Featured home Home cinema Notizie TV

Samsung HQ-Q800T

Samsung HQ-Q800T

Samsung HQ-Q800T, ovvero come disporre di un sistema audio digitale 6 canali che non sia 5.1 unendo soundbar e speaker del televisore

Tra le curiosità tecnologiche che non ‘suonassero’ subito come il solito gimmick stagionale al CES di Las Vegas 2020 era presente un’interessante dimostrazione del funzionamento della soundbar Samsung HQ-Q800T. Finalmente il concept alla base è quello di sfruttare (quasi) tutti gli speaker possibili interni ed esterni al televisore per restituire il miglior suono, in termini di spazialità, direzionalità e non di meno pressione sonora. Si chiama Q Symphony la funzione che sfrutta i diffusori del pannello e dell’elemento esterno con l’aggiunta di un subwoofer wireless raggiungendo i 6 canali.

Non si tratta però dei classici 6 canali (3 anteriori, 2 posteriori + subwoofer) bensì di una diversa disposizione 3.1.2, dove gli ultimi 2 canali dovrebbero favorire la fruizione delle codifiche più complesse come DTS:X e Dolby ATMOS: in tal caso il segnale a oggetti include elementi verticali che teoricamente dovrebbero avere collocazione a soffitto.

Samsung HQ-Q800T

Ovviamente ci troviamo sempre nel campo delle soluzioni a canali ‘liofilizzati’, ma quanto meno col supporto della tecnologia Acoustic Beam 2.0 qui presente la sensazione che vi sia una diversa provenienza del suono che non sia banalmente frontale dovrebbe essere più marcata.

Quello che francamente appare come gimmick in questo caso è la presenza della funzione denominata SoundWall, che una volta esaminato il segnale audio in ascolto genera elementi grafici a schermo, nulla che non si sia già visto in passato e che resta difficile immaginare quanto una simile feature potrà realmente venire attivata e intrattenere. La questione qualità di ascolto si pone senza meno nel potenziale offerto dalla molteplicità di speaker presenti nei modelli delle serie Q dove la soundbar lavorerà in combinata con i laterali e quelli collocati più in alto del televisore, allargando ma anche alzando il sound stage.

Samsung HQ-Q800T

Questo potrebbe finalmente essere il primo concreto passo avanti nelle soluzioni di ripiego per chi non può o non desidera invadere il locale di diffusori e relativa amplificazione. Le dimostrazioni presso il Samsung booth a Las Vegas (HQ-Q800T + televisore serie Q-80) si sono rivelate interessanti con clip volte a far meglio comprendere, in presenza di elementi verticali come per esempio il passaggio di un aereo o la pioggia battente, la differenza tra Q-Symphony attivo e disattivo: la percezione era palpabile lasciando ben sperare in seno all’ambiente domestico non esattamente silenzioso e ‘tarabile’.

Volendo guardare la migliore configurazione possibile sarà offerta dall’HQ-Q950T, che includerà anche una coppia di diffusori wireless per i canali posteriori e sarà anche la più costosa. Tra gli altri modelli che entreranno a far parte del catalogo soundbar Samsung ci saranno anche i Q70T e Q60T

Al momento non sono disponibili specifiche su prezzo e messa in commercio, ciò che sappiamo è la presenza a mercato per quest’anno in combinata con i nuovi modelli di televisori del 2020.

Per ulteriori informazioni: link al sito Samsung.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest