AF Gaming Featured home HI-FI Prove Test

Razer Kraken Ultimate – La recensione

Razer Kraken Ultimate – La recensione

Dall’azienda californiana Razer le Kraken Ultimate sono la proposta volta al gamer in cerca di comfort e rielaborazioni audio anche complesse

L’occhio viene subito catturato dalla stazza delle Kraken Ultimate, robuste al tatto dimostrando i miglioramenti in ambito ricerca di Razer: padiglioni in morbido foam traspirante che circondano comodamente l’orecchio (over-ear) per aumentare l’isolamento acustico. Percezione di comodità quand’anche il possessore indossasse un paio di occhiali. La parte sottostante l’archetto è in tessuto favorendo una più elevata traspirazione.

Razer Kraken Ultimate – La recensione

Un headset importante a partire quindi dall’ingombro, 16 x 8,8 x 21 cm., e con un peso che alla lunga potrebbe farsi sentire coi suoi 391 gr. dati dalla struttura in alluminio di bauxite e fascia in acciaio inossidabile. A onor del vero la sensazione è quella che lo studio relativo alla distribuzione del peso non l’abbia resa per nulla fastidiosa: nel corso di lunghe sedute gaming non si dovrebbe soffrire particolarmente e comunque le oltre tre ore di uso continuato ci hanno lasciato un’ottima impressione.

In tal senso il piacere dell’indossabilità richiede al solito qualche prova per trovare il giusto compromesso tra archetto ben fissato sulla testa e chiusura la più ermetica possibile attorno alle orecchie. Il sistema di cancellazione di rumore è presente unicamente sul microfono, per cui non aspettatevi chissà quale livello di isolamento.

Razer Kraken Ultimate – La recensione

L’apparato dispone unicamente di un cavo USB 2.0 lungo 2 mt. che ben difficilmente la renderà fruibile in un contesto diverso dall’impiego casalingo per l’assenza del jack 3,5 mm. A partire dal classico computer oppure in alternativa connessione a game console senza però sfruttare le molteplici funzioni offerte dal software che va automaticamente a scaricarsi. Si tratta di circa 400 MB per una gestione completa anche delle performance RGB del sistema LED integrato nella sezione esterna dei padiglioni e mic.

Le fantasmagorie da 16,8 milioni di colori attivabili personalizzando al massimo i padiglioni non si vedono affatto una volta che gli stessi sono indossati, invitando a riflettere sull’effettiva necessità. A parte malcelati esibizionisti disposti a spendere quel quid in più per una simile offerta qui la sensazione è che a incidere sul prezzo finale sia la presenza del THX.

Razer Kraken Ultimate – La recensione

I comandi risiedono unicamente sul lato sinistro con regolazione volume tramite rotellina, oltre a un pulsante per l’aumento della spazialità del suono. Elemento a scomparsa il microfono, medesimo lato, consente un’eccellente adattabilità va automaticamente in posizione on/off quando lo si estrae o lo si riporta all’interno del vano. Di fatto la flessibilità potrebbe risultare un piccolo tallone d’Achille, dal momento che scompare molto più facilmente se lo si accompagna con più di un dito per non rischiare l’inefficace piegamento.

Con Battlefield V abbiamo provato l’ascolto tipico stereofonico e quello maggiormente ampio THX, dove il suono ha un posizionamento più circolare con la sensazione di essere avvolti dalla colonna sonora. Nel caso specifico lo ‘Spatial Audio’ arriva ad aiutare e rilevare il punto di provenienza del suono ma a seconda del game potrebbe rivelarsi più efficace e offrire una maggiore presenza scenica la sola stereofonia, come nel caso degli RPG. Un tipo di proposta pseudo-multicanale con intelligente elaborazione del materiale audio, coinvolgendo e risaltando anche gli elementi meno soverchianti.

Razer Kraken Ultimate – La recensione

Sono disponibili vari preset con altrettante equalizzazioni più vicine al tipo di suono ascoltato: Default, Game, Movie, Music, Custom. L’impostazione delle 10 bande (da 31 Hz a 16 kHz) non è mai fissa e si può tranquillamente intervenire per una regolazione fine. Nel caso di ascolto musicale anche di brani audio non compressi si è rivelata buona in stereofonia ma con le voci fin troppo piatte al limite del fastidioso. Sempre possibile aumentare i bassi (‘Bass Boost’) via software con regolazione 0-100, ponendo attenzione a non schiacciare il resto del segnale per eccessi in gamma bassa.

Non si tratta comunque di cuffie per ascolto musicale Hi-End dove la resa va a migliorare in misura anche sostanziale una volta attivato lo Spatial Audio, con gamma medio bassa convincente anche senza Bass Boost. Il volume tra regolazione digitale a PC e quella analogica a padiglione rischia di far salire pericolosamente il livello sino alla distorsione, anche se è probabile che si interrompa ben prima per limiti di sopportazione.

Razer Kraken Ultimate – La recensione

Regolazione fine anche per il microfono con livello ingresso 0-100 e l’adattabilità dello stesso alla voce escludendo il più possibile l’ingerenza di disturbi esterni. Come per il resto dei settaggi l’attivazione della cancellazione del rumore ANC è possibile solo attraverso il software di accompagno. I test per misurare le prestazioni hanno rivelato una sensibilità effettiva fino a 30 Hz in gamma bassa, in gamma alta il segnale è riscontrabile con chiarezza fino a 15 KHz, oltre diventa meno intellegibile. I toni test anche a elevato volume non hanno rivelato distorsioni di sorta.

VERDETTO

In conclusione le Razer Kraken Ultimate sono cuffie che attualmente attorno ai 140€ offrono una performance qualitativa interessante ma non strabiliante, specie per l’ambito musicale.

Razer Kraken Ultimate – La recensione

Studiate più per l’impiego squisitamente gaming la concorrenza a livello di prezzo simile potrebbe essere costituita dalle Hyperx Revolver S, cuffie Dolby Surround 7.1 per PC/PS4/Mac con in più il jack 3,5 mm, al momento a 133€. Oppure sempre a filo ci sarebbero le Astro Gaming A40 sulle 125€, headset sempre e comunque privi delle funzioni di rielaborazione del suono THX. Peccato per l’assenza del jack 3,5 mm che le rende praticamente inutilizzabili in misura diretta al di fuori del contesto (gaming) casalingo.

Razer Kraken Ultimate in vendita su Amazon

Per ulteriori informazioni sulle Razer Ultimate Kraken: link al costruttore.

Razer Kraken Ultimate – La recensione
8,5 Recensione
Pro
Qualità audio gaming
Regolazione fine suono
Rielaborazione THX multichannel
Contro
Manca jack 3,5 mm
Qualità suono musica
Peso e ingombro
Riepilogo
Modello: Razer Kraken Ultimate
Driver: 50 mm
Connettività: solo via cavo
Cancellazione attiva rumore: solo microfono
Impedenza: 16 ohm
Peso: 391 grammi
Prezzo: 140 euro
Sito del produttore: https://www.razer.com/gaming-audio/razer-kraken-ultimate
Funzioni
Costruzione
Audio
Il giudizio di AF
Razer Kraken Ultimate – La recensione

Author: Claudio Pofi


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest