UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Featured home Mobile Notizie

LG brevetta uno smartphone con 16 fotocamere

LG 16 fotocamere Home

La tendenza a proporre smartphone con sempre più obiettivi non sembra finire, con LG che brevetta un modello con addirittura 16 fotocamere.

LG è stato tra i primi produttori di smartphone a introdurre un modello con una doppia fotocamera. All’inizio del 2011, quando è stato introdotto LG Optimus 3D, la doppia fotocamera ha permesso di aggiungere un effetto 3D alla foto. Il dispositivo tuttavia, non ha riscosso un grande successo.

Ci sono voluti cinque anni, ovvero nel 2016 prima che la doppia fotocamera diventasse una vera tendenza. Ancora una volta LG è stata in prima linea, con il modello LG G5, il produttore coreano ha introdotto la prima doppia fotocamera con obiettivo standard e obiettivo grandangolare a 135˚.

Ad oggi non è una novità trovare smartphone con tre o anche quattro telecamere nella parte posteriore. Ma c’è anche chi ne offre ben cinque, come il Nokia 9 PureView. Ma a quanto pare la voglia di offrire un numero sempre più maggiore fotocamera su un unico dispositivo non sembra svanire. Infatti LG Electronics ha brevettato uno smartphone con qualcosa come 16 fotocamere! Nessuna fotocamera tripla, quadrupla o penta, ma una configurazione esadecimale.

LG arriva a 16 fotocamere

Il 20 novembre 2018, LG Electronics depositato un brevetto dall’USPTO (Ufficio marchi e brevetti degli Stati Uniti) per un “Terminale mobile e metodo di controllo per il terminale mobile”. Il brevetto descrive una fotocamera per smartphone LG con 16 fotocamere impostate in una configurazione a matrice.

Gli obiettivi sono posizionati seguendo una speciale curvatura all’interno della matrice, in modo che questi possano realizzare fotografie da più punti di vista. Ci sono diversi scenari possibili. Ad esempio, l’utente può scegliere quale obiettivo utilizzare per scattare una foto.

LG brevetta uno smartphone con 16 fotocamere

Foto in trasformazione

Chiaramente, è possibile scattare una foto con più obiettivi contemporaneamente e scegliere la migliore foto di una serie, ma è anche possibile combinare le foto scattate contemporaneamente con obiettivi diversi in un’immagine in movimento.

Una parte della foto può quindi essere ritagliata, per sostituire questa parte con un’immagine catturata da un altro obiettivo. È anche possibile combinare diverse parti di diverse foto insieme. Ad esempio si può selezionare il viso di una persona o un oggetto, e trasformarla come meglio si desidera.

Quando viene selezionato un viso, viene abilitata anche la funzione di riconoscimento facciale. Successivamente, viene effettuata una ricerca nella memoria dello smartphone per capire se un viso simile (o meglio, uguale) è già stata registrato. Quindi è possibile sostituire il viso di una foto con quello di un’altra.

LG brevetta uno smartphone con 16 fotocamere

Specchio per il selfie

Sul retro di questo smartphone LG sono posizionati, all’esterno della fotocamera, un flash e uno “specchio”. Lo specchio funziona con la fotocamera posteriore per consentire all’utente di fotografarsi in modalità autoritratto (selfie). Sfortunatamente, il brevetto non entra nei particolari di questa funzione.

Come spesso accade la fotocamera principale offre una migliore qualità dell’immagine rispetto alla fotocamera frontale. La fotocamera frontale viene comunque mantenuta perché in alcuni casi è utile, come ad esempio per avere dimensioni dei file immagine non molto grandi da condividere via chat o sui vari social network. Inoltre, rimane indispensabile per le videochiamate.

LG brevetta uno smartphone con 16 fotocamere

Non solo 16 fotocamere

Per inciso, il brevetto descrive anche la possibilità di integrare un touchpad/display nella parte posteriore, anche se non è chiaro come venga integrato, visto che nei progetti non è visibile. Inoltre, “un’unità di uscita audio” è posizionata nella parte posteriore. Questo altoparlante funziona in combinazione con quello anteriore, consentendo la creazione di un suono stereo.

Infine, la descrizione del brevetto afferma che la tecnologia della fotocamera brevettata potrebbe essere applicata anche a uno smartphone con un design completamente diverso, ad esempio uno smartphone pieghevole, e questo fa pensare che LG stia lavorando in questo senso. Certo, tutto questo è solo un brevetto e quindi difficilmente sarà qualcosa che diventerà realtà nel prossimo futuro. Soprattutto considerando che non è possibile saltare da 5 fotocamere (sul Nokia 9 PureView) a 16 in così poco tempo.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest