JBL LINK AUDIOCONNESSO
Entertainment Mercati Notizie

Sky Italia, crescono ricavi e abbonati

Sky dati primo trimestre2016 2017

Il gruppo Sky presenta i dati relativi al primo trimestre 2016/2017: i ricavi crescono del 4%, facendo registrare la più alta crescita dal 2009 e gli abbonati salgono a oltre 4,7 milioni

Siamo più che soddisfatti per l’ottima partenza del nuovo anno fiscale, ha dichiarato Jeremy Darroch, Ceo del gruppo Sky presentando i dati finanziari relativi al primo trimestre 2016/2017 (primo luglio-30 settembre). Complessivamente i ricavi sono cresciuti del 5% (3,148 miliardi di sterline) e nel trimestre sono arrivati 100.000 nuovi clienti. È stato anche un trimestre segnato da una forte innovazione tecnologica: da Sky Tiket, il nuovo servizio di streaming lanciato in Germania a Ultra HD nel Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria e al servizio Sky Go Extra nel nostro Paese.

I dati italiani

Per quanto riguarda l’Italia, Sky ha chiuso il primo trimestre dell’esercizio 2016-17 con ricavi in crescita del 4% annuo a 610 milioni di sterline, numeri da pre-crisi per capirci, visto che per trovare un incremento simile occorre tornare indietro di sette anni. Gli abbonati italiani sono in crescita per il quarto trimestre consecutivo, con un incremento di 22 mila nuovi contratti. A fine settembre gli abbonati complessivi al servizio di Pay tv hanno raggiunto quota 4,76 milioni. Tra i driver principali di questa buona performance, l’aumento delle connessioni a Internet ha pesato e non poco. Il 50% di questo vero e proprio popolo dell’entertainment è ora connesso e può accedere ai contenuti Sky On Demand, incluso il pacchetto Sky Box Sets, attraverso il quale si può accedere a tutte le stagioni delle migliori serie tv.

Segnali più che positivi che potrebbero trovare conferme importanti con l’arricchimento qualitativo del palinsesto Italiano. Non dimentichiamo che entro fine anno Sky Italia dovrebbe avviare le trasmissioni in Ultra HD sulla scia di quanto fatto soprattutto in Inghilterra e Germania. Già a partire dalle prossime settimane dovrebbe partire il progetto per l’alta definizione sui canali on-demand, una nuova interfaccia per il My Sky e Sky Kids, una nuova app per i giovanissimi. I numeri suggeriscono anche che l’azienda sta evidentemente sfruttano al meglio il pasticcio Mediaset Vivendi, ancora lontano da una soluzione soddisfacente per la cessione di Premium.

In forte crescita anche la pubblicità che ha fatto registrare un aumento del 17%, il miglior trimestre di sempre, spinta da Euro2016 e dalle ottime performance dei canali in chiaro e in particolare di TV8 che, nell’arco di un anno ha quasi raddoppiato gli ascolti.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest