Entertainment Featured home Guida 4K/BD/DVD Guida 4K/BD/DVD/UHD

Opera – Versione Integrale [Blu-ray]

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

Nel 1987 “Opera” segnò il ritorno al thriller di Dario Argento, film tra i più grafici e censurati. Versione integrale da CG Entertainment e Cine Kult

In Opera seguiamo le ultime prove per la prima del Macbeth di Giuseppe Verdi quando la soprano, infastidita dalle moderne scelte registiche tra cui quella di impiegare corvi veri in scena, si allontana dal teatro rimanendo vittima di un incidente.

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

A sostituirla viene chiamata Betty (Cristina Marsillach), giovane promessa della lirica che nonostante l’insicurezza risolve egregiamente la serata ricevendo il plauso di critica e pubblico. Un successo artistico ben presto funestato da una catena di omicidi che la vedono coinvolta sempre in prima persona ma in qualità di spettatrice delle efferatezze compiute da un individuo mascherato, morbosamente connesso a Betty e alla sua famiglia.

Nel 1987 decisi di dare una seconda chance al maestro Dario Argento recandomi al cinema a vedere Opera dopo il precedente Phenomena, primo ‘capitombolo’ artistico dopo anni di film apprezzati e apprezzabili come gli straordinari Profondo rosso, Suspiria e Inferno cui aggiungo l’eccellente Tenebre oltre a precedenti superbe produzioni.

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

Erano anni in cui Argento proseguiva la sperimentazione, osava andando oltre le dinamiche visive di racconti di per se già pieni di suspense negli script, palpabile tensione in una perfetta armonia di immagini, suoni e musica. Ricordo quanto si parlò dell’uso della steadycam nell’insulso Phenomena, penalizzato da una sceneggiatura (e mise-en-scène) affatto convincente quanto quella di Opera.

Anni difficili col CGI di là da venire e una ricerca estetica che comunque seppe raggiungere vertici d’eccellenza: sequenze oniriche, il carrello all’indietro presso la sartoria del teatro allontanandosi dalla costumista qualche minuto prima del suo omicidio, la complessa e costosa struttura aerea alloggiata nel soffitto del teatro che emulava la soggettiva del volo circolare dei corvi, il dettaglio del proiettile sparato dal serial killer che trapassando lo spioncino uccide il personaggio di Daria Nicolodi. Splendidi esercizi di stile.

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

Allo stesso modo già all’epoca ritenevo bollito indugiare eccessivamente su primissimi piani e dettagli scenografici ‘alla Argento’, deprecabili scelte reiterate allo sfinimento anche nei successivi film, passaggi ripetitivi a suffragio di atmosfere e psicologia dei personaggi sempre più vuoti. Forzato a correzione della sceneggiatura trovai il voice over del regista, in particolare nell’epilogo su suolo svizzero, ridicolizzando la promessa della lirica che assieme alle immagini finiva congedata come una sorta di Heidi con problemi mentali.

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

Durante questa nuova visione ho scorto anche un’imperfezione visiva, ovvero il riflesso su uno specchio della cinepresa nel corso di un carrello sempre nel locale sartoria, lo segnalo per dovere di cronaca ma non a demerito della realizzazione, a costo di passare per ‘ant fucker’ (termine dispregiativo che indica il tipico spacca capelli), come lo stesso Franco Ferrini tiene a sottolineare negli extra, sceneggiatore anche valente (ha partecipato alla stesura di C’era una volta in America) ma autore di script di discutibile fattura legati a molti dei più recenti insuccessi artistici di Argento, su tutti “Il cartaio”.

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

Infarcito di alcuni passaggi gore, Opera subì pesanti tagli censori (l’edizione USA all’epoca contava 88 min.) ma per fortuna questa edizione Blu-ray lo ha restituito alla sua pienezza artistica di 107 min. Più d’ogni altra cosa rivedere Opera a distanza di trent’anni dalla sala mi ha riportato alla memoria le risa involontariamente provocate al sottoscritto e vicini di poltrona ogni qual volta i momenti più truculenti sono accompagnati da musica heavy metal (cui contribuirono la band italiana Steel Grave e la svedese Norden Light), in netta contrapposizione con l’abbondanza di brani operistici di Verdi, Puccini e Bellini: sulla carta sarà anche sembrata una grande idea ma il risultato è ridicolizzante. Sarebbe stato meglio se la colonna sonora l’avesse composta e curata integralmente il maestro Claudio Simonetti.

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

A peggiorare ulteriormente la situazione parte del cast inappropriato tra cui il sovrintendente al teatro, l’aiuto regista e il commissario che proprio non convincono e contribuiscono a far scemare un già risicato appeal. La sceneggiatura, firmata da Dario Argento e Franco Ferrini, ha guizzi significativi come il cerotto con gli aghi che obbliga a tenere gli occhi aperti stile “Arancia meccanica” ma sono troppi i cali di materia cerebrale tra cui annovero la rivelazione degli inquirenti che il cadavere carbonizzato dell’assassino è un manichino (qui la spiegazione di Ferrini negli extra si regge sugli stuzzicadenti) così come il succitato epilogo per le valli svizzere (con autocitazione di Quattro mosche di velluto grigio) con tono narrativo e messinscena che definire ridicoli è un complimento.

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]
Sulla libreria, a sinistra dell’attrice Cristina Marsillach, spunta la costa della VHS “Goin’ South” di e con Jack Nicholson

Nonostante il riscontro ai botteghini con un guadagno attorno ai 7 miliardi delle vecchie lire non possiamo definirlo un vero e proprio successo dal momento che ho trovato indicazione che furono ben 9 i miliardi investiti nella produzione. Per chi ama Dario Argento, costi quel che costi.

VIDEO

Editato all’estero con deprecabile resa tecnica, vedi il master giapponese usato anche per l’edizione tedesca, nel nostro caso parliamo di nuovo telecinema e restauro digitale effettuati presso laboratori a Los Angeles che più d’ogni cosa hanno restituito il formato immagine corretto 2.35:1 (non 2.85:1 come segnalato retro copertina) erroneamente croppato sul disco Koch Media, esaltando grana e rendendo impossibile l’acquisizione di contenuti scenografici bordo immagine. Qui la codifica è AVC/MPEG-4 (1920 x 1080/24p).
Opera - Versione Integrale [Blu-ray]
Una seconda primavera quindi per questa pellicola, nuova colorimetria avvicinandosi probabilmente alla visione di Argento dell’epoca, esaltando al tempo stesso limiti nella cinematografia per le inquadrature a bassa illuminazione, alcune sequenze con cali di contrasto, neri inficiati dalla grana per un risultato tecnico comunque di livello superiore al passato. Non mancano alcuni fotogrammi sporchi e segnati, come la riga rossastra verticale nella parte alta dell’immagine presente al cap. 3.
Trailer per l’uscita Home Video giapponese di Opera

AUDIO

Scansando il Dolby Digital 2.0 canali (224 kbps) in assoluto l’ascolto dovrebbe essere condotto attraverso il superiore DTS-HD Master Audio 2.0 canali, che offre un più elevato volume d’ascolto ma anche e soprattutto ulteriore apertura nei numerosi passaggi musicali e rifinitura sugli elementi in secondo piano. Benché recitato in lingua inglese, ricordiamo che la scelta delle due speculari tracce in originale implica la presenza di un fastidioso soffio di fondo, ancor più evidente con la traccia lossless, un vero peccato.

EXTRA

Ricordando che il prodotto è stato realizzato grazie al crowfunding di CG Entertainment, il film è stato editato anche in edizione speciale a tiratura limitata di 500 copie numerate con libro di 120 pagine scritto da Davide Pulici di Nocturno, con card da collezione dove nelle prime 300 copie una è autografata da Argento. I supplementi del Blu-ray sono di prestigio, un must have per gli appassionati con oltre 210′ minuti: Il Maestro dell’ Opera, incontro con Dario Argento; La Scrittura dell’ Opera, incontro con Franco Ferrini; La Visione dell’ Opera, incontro con Giovanni Gebbia, operatore che girò il backstage ufficiale; Il Ritmo dell’ Opera, incontro con Claudio Simonetti.

Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

In esclusiva per il Blu-ray abbiamo: L’Opera al Nero, incontro con Michele Soavi e Barbara Cupisti; L’Organizzazione dell’ Opera, incontro col direttore di produzione Alessandro Calosci e il capo gruppo Tino Polenghi; “Kill Me Francesca!”, incontro con Francesca Cassola. Imperdibili L’Opera in Super 8 e Inside Opera con immagini dietro le quinte in super 8 (5′) e in video (43′).

TESTATO CON: TV Hisense 4K H49M3000, TV Panasonic 4K TX58DX800E, UHD player Samsung K8500

Blu-ray disponibile su dvd-store.it

Opera - Versione integrale [Blu-ray]
7.5 Recensione
Pro
Restauro interessante
Traccia italiana lossless
Versione integrale
Extra di pregio
Contro
Audio inglese con soffio di fondo
Sceneggiatura non convincente
Epilogo da dimenticare
Riepilogo
Prodotto & distribuito da: CG Entertainment
Durata: 107'
Anno di produzione: 1987
Genere: thriller/horror
Regia: Dario Argento
Interpreti: Cristina Marsillach, Ian Charleson, Urbano Barberini, Daria Nicolodi, Coralina Cataldi Tassoni, Dario Argento, Michele Soavi
------
Supporto: BD 50
Aspect Ratio: 2.35:1
Codifica Video: 1080/24p AVC
Audio: inglese DTS-HD Master Audio 2.0 & Dolby Digital 2.0 (224 kbps)
italiano DTS-HD Master Audio 2.0 & Dolby Digital 2.0 (224 kbps)
Sottotitoli: italiano per non udenti
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF
Opera - Versione Integrale [Blu-ray]

Author: Claudio Pofi


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest