App Editoriali Featured home Home cinema Notizie TV

Panasonic 2020 Audio & Video – Il Futuro è oggi

Panasonic 2020 Audio & Video - Il Futuro è oggi

Presso gli studi cinematografici Pinewood Studios fuori Londra il lancio delle novità consumer Panasonic 2020 tra televisori OLED, LCD e Soundbar

Il catalogo consumer electronic di Panasonic 2020 si è schiuso in quel dei Pinewood Studios, tempio della settima arte e ‘casa’ di James Bond. Per quest’anno sono previste tre nuove serie di televisori OLED e altrettante LCD, tutte a risoluzione 4K. Per i pannelli OLED, tutti sempre e solo 55″ e 65″ pollici, in ordine di importanza sono i modelli HZ2000, HZ1500 e HZ1000, con interessanti novità riguardo Dolby Vision IQ ma anche il Filmmaker Mode.

Dolby Vision IQ utilizza i sensori di luce integrati nel televisore per misurare la luce ambientale nella stanza e regolare di conseguenza il dynamic tone mapping in modo da preservare i dettagli del materiale che transita sul pannello. Può anche passare informazioni aggiuntive al TV del tipo di contenuto in modo che eventuali variazioni conducano a una modifica automatica e intelligente dei settaggi.

Panasonic 2020 Audio & Video - Il Futuro è oggi

Tutto ciò è determinato dall’uso di metadati dinamici nel flusso informativo digitale del contenuto rimuovendo approcci potenzialmente errati da parte dell’elettronica, consentendo alla TV di effettuare ottimizzazioni intelligenti scena per scena. Al Dolby Vision IQ si aggiunge anche il Filmaker Mode, dove l’avanzamento in questo caso è legato al nuovo “Intelligent Sensing” proprietario Panasonic, favorendo il più possibile il risultato in HDR. Ciò consente di  rispettare i dettami cinematografici all’origine della creazione del materiale con un più elevato indice di adattabilità in presenza di ambienti bui o molto luminosi.

Una volta attivato il Filmaker Mode elimina ingerenze e possibili variazioni dei preset per la parte video lasciando invariato framerate, rapporto d’aspetto, colore e contrasto disattivando la riduzione del rumore e l’accentuazione del dettaglio. Questo è il Filmaker Mode così come abbiamo imparato a conoscerlo ma con la marcia in più di Panasonic intervengono i sensori Intelligent Sensing esterni al televisore, che regolano automaticamente l’immagine in base alla illuminazione ambientale.

Panasonic 2020 Audio & Video - Il Futuro è oggi

È indubbio che un ulteriore aiuto nella regolazione fine del materiale visionato per rendere maggiormente percepibili i dettagli anche in secondo piano e nelle scene buie possa arrivare ad alterarne in parte la resa, così come concepita in condizioni ottimali di locale buio. A tale proposito viene ribadito che “i tecnici di Panasonic hanno collaborato con due case di produzione hollywoodiane per garantire che la funzione non tradisse le aspettative dei filmaker e offrisse una percezione ottimale.”

Per i puristi dell’immagine nei TV OLED c’è l’integrazione di due nuove funzioni “basate sulle richieste dei team di post-produzione hollywoodiani”. Tutti i TV OLED Panasonic 2020 consentiranno di disattivare la mappatura dei toni da menù (vedi immagine sotto). La mappatura dei toni, o tone mapping, viene applicata dal TV per interpretare il contenuto trasmesso e riportarlo alla luminosità originaria del set, evitando così fenomeni di clipping.

Click per ingrandire

Panasonic 2020 Audio & Video - Il Futuro è oggi

Non essendoci nessuno standard settoriale per la mappatura dei toni la possibilità di disattivarlo permette alle case di post-produzione di lavorare sul contenuto originario nella maniera più accurata. Il clipping può verificarsi sia alle basse che alte luci, rendendo impossibile cogliere sfumature e particolari. Nel caso delle alte luci osservando per esempio porzioni d’immagine con zone di cielo potrebbe diventare impossibile cogliere differenze tra le nuvole più bianche e il cielo stesso a causa di uno sfondo troppo uniforme e lattiginoso.

Sui nuovi televisori viene così consentito il cosiddetto “hard clipping” alla luminosità originaria del pannello (vedi immagine sopra). A questo si aggiunga l’opportunità di impostare il “clip point” da menù, ampliando ulteriormente il ventaglio delle opzioni specie per i professionisti della produzione cinematografica con la misura neutra. Novità anche riguardo la calibrazione con l’aggiunta dei punti più bassi al mondo, ovvero 1,3% e 0,5% (vedi immagine sotto), aumentando la flessibilità della gestione alle basse luci e un’accurata transizione dal nero prossimo a zero verso il nero standard.

Panasonic 2020 Audio & Video - Il Futuro è oggi

I nuovi TV OLED del 2020 supportano la generazione di test pattern del software CalMAN di Portrait Displays insieme alla funzionalità AutoCal. Come sempre sono disponibili anche le impostazioni di calibrazione di Imaging Science Foundation (ISF) e dei contenuti Dolby Vision.

I miglioramenti più interessanti sono legati anche a un annunciato ulteriore sviluppo del “black frame insertion” (vedi filmato qui sopra), tecnica che da sempre vede l’inserimento di un frame nero tra i frame del contenuto video vero e proprio. La differenza qui parte dal nuovo sistema Panasonic e dal processore HCX Pro Intelligent proprietario, che analizza il segnale in entrata e regola dinamicamente la durata del frame nero sempre in un ciclo tra due frame con le informazioni. Ciò dovrebbe da una parte aumentare la fluidità delle immagini per chi non ama panning con accenni di scatti e al tempo stesso evitare lo spiacevole fenomeno di flickering, la percezione di un certo sfarfallio dell’immagine.

Tre le serie anche per l’LCD: HX800, HX900, HX940. Si tratta di pannelli Edge LED dove per HX800 (40”, 50”, 58” e 65” pollici) e HX900 ( 43”, 49”, 55” e 65” pollici) il drive del pannello avviene a 50 Hz mentre per la HX940 (43”, 49”, 55”, 65” e 75” pollici) a 100 Hz, l’unica della terna “HDR Cinema Display Pro” e l’unica a disporre di un sistema avanzato di local dimming. In tal senso abbiamo potuto saggiarne le qualità tramite confronto diretto con un pannello concorrente, rilevando una maggiore profondità di neri. Sarà interessante mettere sotto stress tale apparato per saggiarne a pieno le caratteristiche che lo differenziano tecnologicamente, ed economicamente, dai fratelli minori. Come per l’OLED il supporto HDR è totale con HDR-10, HDR-10+, HLG, HLG Photo e Dolby Vision.

Panasonic 2020 Audio & Video - Il Futuro è oggi

Dal punto di vista squisitamente estetico il ritorno in auge del piedistallo girevole favorirà l’angolazione migliore per la visione. Altra novità il passaggio di testimone dal software di navigazione My Home Screen 4.0 alla versione 5.0. Selezionando l’icona di un’app direttamente dalla home page apparirà automaticamente un’anteprima dei contenuti disponibili e selezionabili con un semplice tocco sul telecomando. Tale opzione è già stata confermata per Netflix, YouTube e Rai Play.

L’intera lineup 2020 di televisori supporta la versione enterprise del servizio di streaming gratuito XUMO, con un’ampia offerta di canali esplorabile tramite una interfaccia del tutto simile a quella in uso per qualsiasi canale DGTV o satellite. Inoltre tutti i modelli annunciati supportano la piattaforma HbbTV; compatibilità anche Google Assistant e Amazon Alexa.

Soundbar

Annunciati due nuovi sistemi audio dal concept Home Theatre, anche se declinati sotto forma di soundbar: l’HTB600 con subwoofer wireless e l’HTB400 con subwoofer integrato. “Crediamo che sia importante offrire ai consumatori un’ampia scelta. HTB600 è ideale per gli appassionati di cinema che vogliono vivere l’audio 3D di Dolby Atmos anche tra le mura domestiche. HTB400, invece, è perfetta per chi cerca una soluzione semplice che consenta di apprezzare le colonne sonore e percepire meglio i dialoghi.” – ha affermato Mutsue Sekihara, Product Manager Audio in Panasonic Italia.

Compatibile Dolby Atmos e DTS:X la HTB600 è dotata di due unità driver Full Range (4,5 x 10 cm), ha un elevato margine di manovra grazie alla potenza in uscita di 160 Watt, che il subwoofer wireless fa salire a 360 Watt. Tale subwoofer è caratterizzato da un diffusore da 16 cm con potenza in uscita di 200 W, specifico accordo bass reflex aerodinamico per la gestione del flusso d’aria.

Panasonic 2020 Audio & Video - Il Futuro è oggi

L’HTB400 dispone di due driver Full Range (4,5 x 10 cm) e due subwoofer integrati con potenza complessiva di 160 Watt. Dotazione di magneti al neodimio, i due subwoofer a cono da 8 cm raggiungono una potenza combinata di 80 Watt. Possibilità di installazione a parete, i trasduttori hanno angolazione verso l’alto di sette gradi, sia fronte che retro per migliorare il bilanciamento. Connessione Bluetooth ai dispositivi mobile, la HTB600 dispone di terminale pass through 4K HDR e gestione eARC (enhanced Audio Return Channel) sfruttabile grazie alle uscite HDMI 2.1 dei TV.

Un luminoso e intelligente 2020

Anche se la liofilizzazione del suono multicanale in un unico apparato fa inorridire gli amanti dell’home theater più classico che dispongono di più diffusori la scelta della soundbar in ambienti di piccolo / medio cabotaggio potrebbe rivelarsi quanto meno interessante: per costo, ingombro ma anche resa sonora. Se c’è un brand che nel corso del tempo è maggiormente riuscito a coniugare l’idea di un grande e fedele spettacolo cinematografico su schermo casalingo questi è Panasonic, cui molto si deve in termini di qualità dell’immagine in virtù di soluzioni ingegneristiche che apparivano impossibili sino a poco tempo fa. Su tutte la versione ‘dinamica’ del Black Frame Insertion (BFI), di cui abbiamo udito faville. Speriamo a breve di poter testare sul campo questo nuovo BFI per un comprovato passo in avanti nella fluidità dei panning laterali, elevato dettaglio senza pagare lo scotto del flickering.

Panasonic 2020 – Gamma OLED 4K: dimostrazione del funzionamento del sistema Filmaker Mode Intelligent Sensing e Dolby Vision IQ con adattamento in tempo reale dei parametri dell’immagine in funzione della luce circostante (a sinistra l’OLED 2020, di fianco l’OLED 2019)

Osservando un po’ più da lontano il quadro generale dell’offerta Panasonic 2020 appare oltremodo evidente la scelta di abbracciare ancor più l’ambito più squisitamente professionale, come per esempio la disattivazione del tone mapping, oro anche per certi professionisti della color correction.

Davvero piacevole la sensazione di avere di fronte apparati che, se studiati per soddisfare le esigenze di chi il cinema lo fa e lo lavora quotidianamente, non dovrebbero indurre perplessità tecniche anche da parte di coloro che distanziano per passione o per lavoro il consumatore medio. Quanto meno per la gamma OLED e il flagship HZ2000, da cui ci aspettiamo una gestione delle immagini con una resa non inferiore alla reference senza compromesso alcuno. Da confermarsi le disponibilità per TV e Soundbar a mercato in tarda primavera, di cui al momento non si conoscono i prezzi suggeriti al pubblico.

Per ulteriori informazioni: link al sito Panasonic.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest