Technics C50 AF DIGITALE
Mobile Prove

Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai visto

Galaxy S7 Samsung Lifestyle

Per il Galaxy S7 non era semplice superare in qualità il predecessore S6. Samsung è riuscita a migliorare se stessa? Scopriamolo insieme

Da alcuni mesi sul mercato, il Samsung Galaxy S7 (729 euro), rappresenta ancora la punta di diamante dell’offerta mobile del colosso sud coreano. Un prodotto che continua ad essere importante per l’azienda visto che dal lancio ad oggi, insieme a suo fratello S7 Edge, Samsung ha venduti 27 milioni di esemplari. Vediamo nel dettaglio come funziona.

Un passo indietro

Dopo un peso massimo di grande successo come il Galaxy S6, Samsung doveva fare di meglio con il suo successore. Un’impresa non semplice soprattutto perché lo spazio di manovra per migliorare l’S6 era davvero ridotto. Samsung è riuscita nell’operazione? A nostro avviso sì, visto che l’azienda in fase di progettazione ha valutato tutto, anche il minimo dettaglio, per proporre uno smartphone ancora più curato e interessante. Ed è un bene perché con gli S4 e S5 la gamma Galaxy di fascia alta aveva iniziato a perdere molto del suo appeal, soprattutto dopo l’enorme successo ottenuto con l’S2 e l’S3. Lo scorso anno è toccato all’S6 rimettere le cose a posto. E ora tocca al Galaxy S7 che, se da un lato non integra chissà quali innovazioni, dall’altro offre davvero il meglio di quanto ci si possa attendere oggi da uno smartphone Android top di gamma.

Design

Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai vistoDa un punto di vista estetico il Samsung Glaxy S7 è estremamente simile al suo predecessore, al quale assomiglia moltissimo anche come dimensioni. In realtà scopriamo che è più pesante di 14 grammi ma anche più sottile di 1,1 mm rispetto al S6, sebbene non ci si accorga della differenza una volta che lo prendiamo in mano. La sensazione però è quella di un corpo in alluminio e vetro più confortevole al tatto e con un grip maggiore. La scocca è stata infatti modificata anche per rendere il telefono resistente all’acqua fino a 1,5 metri di profondità per 30 minuti (certificazione IP 68), feature che non vedevano dai tempi del S5 e che torna con nostra grande soddisfazione.

Compare lo slot microSD

Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai vistoUn altro gradito ritorno è quello dello slot microSD assente nel S6, cosa che aveva attirato non poche critiche nei confronti del modello dello scorso anno. In questo modo, ai 32 GB di storage interno, possiamo aggiungere fino a 2 TB di spazio e non si tratta di un aspetto di poca importanza. Abbiamo anche apprezzato la minor sporgenza dal corpo della fotocamera posteriore rispetto a quanto visto nel Galaxy S6. Qui infatti l’obiettivo sporge per soli 0,46 mm e, sebbene il retro non sia ancora del tutto piatto, si tratta di un passo avanti significativo che farà piacere soprattutto agli amanti delle linee pulite e perfette. Torna naturalmente anche il lettore di impronte digitali inserito nel pulsante Home, le cui prestazioni si fanno più veloci e precise di anno in anno.

Display

Samsung non si è fatta tentare da un display 4K succhiabatteria come quello dello Z5 Premium di Sony, proponendo invece lo stesso schermo AMOLED già utilizzato sul modello precedente, con risoluzione QHD di 2560 x 1440 pixel e diagonale da 5,1 pollici. E non ci spiace affatto visto che si sta parlando di uno dei migliori display per smartphone disponibili sul mercato tra naturalezza dei colori, profondità dei neri e definizione impeccabile. Notevole anche il contrasto e rispetto all’iPhone 6s, che vince forse per un maggiore dettaglio nelle scene più scure, il Samsung Galaxy S7 offre un’immagine leggermente più brillante e convincente sulle alte luci.

Sempre acceso

Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai vistoLa novità di quest’anno a livello di display è la funzione Always On, che permette di avere sempre sott’occhio informazioni come l’ora, la data del giorno e le notifiche senza dover sbloccare il telefono. Il motivo di questa feature non è difficile da capire. Secondo Samsung infatti sblocchiamo in media lo smartphone 150 volte al giorno solo per controllare l’ora con tutto quello che ne consegue a livello di consumi, mentre con Always On tutto ciò non è più necessario e il consumo di batteria è solo del 1% all’ora. E’ anche possibile disattivare questa funzione, ma l’abbiamo trovata piuttosto utile senza per questo riscontrare cali evidenti a livello di autonomia, sebbene ci si possa distrarre più facilmente quando per esempio si ha sulla scrivania il telefono con questa parte di display sempre accesa.

Fotocamera

Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai vistoSappiamo ormai bene come sia sbagliato giudicare una fotocamera dalla risoluzione in Megapixel. Il fatto quindi che il Samsung Galaxy S7 sia passato a 12 MP dai 16 MP del suo predecessore non deve allarmare; anzi, quello della fotocamera posteriore è addirittura il vero punto forte dello smartphone. Tanto per cominciare il Galaxy S7 è il primo smartphone al mondo con autofocus dual-pixel, che permette di mettere a fuoco quasi istantaneamente (si parla infatti di 0,2 secondi). Ciò non significa solo che si ottengono scatti perfetti senza la minima attesa per aspettare la giusta messa a fuoco, ma anche che è possibile riprendere soggetti in movimento mantenendoli a fuoco. Non si tratta comunque dell’unico miglioramento rispetto al S6. L’obiettivo è infatti più luminoso del 25% (f/1.7 contro f1/9 del predecessore), la maggior grandezza dei pixel corrisponde a un 50% in più di luce assorbita e, come ciliegina sulla torta, non può mancare uno stabilizzatore ottico.

Scatti di qualità

Tutte feature che teoricamente dovrebbero assicurare scatti di qualità elevata anche con poca luce e in effetti dalla nostra prova così è stato. Abbiamo provato ad esempio a scattare qualche foto in un ambiente molto buio senza utilizzare il flash e, anche se in fase anteprima l’S7 sembrava in crisi, una volta visti gli scatti ci siamo subito ricreduti. Oggetti che con l’iPhone 6s sono appena visibili, con l’S7 diventano invece molto più presenti nella scena e meglio illuminati. Certo, in simili condizioni la perdita di dettaglio è inevitabile e non ci si deve attendere una scena estremamente compatta e solida. Nel complesso c’è molto meno rumore rispetto agli scatti eseguiti con un iPhone 6s.

E con i concorrenti?

Dalla sua il melafonino restituisce un’immagine più calda e naturale (seppur più rumorosa), mentre a volte il Galaxy S7 tende forse a strafare sulle alte luci nella sua ricerca di uno scatto più chiaro possibile. Differenze comunque minime, che invece si annullano quasi negli scatti in ambienti ben illuminati, dove lo smartphone di Samsung si riconferma tra i migliori sulla piazza, seppur immagini così taglienti e con molto sharpness non piaceranno molto ai puristi degli scatti più naturali e realistici. Non mancano infine l’HDR, le riprese video in 4K ed effetti di slow motion e di hyperlapse per chi ama sperimentare e aggiungere qualcosa in più ai filmati.

Software, il minimo indispensabile

Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai vistoPer il Galaxy S7 Samsung non ha ascoltato solo il feedback degli utenti a livello hardware, ma anche a quello software, con molti appassionati che chiedevano un’interfaccia TouchWiz meno opprimente e che per fortuna sono stati accontentati. Certo, la TouchWiz c’è sempre (questa volta si appoggia su Android 6.0 Marshmallow), ma tanto per cominciare le applicazioni preinstallate di Samsung sono ridotte al minimo indispensabile (non c’è nemmeno il lettore audio targato Samsung) e, in ogni caso, sono già racchiuse in un’apposita cartella in modo da occupare il minimo spazio possibile su schermo. Se anche così il Galaxy S7 è ancora “troppo Samsung” per voi, c’è la possibilità di utilizzare Google Now come launcher per sperimentare un’esperienza Android più stock ed essenziale.

Prestazioni e autonomia

Anche se già l’S6 poteva ritenersi uno smartphone dalle prestazioni eccellenti, con il Galaxy S7 Samsung ha puntato ancora più in alto, inserendo nel suo nuovo top di gamma il potente SoC Exynos 8890 (in Cinaq e negli USA invece gli S7 montano uno Snapdragon 820), che offre un 30% in più di velocità rendendo qualsiasi operazione una passeggiata. La RAM è passata da 3 a 4 GB e la GPU Mali-T880 MP12 assicura prestazioni maggiori del 64% rispetto al S6. Il risultato? Un’esperienza di utilizzo molto soddisfacente come era normale che fosse per un top di gamma del 2016; fluidità dei giochi, tempi di caricamento, swipe sui siti web più pesanti e multitasking praticamente perfetti.

Il Galaxy S7 si scalda poco

Tra l’altro, nonostante questo potente motore sotto il cofano, il Galaxy S7 non si scalda troppo anche dopo sessioni lunghe e intense con un gioco come Asphalt 8 o dopo ore passate su Netflix. Merito del nuovo sistema di dissipazione del calore a liquido sviluppato da Samsung, che funziona in modo non molto dissimile a quello in ambito PC. Per quanto riguarda invece l’autonomia, si è passati da una batteria da 2300 mAh a una più capiente da 3000 mAh (purtroppo non removibile anche quest’anno). Una differenza teorica che può apparire poco significativa, ma che in realtà farà molto piacere a tutti, compresi i power user. Un esempio? Dopo un’ora su Netflix con Wi-Fi attivo e luminosità del display a metà, la batteria è calata solo del 8%.

Il nostro verdetto

Non era facile migliorare uno smartphone eccellente come l’S6, ma Sasmung ce l’ha fatta, rinunciando forse a inserire funzioni rivoluzionarie e puntando più sull’essenziale. Tutto (display escluso) è stato potenziato tra RAM, processore, fotocamera, sistema di raffreddamento e batteria e il risultato, tenendo conto anche dei principali rivali sul mercato a parità di prezzo, non può che meritare il massimo dei voti.

 

Galaxy S7 contro Galaxy S6

 

Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai visto

© 2016, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai visto e Samsung Galaxy S7 come non lo avete mai visto dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

In dettaglio
  • Display
  • Funzioni
  • Fotocamera
  • Audio
  • Facilità d'uso
5

Il nostro verdetto

Con il Galaxy S7 Samsung ha superato se stessa migliorando un prodotto, l’S6 praticamente perfetto. Nel panorama degli smartphone Androind l’S7 è il punto di riferimento.

Pro
Display superbo
Slot per microSD
Design impeccabile
Fotocamera posteriore eccellente

Contro
La qualità audio non è delle più esaltanti

Informazioni generali
Indirizzo web del costruttore: www.samsung.com/it
Costruttore: Samsung
Tipo di prodotto: Smartphone Android
Linea di prodotto: Galaxy
Nome del prodotto:S7

Scheda tecnica
Peso (g):152
Dimensioni (A,L,P, mm): 142.4 x 69.6 x 7.9
Dimensioni (pollici): 5.1
Risoluzione: 1440 x 2560
Fotocanera: 12 MP
Connettività: Wi-Fi, Bluetooth A2DP, NFC


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest