Home cinema

Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma…

proiettore sony-vpl-hw65es_01
Non è un 4K, eppure il proiettore di Sony rappresenta una proposta allettante

Con l’Ultra HD 4K in ascesa, esiste ancora spazio per un proiettore da 3000 euro limitato al solo Full HD? Con il suo VPL-HW65ES, Sony è convinta di sì

Dopo aver stupito solo pochi mesi fa con la superba resa 4K e HDR del proiettore VPL-VW520ES, Sony vuol dimostrare che non serve necessariamente spingersi verso nuove frontiere tecnologiche per garantire agli utenti un’esperienza coinvolgente su grandi schermi. Lo si può fare tranquillamente anche con una “normale” risoluzione 1920×1080.

Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma...

Immagine

A differenza del fratello maggiore, che può contare su un notevole 4K HDR, il Sony VPL-HW65ES non riesce a ricreare lo stesso impatto nell’immediato. Tuttavia tende a catturare in modo graduale e suadente, fino al punto dal trovarsi completamente rapiti dalla visione.

La qualità delle immagini è comunque superba. Il 4K potrà contare su un maggior numero di pixel (e l’HDR aprire un nuovo mondo di sfumature), ma la risoluzione Full HD del VPL-HW65ES non ha alcun problema a mettere in mostra anche il più fine dettaglio.

Nel film d’animazione ParaNorman si possono distinguere chiaramente le differenti sfumature nel vestiario dei cittadini, dal logorio di un paio di scarpe da ginnastica alla lanuggine di un maglione consunto. Perfino in un mondo animato in stop motion emerge un senso di realismo nel modo in cui alberi, case e strade sono visualizzate, mentre le sfumature verdi che circondano i fantasmi donano quella giusta atmosfera ultraterrena.

Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma...

I colori sono naturali e intensi. Un proiettore meno curato avrebbe mostrato difficoltà nella riproduzione delle differenti tinte di marrone e grigio di The Imitation Game; il Sony invece visualizza con facilità le textures del legno e del vestiario nero e grigio. Anche gli incarnati e le sfumature appaiono naturali, il dettaglio presente risulta molto elevato.

Si tratta decisamente di una resa cinematografica, dal momento che si percepisce la stessa qualità normalmente associata alla visione in sala : dettaglio e profondità d’immagine notevoli, colori e nitidezza naturali, massimo senso di coinvolgimento durante il film.

Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma...

L’ottima gestione del contrasto è ciò che conferisce al Sony questa resa cinematografica. La palette cromatica gotico-noir di Constantine restituisce l’appropriato senso di malinconia e seduzione proprio grazie all’abilità del Sony nel gestire le scene scure e chiare. I raggi del sole pervadono le ombre anche negli angoli più bui e lontani senza perdere di intensità.

Il VPL-HW65ES usa una tecnologia proprietaria di Sony, l’SXRD, variante del LCOS tradizionale (Liquid Crystal On Sylicon – una combinazione tra DLP e LCD) per garantire un forte rapporto di contrasto (120,000:1 usando il settaggio dinamico di Sony) unito ad una luminosità fino 1800 lumen senza affaticare troppo la visione.

La capacità di restituire facilmente un elevato contrasto mantenendo la finezza del dettaglio rende la visione del Sony estremamente appagante. Dovesse esser mossa una critica è che la nitidezza dell’immagine vacilla leggermente quando si abbia a che fare con scene scure. I contorni di oggetti e personaggi sembrano leggermente sfuocati, salvo tornare a fuoco quando la scena torna luminosa. Fortunatamente ciò non è sufficiente ad inficiare la resa complessiva delle immagini.

Funzioni

Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma...

Il Sony non solo renderà giustizia alla vostra collezione di Blu-ray, ma darà anche nuova vita ai vostri DVD. Anche con l’inevitabile gap del dettaglio, rimarrà pur sempre una visione piacevole grazie ai colori naturali e all’interazione tra chiari e scuri tipici del Sony.

Durante i test è stata riscontrata l’impossibilità di riprodurre nativamente i Blu-ray attraverso gli ingressi HDMI (i soli disponibili). Una possibile soluzione è quella di lasciare gestire l’upscaling al lettore Blu-ray.

