Entertainment Guida 4K/BD/DVD

Mine [Blu-ray]

Mine

Mine in Blu-ray: rivediamo il film degli italiani Fabio Guaglione e Fabio Resinaro. Sono tanti gli extra di qualità e per una produzione italiana è una cosa rara.

Mine è una mosca bianca nel panorama italiano. Lo è stato al cinema: tante sale lo hanno riproposto anche a distanza di mesi, spesso in occasione di un dibattito presieduto dai registi. Anche nel mondo dell’intrattenimento domestico Mine non passerà inosservato. E’ raro che un supporto italiano abbia nel suo arsenale tanti contenuti speciali. Ancor più inusuale è che i registi stessi (tramite la loro società di produzione Mercurio Domina ndr.) ne abbiano curato ogni aspetto: editing, missaggio sonoro e confezionamento.

Mine [Blu-ray]

Mine ha potuto godere negli scorsi mesi di un grado di fidelizzazione del pubblico fuori dalla norma. La presenza sui social network dei registi, unita al benevolo passaparola dell’audience, ha contribuito ad animare il dibattito sino alla messa in vendita del disco Blu-ray. Solitamente un film, specie se non un cult, annienta la sua sfera mediatica poco settimane dopo l’approdo in sala.

Mine rappresenta un nuovo modo di far cinema, tutto italiano? Simboleggia il potenziale nostrano supportato dai finanziamenti esteri? O è forse la prova del nove di Armie Hammer, l’ex Lone Ranger (era stato considerato anche per il ruolo di Batman ndr.) del flop disneyano in cerca di redenzione a Hollywood? Ancora poche settimane e la pellicola sbarcherà oltreoceano. Sarà curioso assistere al gradimento del pubblico e riformulare un giudizio sui quesiti sopra accennati. La discussione è quindi rimandata.

Prima di avventurarci nell’esamina del supporto Blu-ray , vi lasciamo qui sotto la nostra video-intervista ai due filmaker. E’ piuttosto lunga ma d’altronde, come diceva il buon vecchio Sergio Leone sul set, “quando si gioca, si gioca sul serio”.

Mine [Blu-ray]

VIDEO

IMDB, l’analogo della biblioteca del Petrarca per tutti i cinefili, non fornisce dettagli tecnici in merito alla lavorazione del film. Dal video sopra si è scoperto che Mine è frutto di un girato Arri Alexa, finalizzato in un master 2K 4:4:4 tramite digital intermediate. Il disco Blu-ray nasce da questo percorso ed è stato trasferito su un supporto BD50 a doppio strato. Lo studio 64biz ha curato l’authoring: il menù è fluido e la suddivisione dello spazio tra contenuti speciali, codifiche audio e video è ottimale.

Mine [Blu-ray]

Mine si presta alle glorie dell’alta definizione specialmente per la resa degli incarnati: le minuzie sul volto di Armie Hammer (sopracciglia, pori e tagli) sono chiaramente nitidi ed evidenti. Non siamo ai livelli taglienti di Lone Ranger in Blu-ray, ma considerati i diversissimi budget non lo si poteva pretendere. Le texture non presentano difetti di sorta e le sagome risultano sempre tridimensionali e vive nella scena. Gli effetti digitali sono pressoché invisibili: i fondali rimpiazzati così come i green screen in elicottero appaiono autentici. Nel momento in cui Mike supera la tempesta di sabbia lo ritroviamo insolitamente pulito viste le dimensioni della turbolenza; tuttavia quest’ultima è una mancanza da attribuire alle fase delle riprese e non al riversamento in Blu-ray.

Mine presta il fianco a critiche nelle sequenze notturne. Si notano evidenti aloni di banding che circoscrivono la figura del protagonista, specialmente durante l’attacco delle fiere. Ad una prima occhiata può sembrare un difetto dovuto al limitato spazio colore 8 bit e magari un ipotetico trasferimento futuro in 4K HDR ridurrà l’effetto.

Forse una suddivisione in clip mirato a tener più alto il valore di bitrate nei momenti bui poteva arginare il difetto.

Mine [Blu-ray]

AUDIO

Mine propone la lingua italiana in codifica lossless DTS-HD Master Audio 5.1 alla profondità di 24 bit. I sottotitoli sono esclusivamente in italiano.

Mine batterà nuovamente cassa a maggio (dopo la release internazionale del film nelle sale) in vista di un’edizione steelbook contenente anche la lingua inglese, si presume anch’essa in versione lossless.

Il mix non è quello tipico dei war movie: è centralizzato e, se deve scegliere tra l’impatto surround e la fedeltà dei parlati, punta senz’altro sull’ultimo fattore. Il doppiaggio arriva all’udito corposo e intellegibile; i canali posteriori conferiscono dinamica alla traccia riproducendo la soundtrack e le folate di vento. Uno dei momenti più tridimensionali è quando arriva la tempesta: in quei frangenti l’intero impianto è ai massimi livelli. Sono ottimi i panning che simulano gli spostamenti di sabbia e il subwoofer rende tutto più abissale. L’audio di Mine è lungi dall’essere una campionatura piatta: il clima desertico e la fragilità del protagonista vengono raccontati anche grazie a delle finezze nascoste qui e là; molte di queste erano sottotono in sala e trovano finalmente su Blu-ray modo di esprimersi.

L’unico neo, anche se di carattere creativo, riguarda la carrellata finale, il segmento in cui Mike passa in velocissima rassegna le fasi più importanti della sua vita: qui la colonna sonora è vigorosa e potente (Hans Zimmer adotta una tecnica simile in Interstellar quando Cooper lascia la terra Ndr.), anche se manca di alcune sfumature che potevano attribuirle un salto di qualità. In un finale così concepito ci saremmo aspettati un crogiuolo di suoni piuttosto che puntare al mero stordimento.

Mine [Blu-ray]

EXTRA

  • Trailer di Hacksaw Ridge di Mel Gibson
  • Mike is Mine (13:06)
  • Scene tagliate e estese (46:28)
  • Quantumine: an existensial reprogramming (11:01)
  • Il viaggio dell’eroe immobile (22:35)
  • L’altro lato della duna: VFX breakdown (04:58)
  • Mineboards: dalla pagina al frame (4:42)
  • Teaser & trailer
    • Spot 30’ A
    • Spot 30’ B
    • Full trailer (1:53)
    • Trailer quotes (1:26)
    • Teaser 60’
    • Teaser 40’
  • Credits: 64 Biz studio

Mine [Blu-ray]

Per trovare un disco Blu-ray italiano dal bagaglio extra così cospicuo dobbiamo andare indietro di diversi anni, quando Medusa/ Warner Bros. e De Laurentiis erano accreditati nel medesimo film.

Come già detto nella video-intervista, Mine è l’emblema dell’impegno dei filmaker nell’estendere l’intrattenimento domestico. A causa della crisi, della pirateria, dello streaming e di tanti altri fattori le vendite del supporto fisico vanno più che mai incentivate e l’idea dei due registi è quindi quella di creare un valore aggiunto, tale da incentivare l’acquisto della copia HD. E crearlo non solo a belle parole ma di persona attraverso la loro società di produzione Mercurio Domina, producer anche del film stesso.

Lo sappiamo bene: il più delle volte gli extra propinati sui supporti sono featurette dal carattere promozionale. Come direbbe Jack Sparrow, un campionario di “vuote ciance”. Per Mine non è così: le analisi e introspezioni narrative della storia sono raccontate per invogliare lo spettatore a rivedere la pellicola con occhi diversi e più approfonditi livelli di interpretazione, ma non mancano contributi più tecnici come uno sguardo alla CGI, dietro le quinte e le motivazioni di Armie Hammer.

In un periodo in cui i supporti Blu-ray delegano Youtube a biblioteca integrativa di extra, Mine è una rara eccezione. E come tale si merita le glorie degli appassionati dell’alta definizione.

Mine [Blu-ray]

TESTATO CON: TV Sony 55XD9305, UHD player Panasonic DMP-UB900

Blu-ray disponibile su dvd-store.it

Mine [Blu-ray]
8 Recensione
Pro
Tantissimi contenuti speciali di qualità
Audio italiano lossless
Armie Hammer in ottima forma
Contro
Effetti banding in alcune scene
Manca la lingua originale inglese
Sottotitoli solo in italiano
Riepilogo
Prodotto & distribuito da: Eagle Pictures
Durata: 106’
Anno di produzione: 2016
Genere: Thriller, guerra
Regia: Fabio Guaglione e Fabio Resinaro
Interpreti: Armie Hammer, Annabelle Wallis, Tom Cullen
------
Supporto: BD 50
Aspect Ratio: 2.35:1
Codifica Video: 1080p MPEG-4 AVC
Audio: italiano DTS-HD Master Audio 5.1
Sottotitoli: italiano
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF
Mine [Blu-ray]

Author: Gianluca Dadomo


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest