HI-FI Prove

Sennheiser HD 4.50 BTNC: addio ai rumori, ma il sound non convince

Sennheiser HD 4.50 BTNC

Caratterizzate da un efficace sistema di cancellazione attiva del rumore, le Sennheiser HD 4.50 BTNC non convincono altrettanto nella presentazione sonora.

Due anni fa saremmo stati a dir poco sorpresi di trovare cuffie ben suonanti con cancellazione attiva del rumore attorno ai 200 euro. Oggi invece, anche con molto meno, ci si può portare a casa un prodotto di tutto rispetto ed eravamo quindi molto ansiosi di testare le Sennheiser HD 4.50 BTNC, cuffie wireless che il produttore tedesco ha dotato di un sistema di noise cancelling che almeno sulla carta promette grandi cose.

Costruzione

Siamo di fronte a cuffie dal design chiuso, con padiglioni ripiegabili, estetica quanto mai classica e tutte le funzionalità essenziali che ci si aspetta di trovare in cuffie simili, ovvero i controlli di accensione, volume e risposta alle chiamate inseriti nel padiglione destro, assieme alla porta microUSB per la ricarica della batteria e all’ingresso jack da 3,5mm per utilizzare le cuffie in modalità cablata.

Tutto molto ordinato e ben disposto e da questo punto di vista la “razionalità” teutonica è sempre una garanzia. Abbiamo apprezzato anche la velocità delle ricarica e l’autonomia di funzionamento, pari a circa 19 ore con la tecnologia NoiseGard per la cancellazione del rumore attivata e 25 ore con questa modalità disattivata.

Sennheiser HD 4.50 BTNC: addio ai rumori, ma il sound non convince

Comfort

Che dire poi della proverbiale qualità di costruzione targata Sennheiser? Le HD 4.50 BTNC sono solide e resistenti ma abbastanza leggere per assicurare sessioni di ascolto senza recare troppo fastidio.

Inizialmente ci sono parse anche ben imbottite e comode, ma dopo un po’ la pressione può diventare problematica e nel nostro caso abbiamo dovuto rimuovere le cuffie dopo un po’ per dare un po’ di riposo alle nostre orecchie. È poi vero che con le cuffie è tutto molto soggettivo, ma se avete orecchie “sensibili”, forse questo modello non fa al caso vostro.

Qualità audio

Curiosi di saggiare la qualità di queste Sennheiser, abbiamo cominciato i test di ascolto andando su Tidal e facendo partire Muchiyezda dei Bhundu Boys. Siamo accolti da una presentazione armoniosa e piacevole, con in più l’effettiva sensazione di isolamento dall’esterno assicurata dal sistema NoiseGard.

Sennheiser HD 4.50 BTNC: addio ai rumori, ma il sound non convince

La gamma bassa rende al meglio la cassa della batteria e le linee di basso, fornendo un tappeto ritmico carico di groove e sostanza. Le voci sono tutto tranne che leggere o piccole, risultando anzi ricche di presenza e di corpo.

Eppure nel complesso non ci mettiamo molto per notare alcune lacune. Il bilanciamento sembra infatti avere una forma a campana, con i bassi (tutt’altro che agili) che tendono a impastare un po’ il messaggio sonoro e con un registro alto poco brillante e con acuti un po’ spenti. Il risultato è un sound che mette in mostra un dettaglio solo sufficiente e una dinamica un po’ troppo sacrificata e, per una musica simile, le Sennheiser HD 4.50 BTNC non si sono rivelate cuffie particolarmente valide.

Sennheiser HD 4.50 BTNC: addio ai rumori, ma il sound non convince

Anche passando a Out Of The Dark Room di Max Richter, si avverte tutta la difficoltà di queste cuffie nel tirare fuori un qualcosa di davvero significativo. Ne esce infatti un ascolto un po’ noioso che solo a tratti riesce a trasmettere un po’ di emozione e di drive ritmico. Stessimo parlando di una cuffia cinese da 50 euro, potremmo anche ritenerci soddisfatti in realtà, ma quando si parla di 200 euro e di un brand come Sennheiser le aspettative si fanno più elevate e quindi la delusione è ancora maggiore.

Se invece colleghiamo le cuffie a un notebook via cavo, la situazione tende a migliorare leggermente, con bassi non più così soverchianti, una presentazione più spaziosa e un po’ di grinta in più. Il dettaglio però continua a non convincerci del tutto e, lo ripetiamo, Sennheiser HD 4.50 BTNC: addio ai rumori, ma il sound non convincein questa fascia di prezzo ci sono modelli (seppur senza cancellazione del rumore) molto più dettagliati, precisi e bilanciati.

Sennheiser HD 4.50 BTNC: addio ai rumori, ma il sound non convince

Verdetto

È proprio questo il punto. Se utilizzate in modalità wireless e con la cancellazione attiva del rumore, le Sennheiser HD 4.50 BTNC sono cuffie di qualità sufficiente e l’elevata autonomia non è un pregio da poco per chi è spesso in movimento e vuole isolarsi dall’ambiente esterno. Basta solo non aspettarsi una resa sonora di riferimento. Per quella potete ottenere molto di più con cuffie wireless prive di noise cancelling spendendo anche meno. A voi la scelta.

© 2017, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Sennheiser HD 4.50 BTNC: addio ai rumori, ma il sound non convince e Sennheiser HD 4.50 BTNC: addio ai rumori, ma il sound non convince dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
3

Riassunto

Caratterizzate da un efficace sistema di cancellazione attiva del rumore, le Sennheiser HD 4.50 BTNC non convincono altrettanto nella presentazione sonora.

Pro
Cancellazione del rumore efficace
Presentazione tutto sommato gradevole
Gamma media con una buona corposità

Contro
Bassi fin troppo preponderanti
Timing, dettaglio e dinamica lasciano un po’ a desiderare
Possono risultare poco comodo dopo ascolti prolungati

Scheda tecnica
Tipo: cuffie Bluetooth chiuse on-ear
Impedenza: 18 ohm
Sensibilità: 113 dB SPL/V
Risposta in frequenza: 18Hz-22 kHz
Durata batteria: 19/25 ore con una carica
Connettività: Bluetooth aptX/cavo
Prezzo: 200 euro
Sito del produttore: en-us.sennheiser.com


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest