UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Entertainment Featured home Guida 4K/BD/DVD Guida 4K/BD/DVD/UHD

L’imbalsamatore [BD]

L'imbalsamatore [BD]

Partecipò al 55° Festival del Cinema di Cannes, L’imbalsamatore di Matteo Garrone torna in Home Video nella nuova edizione Blu-ray. Da CG Entertainment

L’imbalsamatore racconta di Peppino Profeta (Ernesto Mehieux), partenopeo di mezz’età affetto da nanismo. Esperto tassidermista colluso con la camorra, il vizio di spendere più di quanto guadagni lo porta a risolvere gli interessi con lavori per un locale boss a cui deve troppo.

Solitudine e tendenze bisessuali lo avvicinano al bel Valerio (Valerio Foglia Manzillo), giovane che convince a entrare a bottega iniziandolo all’arte dell’imbalsamazione. Peppino non perde occasione per lusingare l’apprendista con regali anche preziosi, coltivandone l’amicizia e offrendogli serate a base di cibo, alcol e prostitute.

Un’incursione della coppia nella provincia di Cremona per l’ennesimo incarico che Peppino non può rifiutare li porta a contatto con la strampalata Deborah (Elisabetta Rocchetti), di cui Valerio s’invaghisce.

L'imbalsamatore [BD]

Pur di non perdere lo stretto contatto col ragazzo Peppino accondiscende alla tenera relazione, sino al momento in cui il livello di sopportazione andrà tracimando verso pericolosi lidi.

Da un fatto di cronaca nera l’idea per la sceneggiatura de L’imbalsamatore, co-scritto dallo stesso Garrone, nel 2002 al suo quarto film, portando in scena una nerissima storia dove l’atmosfera si fa sempre più soffocante. Meravigliosa l’interpretazione di Ernesto Mehieux, che per sua stessa asserzione nemmeno voleva entrare nel cast dopo aver letto uno script che evidentemente non lo aveva convinto sino in fondo.

Un’opera dalle tinte fosche, volta a dipingere inquietudine emotiva ed esistenziale di disadattati come tanti, che come tanti si ritrovano a pagare in misura più o meno pesante le conseguenze del proprio dolore di vivere.

L'imbalsamatore [BD]

Anche se basato su una storia dalle grandi potenzialità purtroppo L’imbalsamatore finisce per poggiare interamente sulle spalle del piccolo grande Ernesto Mehieux al cui confronto il nano, artisticamente parlando, resta Valerio Foglia Manzillo, ex modello per la prima volta su grande schermo benché privo di esperienza recitativa, e si vede.

Un errore del regista che pare lo abbia scelto per altezza, bellezza e probabilmente perché avrebbe dovuto ispirare ingenuità e leggerezza tipiche di un giovane uomo in cerca di un posto nel mondo.

L'imbalsamatore [BD]

La palpabile scolasticità di Manzillo mina il corso degli eventi in quasi tutte le inquadrature che lo coinvolgono, finendo per far zoppicare sempre più il contesto e influenzando in parte il carattere di un film che forse avrebbe potuto essere uno dei migliori di Garrone. Plauso alla notevole colonna sonora di Banda Osiris, che proprio come per il regista nel 2002 con L’imbalsamatore firmavano il loro quarto lavoro, anche se i riconoscimenti giunsero solo nel 2004, dopo aver musicato il film successivo di Garrone, Primo amore.

VIDEO

Non è dato sapere con che pellicola fu girato il film, ma considerando il costante carico di grana dal primo all’ultimo frame possiamo presumere l’impiego di pellicole a elevata sensibilità, in ASA 250 o 500. Il film venne pubblicato su DVD-5 nel 2003 e tale è rimasto sino a poche settimane fa, proposto per la prima volta su BD-25: identico aspect ratio 2.35:1 (1920 x 1080/24p), codifica AVC/MPEG-4.

Artisticamente è stato un vero piacere tornare a rivederlo ma tecnicamente rimangono sul tappeto grossi dubbi per la resa delle immagini. Da alcuni diversi elementi fisici viene da pensare che non solo trattasi di diverso master ma anche di diversa pellicola, pur rimanendo nello spazio colore REC.709 la palette cromatica rispetto al DVD mostra toni meno accesi e (forse) più fedeli all’originale cinematografia del compianto Marco Onorato.

Frame capture dal Blu-ray. Click per ingrandire

L'imbalsamatore [BD]

Restano pesanti problemi sui fondali dove troppo spesso, parzialmente se non addirittura per l’intero frame, il blu del cielo vira in porzioni biancastre e a nulla serve agire su luminosità/contrasto nella speranza di riequilibrare il quadro.

Partendo dal presupposto che non vi fosse sovraesposizione del cielo durante la ripresa, la compressione della gamma dinamica può si creare problemi in fase di encoding digitale ma almeno in teoria non dovrebbe arrivare a ‘scardinare’ quasi completamente i toni blu del cielo come in questo caso.

Flusso dati più generoso e almeno in parte migliore qualità per definizione e risalto dei particolari, purtroppo nel corso della visione si registra spesso il deficit cromatico sopra descritto arrivando a influenzare diversamente il mood della storia. Il dubbio di una inadeguata color correction resta.

Frame capture dal DVD. Click per ingrandire

L'imbalsamatore [BD]

A guadagnare ulteriormente in chiarezza le numerose sequenze notturne e all’interno della casa di Peppino, dove su DVD era quasi impossibile cogliere gli elementi dalle inquadrature, quasi del tutto affogati in un marasma di neri alti, qui la profondità dei neri è migliorata notevolmente. In particolare il momento dell’incubo di Valerio, nel letto di fianco a Deborah, consente per la prima volta di osservare più dei volti dei due interpreti.

Nel complesso un dignitoso salto di qualità rispetto alla vecchia edizione SD ma i dubbi quanto meno di una inadeguata color correction restano, che potrebbe risolversi con una eventuale ripubblicazione UHD/HDR e il vantaggio del wide color gamut.

Frame capture dal Blu-ray. Click per ingrandire


L'imbalsamatore [BD]

AUDIO

Salto di qualità anche per l’audio che dal compresso e quasi per nulla performante AC-3 del DVD si è passati a un DTS-HD Master Audio 5.1 canali (24 bit).

Anche se per un film prevalentemente parlato la presenza dei diffusori posteriori resta appannaggio delle transizioni musicali e qualche magro effetto di contorno in esterni per la natura stessa della colonna sonora. Molto buoni i dialoghi, certo più corposi e interessanti col supporto dei due canali anteriori mentre il subwoofer non viene quasi mai chiamato in causa.

L'imbalsamatore [BD]

EXTRA

Ritroviamo lo speciale in SD “Dentro L’imbalsamatore” (17′) con immagini dietro le quinte e interventi di parte di cast e troupe oltre al trailer. Perduta la galleria fotografica così come la biografia e filmografia del regista e degli attori principali che restano appannaggio del vecchio DVD.

TESTATO CON: Tv Hisense 4K H49M3000, Sony KD55XE9305, UHD player Samsung UBD-K8500

Blu-ray disponibile su dvd-store.it

L'imbalsamatore [BD]
7 Recensione
Pro
Intenso dramma firmato Matteo Garrone
DTS-HD Master Audio 5.1 italiano
Contro
Qualità video migliorabile
Speciale sul film molto datato
Manca galleria foto del DVD
Riepilogo
Prodotto e distribuito da: CG Entertainment
Durata: 100'
Anno di produzione: 2002
Genere: Drammatico
Regia: Matteo Garrone
Interpreti: Ernesto Mahieux, Valerio Foglia Manzillo, Elisabetta Rocchetti, Lina Bernardi, Pietro Biondi, Marcella Granito, Giuseppe Arena, Bernardino Terracciano, Rosario J. Gnolo, Vincenzo Puocci
------
Supporto: BD 25
Aspect Ratio: 2.35:1
Codifica Video: 1080p MPEG-4 AVC
Audio: italiano DTS-HD Master Audio 5.1
Sottotitoli: italiano nu, inglese, francese
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF
L'imbalsamatore [BD]

Author: Claudio Pofi


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest