grazie all’attacco magnetico.

Struttura in memory foam anche per la fascia sottostante l’archetto, tessuto che favorisce la traspirazione contribuendo a non far sentire il peso dell’apparato una volta indossato. Il cavo che porta il segnale audio è dotato di un interruttore fisico per l’on/off del microfono. In chat così come nel corso di una conversazione telefonica la qualità della voce è eccellente, il terminale microfonico è coperto da un piccolo tassello di gommapiuma che limita eventuali soffi provocati dal respiro.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada
A sinistra il terminale di collegamento alla cuffia, a destra terminale da inserire nell’Hub SuperAmp oppure smartphone o tablet

La comodità qui è davvero di casa nonostante i 380 gr di peso complessivo. Ottimo il livello di isolamento dall’esterno, l’ascolto musicale restituisce il gusto di una gamma dinamica ampia e ricca, alti non in eccesso, bassi corposi, medi caldi e un headset che si presta a qualsiasi genere musicale, anche in ambito classica: da camera piuttosto che operistica.

Driver da 50 mm con magneti al neodimio, tramite l’ausilio del solo cavo audio è possibile sfruttare le Elite Pro 2 da sole, con connessione diretta a uno smartphone o tablet (purché sia presente un jack femmina 3,5 mm), in tal caso si può sempre rispondere alle chiamate mentre le si impiega con un qualsiasi applicativo audio/video.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

Il vero valore aggiunto di questa versione rimane il SuperAmp, amplificatore esterno per il controllo fisico delle cuffie (di cui esiste anche la versione PS4 che dispone di ingresso ottico). Solido e pesante quanto basta per non finire sbatacchiato per la scrivania grazie a 4 supporti in gomma antiscivolo, dal SuperAmp si decide il livello del volume e nel caso di questa particolare edizione si tratta di un perfetto complemento alla cuffia attraverso il quale ampliarne l’uso.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

La grande ruota metallica superiore controlla il volume con un controllo molto morbido al tatto, lateralmente tre terminali: uscita per la cuffia, audio out supplementare per catturare eventualmente il missaggio game+ parlato piuttosto che offrire l’ascolto ad altri, porta USB-Mini per la connessione al computer. Un pulsante a pressione consente l’accoppiamento Bluetooth con qualsiasi apparato nelle vicinanze, rapido e senza sganciare il segnale. Senza connessione a una porta USB non è possibile ottenere l’amplificazione del suono. Una volta connesso al computer il SuperAmp va a installarsi automaticamente il relativo driver accendendosi all’interno della ghiera.

In termini di praticità d’uso siamo di fronte a un sistema che va a completarsi con l’apposita app scaricabile gratuitamente dal PlayStore, compatibile sia Android che iOS, ricordando che ne esiste una specifica anche per computer ma meno completa e con qualche piccolo bug totalmente assente se installata su tablet o smartphone.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

Tale programma consente di customizzare al meglio le cuffie, scegliere dai 4 preset che aumentano alti/medi/bassi memorizzando l’eventuale personalizzazione, decidere il livello di ingresso del microfono e quello del parlato, la modalità “Superhuman Hearing” tende a porre l’accento sui cambi di frequenza, un’equalizzazione consigliata solo in ambito gaming grazie alla quale avvertire presenze nemiche.

Sempre giocando si può sfruttare il “Dynamic Chat Boost” con diversa bilanciatura tra parlato e il resto della colonna sonora negli istanti di elementi sonori particolarmente debordanti. Personalizzabili persino i LED che illuminano il SuperAmp: sempre acceso/spento/a escursione variabile in funzione del suono.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

Una volta connesso alla console così come al computer, il SuperAmp può contestualmente venire accoppiato Bluetooth per esempio con uno smartphone. In quest’ultimo caso il sopraggiungere di una telefonata viene segnalato da un allarme acustico, poi però occorre disabilitare il segnale audio proveniente da console o computer: dall’altra parte chi chiama sentirà solo la vostra voce mentre l’headset mescolerà quella dell’interlocutore col resto dei suoni.

Particolarità delle Turtle Beach Elite Pro 2 per Xbox la compatibilità con Windows Sonic sia su console che Windows 10: si tratta di una elaborazione sviluppata da Microsoft volta a offrire una maggiore spazialità sonora per Xbox o Windows dando la sensazione di elementi provenienti da dietro piuttosto che dalla parte superiore o inferiore rispetto all’ascoltatore.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada
Notare subito sotto l’archetto il filo nero che passa tra le guide metalliche. Un filo molto piccolo e libero forse unico vero punto debole

L’utilizzo intenso che ne abbiamo fatto nell’arco di quasi 3 settimane ci ha permesso di sfruttare al meglio le potenzialità di personalizzazione sonora tramite l’app, il livello del volume, benché non così smisuratamente elevato, consente di godere a pieno del segnale audio in ingresso. Lamentarsi del volume massimo ottenibile via SuperAmp è davvero eccessivo, a meno di non soffrire di problemi acustici o di non essere alla ricerca di un modo per infliggersi del dolore.

A livello di sensibilità bassi abbiamo sperimentato un’escursione da 200 Hz sino a circa 22 Hz, notevole a riconferma della corposità del suono, ampiezza anche per l’ambito treble con gli alti verso i 20.000 Hz, i passaggi panning e la presenza di segnali Windows Sonic compliant confermano le intrinseche qualità di questo eccellente headset.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

Numerose le sessioni in particolare con Hitman 2 e Fallout 76, dove abbiamo potuto apprezzare le caratteristiche sonore e la ricchezza dinamica aumentando l’hype del momento senza costituire peso eccessivo nel senso più ampio del termine. Andando a sfruttarle per ascolto di programmi televisivi l’accoppiamento è risultato rapido e la lunghezza del cavo USB + quella del cavo audio connesso all’HUB SuperAmp ha reso agevole la collocazione oltre i 3 metri di distanza dallo schermo. Non sarà il massimo quanto a mobilità ma per contro nessun problema di pile scariche ne tanto meno disturbi tipici del wireless.

VERDETTO

Al netto di alcuni detrattori che potrebbero trovare non così elevato il massimo livello di volume raggiungibile e del dettaglio relativo al filo che passa al di sotto dell’archetto le Turtle Beach Elite Pro 2 si sono rivelate delle cuffie eccezionali quanto a comodità, sopportabilità del peso, performance audio e microfonica, flessibili e personalizzabili grazie all’ottima app, quanto meno quella per Android, da migliorare l’app versione Windows.

Per acquistare Turtle Beach Elite Pro 2: Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su stradaseguite questo link.

Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada PC e Xbox One
9 Recensione
Pro
Design e qualità costruttiva
Indossabilità e memory foam
Qualità sonora e microfono
Unità SuperAmp
Lunghezza cavi USB e audio
App Android flessibile
Contro
Volume max per i più esigenti
App Windows migliorabile
Il filo nero che passa sotto l'archetto?
Riepilogo
Sensibilità microfono: regolabile
Rapporto segnale/rumore microfono: > 42 dB
Schema di attivazione/disattivazione microfono: Unidirezionale
Peso cuffia: 380 gr
Risposta in frequenza cuffie: 12 Hz-20 kHz
Impedenza cuffie: 32 ohm
Sensibilità cuffie: 111 dBSPL/V
Massima potenza in entrata cuffie: 40 mW
Driver cuffie: 50 mm magnete neodimio
Consigliate per : Xbox One, Laptop, PC
Lunghezza cavo: 2,00 m
Funzioni
Costruzione
Audio
Il giudizio di AF
Turtle Beach Elite Pro 2 - Prova su strada

Author: Claudio Pofi


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest