UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
AF Focus Featured home Mercati

Mercato musicale globale: lo streaming si pappa quasi metà dei ricavi

streaming

Il Global Music Report 2019 di IFPI mette in mostra un mercato musicale sempre più nelle mani dello streaming. Crollano i CD, ma i vinili crescono del 6%.

Secondo l’ultimo report di IFPI (Global Music Report 2019) il mercato mondiale della musica registrata è cresciuto del 9,7% nel 2018 (si tratta del quarto anno consecutivo di crescita), con ricavi totali per il 2018 che hanno toccato i 19,1 miliardi di dollari. Certo, poca roba confronto ai 138 miliardi di dollari generati dal mercato dei videogiochi e anche il cinema, con una stima di 42 miliardi di dollari, ha un valore più che doppio.

Ma considerando quanto internet e lo streaming musicale “all you can eat” (per non parlare di YouTube) abbiano letteralmente stravolto il mercato musicale negli ultimi 10-15 anni, sono numeri positivi e non dimentichiamo che il report di IFPI non tiene conto dei ricavi derivanti dall’attività live di band e artisti ma solo di musica registrata.

Mercato musicale globale: lo streaming si pappa quasi metà dei ricavi

I ricavi dello streaming sono cresciuti del 34% e rappresentano quasi la metà (47%) dei ricavi globali, grazie anche un aumento del 32,9% dei piani a pagamento dei vari servizi come Spotify e Deezer. A fine del 2018 si sono contati 255 milioni di utenti di servizi di streaming a pagamento, che rappresentavano il 37% delle entrate totali della musica registrata. La crescita dello streaming tra l’altro ha più che compensato il calo del 10,1% delle entrate derivanti dai supporti fisici e il calo del 21,2% fatto registrare dai download.

Parlando di supporti fisici, questi rappresentano oggi circa il 25% dell’intero mercato musicale e il calo tocca principalmente i CD visto che i vinili, in crescita per il tredicesimo anno consecutivo, hanno visto un +6% anno su anno e possono oggi contare sul 3,6% del mercato.

Mercato musicale globale: lo streaming si pappa quasi metà dei ricavi

Per il quarto anno consecutivo l’America Latina è stata la regione in più rapida crescita (+16,8%), grazie soprattutto all’andamento del mercato in Brasile (+15,4%) e Messico (+ 14,7%). La regione Asia e Australasia (+11,7%) è cresciuta fino a diventare la seconda regione per fatturato combinato fisico e digitale, con una crescita particolarmente forte in Corea del Sud (+17,9%).

Scendendo a livello più artistico, scopriamo che Drake guida la classifica degli artisti che hanno generato le maggiori entrate a livello globale, seguito dai coreani BTS (pressoché sconosciuti dalle nostre parti) e da Ed Sheeran. La top ten continua con Post Malone, Eminem, Queen, Imaging Dragons, Ariana Grande, Lady Gaga e Bruna Mars. Qui sopra invece le classifiche dei singoli e degli album più venduti-streammati-scaricati del 2018.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Mercato musicale globale: lo streaming si pappa quasi metà dei ricavi e Mercato musicale globale: lo streaming si pappa quasi metà dei ricavi dal team editoriale con sede nel Regno Unito.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest