KOCH MEDIA Ritorno morti viventi AF DIGITALE
Featured home Mobile Prove

Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince

Sony Xperia XA2

Se si passa sopra all’estetica datata, il Sony Xperia XA2 è uno smartphone di gamma media capace di ottime prestazioni (anche fotografiche) e di migliorare in tutto il predecessore.

Fa un po’ specie a inizio 2018 vedere uno smartphone di gamma media (349 euro di listino) come il Sony Xperia XA2, con quelle cornici così abbondanti e invadenti che sembrano fatte apposta per andare contro tutto e tutti. Oggi infatti anche in gamma media è un fiorire di modelli con display 18:9 e cornici estremamente ridotte, ma Sony continua imperterrita sul design squadrato e “ciccione” di sempre, anche se ciò non vuol dire affatto che l’Xperia XA2 sia uno smartphone da scartare a priori. Anzi, tutt’altro.

Design e costruzione

Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince

Se non altro Sony ha optato per angoli un po’ più smussati del solito e per un retro leggermente curvo che facilita anche una presa più solida e comoda dello smartphone. Il pannello posteriore è in plastica, ma è rifinito talmente bene da sembrare quasi in metallo, materiale che troviamo invece per la scocca. Certo, l’Xperia XA2 è uno smartphone tutt’altro che sottile (9,7mm) e leggero (171 grammi non sono pochi per un 5,2”), ma se non altro trasmette fin da subito una sensazione di grande solidità.

Abbiamo apprezzato anche la presenza del jack audio da 3,5mm e della USB-C, mentre lo spostamento del sensore per le impronte digitali sul retro (poco sotto la fotocamera) non piacerà a tutti, anche se dopo un po’ ci si fa l’abitudine e per fortuna il sensore non è così vicino alla fotocamera da rischiare di toccare continuamente la lente quando si vuole sbloccare il telefono.

Fotocamera

Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince

Dove Sony non si è risparmiata è nel reparto fotografico. Troviamo infatti lo stesso modulo presente sul top di gamma XZ1, ovvero un sensore Exmor RS da 23MP con apertura f/2.0. Presenti anche le stesse modalità di scatto tra cui la comodissima Superior Auto e la modalità manuale per una personalizzazione completa. L’Xperia XA2 registra anche video in 4K a 30 fps e, scegliendo risoluzioni minori, anche in slow motion a 120 fps. Troviamo inoltre il pulsante di scatto fisico (un tocco di classe sempre apprezzabile)

Nel complesso Sony tende a favorire immagini molto vivide e incisive e quindi non aspettatevi il massimo grado di realismo (ce ne siamo accorti soprattutto con i fiori), ma per il resto siamo rimasti estremamente soddisfatti dalle capacità fotografiche di questo smartphone. Gli scatti con poca luce ad esempio sono gestiti molto bene a livello di dettaglio, HDR ed esposizione. Discreta la resa del modulo frontale e grandangolare da 8MP, anche se per ottenere selfie di qualità superiore bisogna rivolgersi al modello Ultra con la sua doppia fotocamera frontale dotata anche di flash.

Display e audio

Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince

Il display LCD-IPS da 5,2’’ con risoluzione Full HD non ha particolari meriti e non appare certamente così fresco e nuovo come tanti schermi in 18:9 che vediamo sempre più spesso anche su modelli di fascia media come questo. Sony ha però incrementato la risoluzione rispetto ai 720p del XA1 dello scorso anno e la differenza si vede chiaramente, anche perché con una densità di 424 ppi bisogna davvero sforzarsi per vedere i singoli pixel.

Basta non aspettarsi i neri e il contrato di un display OLED, anche se a livello di luminosità non ci si può lamentare. A deludere un po’ è se mai la resa cromatica, con colori non così pieni e vibranti come ci saremmo aspettati e con il bianco che vira un po’ troppo al blu per i nostri gusti. Gli algoritmi di Sony migliorano un po’ le cose quando si guardano video o foto, ma anche in questo caso i rossi avrebbero necessitato di una maggiore definizione e di una brillantezza più spinta.

Ne esce comunque un display più che discreto se pensiamo al prezzo di listino e lo stesso si può dire dello speaker interno, discreto a livello di definizione e volume (non distorce quasi mai) seppur inferiore a quello di altri smartphone simili come il Samsung Galaxy A5 o il Motorola X4.

Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince

Software e sistema operativo

La personalizzazione software di Sony si è limitata a qualche differenza nel drawer delle app e nelle icone nella pagina delle Impostazioni, ma a parte questo il feeling generale è quello di una versione stock di Android e qui parliamo tra l’altro di Oreo, release che molti top di gamma stanno ancora aspettando e che invece l’Xperia XA2 monta già di default. Sony ha anche limitato al minimo le app preinstallate in modo da lasciare più spazio possibile (lo storage interno è di 32 GB, ma troviamo uno slot microSD).

Prestazioni e autonomia

Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince

Lo scorso anno l’Xperia A1 si era rivelato piuttosto deludente come prestazioni a causa principalmente di un SoC Mediatek tutt’altro che esaltante. Per il suo successore però Sony ha optato per l’ottimo Snapdragon 630 di Qualcomm, un SoC che se da un lato non assicura le stesse performance di uno Snapdragon 835 rimane comunque tra le proposte migliori (se non la migliore in assoluto) quando si parla di fascia media.

L’Xperia XA2 risulta così estremamente fluido grazie anche alla leggerezza e alle ottimizzazioni apportate da Android Oreo. Non abbiamo notato difficoltà o indecisioni nemmeno con le app di realtà aumentata o con un po’ di editing fotografico usando Lightroom. Qualche piccolo rallentamento qua e là rimane con i giochi graficamente più pesanti (i tempi di caricamento di Real Racing 3 ad esempio non sono certo da record), ma rispetto al modello dello scorso anno il passo avanti a livello di prestazioni è notevole e i 3 GB di RAM assicurano un’esperienza a livello di multitasking più che soddisfacente.

Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince

Passando invece all’autonomia, Sony promette una giornata intero di utilizzo grazie alla batteria da 3300 mAh, ma si può arrivare tranquillamente alla mattina dopo se non si esagera con giochi o app particolarmente “stressanti”. In ogni caso arriverete tranquillamente fino a sera come nel nostro caso utilizzando lo smartphone in modo tradizionale tra giochi, musica in streaming, clip di YouTube e tanta navigazione web. Da segnalare infine l’assenza della ricarica wireless, anche se i tempi di ricarica grazie al Quick Charge 3.0 rimangono molto rapidi.

Verdetto

Il merito principale di uno smartphone di gamma media come il Sony Xperia XA2 è il miglioramento rispetto al modello dello scorso anno a livello di prestazioni, display e autonomia. Di contro però le scelte estetiche di Sony appaiono ormai sempre più datate e non dimentichiamo che nella fascia di prezzo compresa tra i 300 e i 400 euro il mercato offre tantissime alternative (si pensi solo all’Honor 9), anche se alla fine l’Xperia XA2 ha una fotocamera migliore del Moto X4, una batteria più capiente del HTC U11 Life e una versione di Android più aggiornata rispetto al Galaxy A5.

© 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince e Sony Xperia XA2: la gamma media Android che convince dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest