Technics C50 AF DIGITALE
Cinema Entertainment

Rogue One – A Star Wars Story: proiezione Laser 6P 3D @ Arcadia

Rogue One Arcadia

Abbiamo assistito all’ anteprima notturna presso Arcadia del nuovo film (e primo spin-off) dell’universo di Guerre Stellari, Rogue One – A Star Wars story, proiettato in 3D con due nuovi Christie laser 4K.

Rogue One – A Star Wars Story sta sicuramente attirando i favori del pubblico e non possiamo che confermare la bontà di questa produzione, ma la curiosità, come sempre quando si parla di Arcadia e di Sala Energia, era anche molto legata al nuovo sistema di proiezione laser di cui si è dotato il cinema più famoso d’Italia.

Il film è stato proiettato con la nuova tecnologia 4k laser della Christie: due proiettori 4k per l’esattezza (per l’effetto 3D attivo), che generano “un mix brevettato di lunghezze d’onda di luce foto-otticamente ottimizzate per ciascun occhio direttamente dalla fonte, di fatto eliminando la necessità di una fase altamente inefficiente di filtraggio o polarizzazione della luce quando lascia il proiettore”. Questi proiettori sono reputati la migliore soluzione odierna per la proiezione 3D, “per la realistica riproduzione del colore, la compatibilità con schermi gli bianchi a basso guadagno e prestazioni crosstalk superiori”.

Il tutto, abbinato allo straordinario impianto Dolby Atmos della Sala Energia, ha sicuramente contribuito ad una delle proiezioni più coinvolgenti alle quali abbiamo assistito da anni.

Rogue One – A Star Wars Story: proiezione Laser 6P 3D @ Arcadia

LA PROIEZIONE

Prima di tutto i nuovi proiettori permettono appunto un livello di luminosità tale da cogliere meglio i dettagli del girato, anche in presenza di scene notturne, che talvolta, con i precedenti proiettori DLP, affogavano i dettagli dei neri e della scala di grigi. Le scene ambientate nell’attacco alla Base Imperiale nelle montagne, completamente girata di notte (e sotto la pioggia) ha invece offerto una visione sicuramente appagante e quasi paragonabile alle normali visioni 2D per i dettagli offerti e la solidità del quadro visivo.

La definizione sugli incarnati, sui dettagli sullo sfondo, e sulla palette di colori (grazie alla tecnologia 6 Primary Colors) ha garantito una precisione e naturalità notevole, degna di essere classificata tra le migliori mai viste, irraggiungibile forse oggi in ambito domestico anche con le soluzioni più costose.

Rogue One – A Star Wars Story: proiezione Laser 6P 3D @ Arcadia

Se dobbiamo trovare un difetto forse (e dare un consiglio ad Arcadia) lo riserviamo agli occhiali Xpand di vecchia generazione, pesanti e con un angolo di visione, una volta indossati, leggermente limitato. I nuovi proiettori Christie ben si legano anche a soluzioni 3D Dolby passive, che potrebbero permettere occhiali più leggeri e confortevoli, con probabilmente una minor chiusura. Inoltre il Crosstalk, per quanto presente solo in alcune sequenze di oggetti scuri su sfondi particolarmente luminosi, era comunque sempre presente, ma forse è un limite della conversione 3D di questo film.

Siamo decisamente curiosi di rivedere questo film in 2D sempre con la medesima tecnologia della Sala Energia: sicuramente la visione potrà garantire una colorimetria e una precisione del quadro ancora superiore dell’ottimo effetto apprezzato ieri sera.

AUDIO

Rogue One – A Star Wars Story: proiezione Laser 6P 3D @ Arcadia

L’audio? Straordinario, un Dolby Atmos che davvero sfrutta appieno tutti i canali disponibili, senza limiti, anzi con un continuo utilizzo di panning e dei canali superiori. Rogue One è una vera e propria “demo” sia per l’UHD che per il Dolby Atmos, offrendo costantemente scene spettacolari di combattimenti ed inseguimenti, tali da esaltare la perfezione visiva e sonora degli impianti più avanzati.

La Disney non potrà (speriamo) rinunciare a pubblicarlo in disco UHD 4k e con audio Atmos! Sarebbe un bel modo per lanciare il nuovo formato in casa Disney, in attesa della (ri)pubblicazione, speriamo, di tutta la saga in UHD.

IL FILM (no spoiler)

Rogue One – A Star Wars Story in sé potrebbe chiamarsi Episodio 3.5, insomma si pone a cavallo delle due saghe di George Lucas, prendendo più lo spirito dei vecchi film (per fortuna) e riproponendo, come già ha fatto J.J. Abrams con Ep.VII, molti degli elementi cari ai fan di vecchia data. Ribelli coraggiosi, galassia sporca e in crisi, povertà, umorismo, droidi umanizzati e imprese disperate e la Forza, sono tra gli elementi che legano tutti i film di Star Wars, e sono tra i principali motivi di successo di questa saga.

Rogue One – A Star Wars Story: proiezione Laser 6P 3D @ Arcadia

La pellicola, diretta dal bravo Gareth Edwards dell’ultimo Godzilla, è un film di guerra, ma chiaramente un film di Star Wars, ricco di colte citazioni, non ruffiane, e soprattutto di moltissime scene di azione che si candidano ad essere le migliori dell’intera saga. Le battaglie tra X-Wing e Tie Figher, e in generali tutte le battaglie nello spazio, sono spettacolari e davvero ben realizzate dalla ILM, e davvero vederle con il nuovo impianto della Sala Energia ha giustificato la visione notturna di questa anteprima (e successive visioni).

Rogue One – A Star Wars Story: proiezione Laser 6P 3D @ Arcadia

La storia è sicuramente coinvolgente e ben scritta: i nuovi personaggi si fanno apprezzare per spessore e recitazione: il nuovo droide K-2SO offre diversi spunti comici senza cadere nello scontato, ma sono soprattutto i due protagonisti Jyn Erso (interpretata da Felicity Jones) e il capitano Cassian Andor (Diego Luna) a tenere le fila dell’impresa Ribelle con personalità e credibilità. Tutti i villain sono sicuramente apprezzabili, l’Impero è spietato e freddo, ma è il più storico ed iconico cattivo della saga, Darth Vader, a rubare come sempre la scena. Poche le sequenze in cui compare, ma, vi assicuriamo, memorabili.

Rogue One – A Star Wars Story: proiezione Laser 6P 3D @ Arcadia

Forse l’unico limite di Rogue One è che non può esistere in modo indipendente da Ep.4, di cui di fatto è il prologo, ma visto nel contesto di approfondimento della saga, trova sicuramente un posto speciale e di grande spessore. Uno dei migliori film di fantascienza dell’anno, innovativo per il suo realismo e le ambientazioni, un vero spettacolo visto in sale di elevato tasso tecnologico.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest