Featured home Hi-Fi Home cinema Notizie

Sonos S2: una nuova piattaforma con hi-res e Dolby Atmos nel mirino

Sonos S2: una nuova piattaforma con hi-res e Dolby Atmos nel mirino

Sonos S2 è una nuova piattaforma software che porterà nuove funzionalità e soprattutto una larghezza di banda audio potenziata

Sonos ha annunciato che lancerà un sistema operativo e un’app di prossima generazione a giugno. Chiamata Sonos S2, questa nuova piattaforma ospiterà nuove funzionalità, miglioramenti nell’usabilità e soprattutto una “larghezza di banda audio potenziata”.

Se al momento conosciamo molto poco in termini di dettagli sulla piattaforma Sonos S2, questa larghezza di banda audio potenziata consentirà di godere di una risoluzione più elevata per la musica e l’home theater. Saremmo sorpresi se ciò non significasse il supporto per contenuti audio ad alta risoluzione offerti da servizi come Qobuz e Tidal, così come le funzionalità audio surround offerte dal Dolby Atmos.

Tuttavia, Sonos ha fatto capire che questi aggiornamenti non arriveranno immediatamente. In effetti, l’unica nuova funzionalità descritta finora è la cosiddetta “Room Groups”, che consente di creare gruppi duraturi di zone particolari che usate spesso all’unisono (come ad esempio il salotto e la cucina), in modo da non doverlo fare ogni volta che iniziate a riprodurre musica. Potrete farlo non appena verrà avviata la piattaforma Sonos S2.

Room Groups da solo potrebbe non sembrare un motivo per essere entusiasti di S2, ma prevediamo che altre nuove funzionalità saranno dettagliate in fase di lancio. Il nuovo software S2 apre anche la strada al nuovo hardware (tutti i nuovi dispositivi lanciati dopo maggio saranno solo S2), quindi saremmo sorpresi se del nuovo hardware Sonos non fosse annunciato poco prima o dopo l’arrivo di S2. Una nuova soundbar Dolby Atmos ci sembra un’ottimo candidata.

Come probabilmente già saprete se vi siete tenuti aggiornati, non tutti i prodotti Sonos esistenti saranno compatibili con S2. I dispositivi legacy che vi elenchiamo in fondo alla news dovranno infatti rimanere sulla piattaforma esistente, che in futuro sarà conosciuta come S1. Sonos sta ribadendo che i prodotti S1 continueranno a funzionare come fanno attualmente e la società continuerà a offrire aggiornamenti di sicurezza o correzioni di bug e “manterrà i vostri servizi musicali e vocali il più a lungo possibile”.

Sonos S2: una nuova piattaforma con hi-res e Dolby Atmos nel mirino

Tuttavia, i prodotti S1 e S2 non saranno interoperabili e quelli con dispositivi Sonos non idonei all’aggiornamento si ritroveranno bloccati dalla ricezione di nuove funzionalità e dall’aggiunta di prodotti S2 in futuro. Se avete un sistema Sonos che non include nessuno dei prodotti legacy elencati in fondo a questa pagina, non avete nulla di cui preoccuparvi: a giugno riceverete una notifica dell’aggiornamento del software S2 e potrà essere applicato a tutto il tuo sistema.

Se, tuttavia, disponete di un sistema Sonos che include un mix di dispositivi compatibili solo con S1 e S2, avete quattro opzioni:

  1. Mantenete l’intero sistema (anche se include alcuni dispositivi compatibili con S2) sulla piattaforma S1, sapendo che non riceverete più nuove funzionalità.
  2. Dividete il sistema in due, separando i prodotti S1 e S2. Potrete utilizzare la nuova app per far funzionare il sistema S2 e l’app corrente per far funzionare i dispositivi S1. Non è il massimo, ma potreste scoprire che i vostri speaker Sonos sono spesso usati più o meno indipendentemente l’uno dall’altro, forse anche da diversi membri della famiglia, nel qual caso potrebbe funzionare.
  3. Sostituite i dispositivi S1 del vostro sistema. Sonos offre ancora uno sconto del 30% sui nuovi dispositivi acquistati quando viene dato in permuta un dispositivo legacy e non insiste più sul fatto che questi dispositivi vecchi vengano messi in Modalità di riciclo per essere idonei.
  4. Sbarazzatevi dei dispositivi S1. Forse avete un amico o un familiare che sarebbe felice di ricevere un prodotto Sonos ancora perfettamente funzionante.

Se da un lato è giusto dire che l’annuncio di Sonos sulla fine del supporto per i prodotti legacy è stato accolto con una buona dose di delusione, pensiamo fosse più o meno inevitabile che ad un certo punto i dispositivi più vecchi sarebbero rimasti indietro (come succede con qualsiasi produttore). E se così facendo si aprono le porte a funzionalità come l’audio ad alta risoluzione sui prodotti Sonos, forse è per il meglio.

Ecco l’elenco dei dispositivi che non supporteranno il software S2 al lancio:

  • Tutti i lettori Zone (ZP80, ZP90, ZP100, ZP120)
  • Connect
  • Connect: Amp (venduto tra il 2006 e il 2015)
  • Play:5 (Gen 1)
  • CR200
  • Bridge


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest