Featured home Notizie TV

LG OLED, l’obiettivo per il 2018 è 2,5 milioni di pezzi

OLED LG 2018 ThinQ

Debutta la nuova linea di TV LG OLED affiancata da una rinnovata linea di televisori LCD Super UHD. E la casa sud coreana dichiara anche il suo obiettivo per il 2018: raggiungere la quota di 2,5 milioni di pezzi venduti.

È ufficiale, LG ha presentato la nuova squadra di TV per il 2018. Tra i top di gamma debuttano gli OLED B8, C8, E8, G8 e W8 e i TV LCD Super UHD SK95, SK85 e SK80 di cui abbiamo già parlato in un precedente articoloNella nota ufficiale, il produttore Sud coreano fa riferimento al mercato. Nel 2017 sono stati venduti 1,6 milioni di televisori e, per il 2018, la casa produttrice prevede di raggiungere il tetto dei 2,5 milioni di sistemi.

Al di là dei numeri, il 2017 per LG è stato un anno più che positivo. Gli OLED, punto di riferimento per il mercato degli appassionati dell’home cinema, sono stati sdoganati e non sono più la chicca tecnologica che solo i benestanti potevano permettersi. Anzi con l’andare dei mesi e con l’approssimarsi delle nuove linee 2018, LG ha portato alcune linee OLED ad avvicinarsi sempre di più al mercato di massa, attaccando perfino Samsung sul suo terreno preferito, ovvero il mercato dei TV Premium. Non stupisce dunque se per il 2018 LG abbia alzato ulteriormente l’asticella tecnologica con in suoi prodotti top di gamma. La maggior parte delle linee di quest’anno saranno equipaggiate con un nuovo e promettente processore Alpha 9 che migliorerà le prestazioni generali.

Non solo OLED

Che LG abbia deciso di cambiare pelle lo si capisce anche dalla linea di televisori LCD Super UHD che andranno ad affiancare i potenti OLED. Anche in questo caso debutta un nuovo processore, quell’Alpha 7 che equipaggiava i sistemi della serie B8 e, su alcuni modelli, torna una tecnologia che non vedevamo da un po’ di tempo: stiamo parlando dei pannelli FALD (full array local dimming), dove i LED sono posizionati dietro lo schermo anziché attorno ai suoi bordi e possono fornire luminosità differenti simultaneamente sul pannello grazie all’impiego di zone LED separate.

Insomma, lo scontro tra i big del mercato TV si è spostato con decisione sulla qualità più che sul prezzo. Sarà interessante capire chi avrà la meglio.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest