Featured home Hi-Fi Notizie

Il supporto ai file MQA sbarca sull’Oppo UDP-205

L’ultimo firmware rilasciato da Oppo per i suoi due lettori universali porta sul top di gamma UDB-205 il supporto allo streaming dei file MQA.

Che i file MQA rappresentino una delle soluzioni più intriganti nell’evoluzione dello streaming audio hi-res non lo scopriamo certo ora. E non deve nemmeno stupire che un produttore da sempre attento alle novità come Oppo abbia portato il supporto ai file MQA sul suo lettore universale BD UDP-205, disponibile in Italia a 1799 euro.

Un player top di gamma che grazie al nuovo firmware UDP20XEU-51-0922 è finalmente in grado di riprodurre in streaming i file MQA tramite l’app Music integrata, con la promessa da parte del produttore di portare in un secondo tempo il supporto a questi file anche da CD e dagli ingressi S/PDIF e USB del lettore.

udp-205

Il firmware in questione tra l’altro risolve anche alcuni problemi di compatibilità con alcuni Ultra HD Blu-ray recenti e di prossima pubblicazione codificati in Dolby Vision e con file video in formato 4:3 fuori standard. Migliorie che toccano anche al fratello minore UDP-203, che però non riceverà il supporto ai file MQA.

Una scelta che non suona del tutto inaspettata considerando come l’UDP-205 sia un player molto orientato alla produzione audio, grazie anche alla presenza dei due DAC ESS SABRE ES9038PRO.

Ricordiamo che MQA è essenzialmente una tecnologia che “impacchetta” file audio di qualità hi-res in un formato con dimensioni accettabili per permetterne la fruizione tramite streaming (o download), senza per questo sacrificare la qualità come avviene di solito con la compressione audio.

MQA permette in pratica di ottenere brani musicali con la stessa identica qualità con la quale sono stati registrati in studio ma senza lo stesso peso in termini di MB da scaricare o da streammare. Inoltre, invece di essere un nuovo tipo di file da aggiungere ai vari FLAC, WAV e altri, i file MQA possono essere pacchettizzati all’interno di qualsiasi container lossless e, per ascoltarli, serve un hardware compatibile come uno streamer o un DAP (Digital Audio Player), oppure un software come l’app desktop di Tidal per decodificare questi file.

Pin It on Pinterest