Si potrebbe pensare che un proiettore così grande e costoso come il VPL-HW65ES richieda ore per essere installato. In realtà, aggiustare lo zoom, il fuoco e il lens shift per ottenere un’immagine precisa e centrata richiede solo una manciata di minuti. Ovviamente, ne servirebbero anche di meno se fosse disponibile un’ottica motorizzata come sul VPL-VW520ES; ciò nonostante la regolazione manuale è risultata più che adeguata.

Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma...

Usando il disco THX Optimizer si riescono a regolare molto facilmente i parametri dell’immagine, grazie anche al chiaro menu. Ottenere una buona immagine dal Sony è estremamente facile. Le connessioni comprendono solo due porte HDMI. Esiste una connessione per la rete LAN, una porta Rs232 e un trigger per sistemi domotici; un vero peccato non ci sia nessun tipo di input per chi non ha sorgenti HD o desideri comunque opzioni diversificate.

In aggiunta, nonostante diversi produttori di TV (come Samsung e Philips) stiano rimuovendo il 3D dai loro prodotti, Sony ne mantiene ancora il supporto, per chi lo volesse. Si dovranno spendere circa 50 euro per ogni paio di occhiali 3D attivi, dato che non sono forniti nella confezione.

Costruzione

Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma...

Il proiettore ha una conformazione robusta e “pesante”. Le forme comunque arrotondate e il design minimale non lo fanno tuttavia mai sembrare ingombrante, motivo per cui non sfigurerà mai in un soggiorno. È disponibile sia in finitura nera che bianca; il design del telecomando mostra una disposizione pulita per i tasti e una buona reattività ai comandi.

Verdetto

Si potrebbe passare tutta la giornata a guardare film sul VPL-HW65ES. Se si sta cercando un ottimo proiettore per uso domestico, sotto i 3000 euro, il Sony è assolutamente una macchina da prendere in considerazione.

Tuttavia il fatto che, nel panorama tecnologico attuale, il VPL-HW65ES non sia dotato di risoluzione 4K ha un suo peso. Certamente per coloro i quali vogliano mettersi al sicuro dal rischio obsolescenza, questo Sony non avrà grossa attrattiva. La scelta vincente in tal caso, ricadrebbe sul Sony VPL-VW520ES, equipaggiato di 4K e HDR, ma ad un prezzo di quasi 10 mila euro.

Non tutti sono sempre alla ricerca della tecnologia più avanzata, nè possono permettersi di spendere una cifra simile per un proiettore. La maggior parte degli utenti si accontenta di un’immagine ampia e cinematografica, che sfrutti appieno la loro vasta collezione di Blu-ray e DVD.

Se non si è preoccupati più di tanto della possibile obsolescenza (ci vorranno comuqnue un paio di anni prima che i blu ray 4K prendano effettivamente piede), allora il VPL-HW65ES saprà garantire grandi soddisfazioni.

© 2016, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma... e Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma... dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Proiettore: al Sony VPL-HW65 manca il 4k, ma...

Author: Federico Brighi

In dettaglio
  • Immagine
  • Funzioni
  • Costruzione
4.7

Il nostro verdetto

Un’eccellente proposta per gli appassionati di cinema che vogliono un’immagine cinematografica convincente per la loro collezione Blu-ray

Pro
Qualità dell’immagine immersiva
Dettagli e colori naturali
Forte contrasto e immagini nitide

Contro
Connettività limitata
Le immagini potrebbe essere più nitide nelle scene scure
Non è 4K

Informazioni Generali
Sito internet produttore: http://www.sony.it
Produttore: Sony
Tipologia di prodotto: proiettore SXRD
Modello: VPL-HW65ES

Scheda tecnica
Metodo di proiezione: Frontale
Tipo: LCOS
Risoluzione: 1920 x 1080
Dimensione massima dell’immagine: 300 pollici
Lumen: 1800
Contrasto: 120.000:1
Ingressi: 2 x HDMI, LAN
3D: Sì, attivo
Dimensioni (A x L x P, cm): 18 x 41 x 46
Peso: 9 kg


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest