Accessori Audio portatile Featured home Notizie Personal computing

Lenovo Chromebook Duet

Lenovo Chromebook Duet

Piccolo, versatile e flessibile il Lenovo Chromebook Duet è un dispositivo due in uno che può superare le dieci ore di autonomia

Il Chromebook Duet di Lenovo rientra nel novero dei convertibili, sistemi maggiormente flessibili tablet e tastiera che assieme lo rendono un computer ultra portatile dalle interessanti caratteristiche e prezzo abbordabile. Il modello base del Chromebook Duet dispone di 4 GB di RAM (LPDDR4X) e 64 GB di spazio di archiviazione ma si può arrivare a 128 GB, decisamente meglio quanto a spazio di archiviazione tramite memoria a stato solido.

Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac 2 x 2 e Bluetooth versione 4.2, display IPS Full HD 1920 x 1200 multi-touch a 10 punti e 400 nit, la scheda grafica fa capo all’ARM G72 MP3 da 800 GHz. Dimensioni contenute, l’offerta include la keyboard di dimensioni standard ad alta velocità di risposta, che scollegandola consente l’uso separato come tablet da 25,65 cm (10,1″ pollici formato 16:10 che si avvantaggia in verticale rispetto al più tipico 16:9).

Lenovo Chromebook Duet

Il design con magneti e connettori Pogo a cinque punti ne semplifica collegamento e rimozione: da 7,35 mm e 450 grammi come tablet a 18,2 mm e 920 grammi quando è completo. Certo la restrizione in termini di spazio d’uso a video è lo scotto da pagare per tenere basso l’ingombro, e una volta abituati a tale area di lavoro tornare su un portatile classico con schermo a rapporto 3:2 da 13” pollici la sensazione sarà sicuramente di maggior respiro. Il feedback della tastiera resta dignitoso, con una corsa di circa 1,3 millimetri con cui è inevitabile dover trascorrere un minimo tempo ad abituarsi all’area utile di battitura. In tale ambito non è difficile accorgersi dove Lenovo ha dovuto scendere a compromessi, ovvero sui tasti periferici con elementi anche importanti come tab, backspace ed enter, troppo minuscoli per non trovarsi in difficoltà, specie quando il tempo d’uso è tiranno. Lo stesso vale per il touchpad, con un livello di risposta nella media e qualche difficoltà per trascinamento, punta e clicca dove ci si potrebbe trovare a tamburellarvi sopra più del previsto.

Al Chromebook Duet manca il meccanismo magnetico in due parti utilizzato dal Microsoft Surface Go per mantenere tutto in posizione più stabile, il che significa che la tastiera tende a scivolare quando il laptop è chiuso. Indice di risparmio elevato ed elemento che potrebbe far storcere il naso la presenza di una sola porta USB-C, da impiegarsi per il caricamento della batteria e costringe ed eventuale periferica esterna. In tal senso era preferibile disporre di almeno un secondo terminale per avere maggiore libertà d’azione. Notevole l’autonomia con l’azienda che dichiara dieci ore, ma si può andare ben oltre a seconda delle app e dell’impiego più o meno intenso, livello di luminosità dello schermo compreso.

Lenovo Chromebook Duet

Impiegato solo per navigare in rete con un qualsiasi browser si potrebbe arrivare al giro di boa delle dodici ore. Un traguardo interessante che almeno in parte è comprensibile in funzione del processore economico, ovvero il MediaTek Helio P60T octa-core da 2,0 Ghz e che in termini di consumo energetico resta più parco rispetto ai più costosi e performanti chip Intel. Pratiche anche se basse di risoluzione le due fotocamere, con la frontale da due Megapixel e la posteriore da otto Megapixel. I doppi altoparlanti collocati nella cornice superiore producono un audio bilanciato che da il meglio a volume elevato. Prezzo attuale attorno alle 300 euro. Per ulteriori informazioni: link alla pagina Lenovo. Link alla pagina Amazon.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest