Entertainment Guida 4K/BD/DVD

Labyrinth – Dove tutto è possibile – 30° Anniversario [UHD]

Labyrinth 30° anniversario

Oltre tre ore di extra, video restaurato dal negativo originale e audio inglese Dolby Atmos. Fin qui tutto bene, ma che dire della traccia italiana Dolby Digital 5.1 al posto del Dolby True HD 5.1 del Blu-ray del 2009?

Sarah è un’adolescente sognatrice, che ancora si circonda di orsacchiotti e buffi personaggi di peluche. Una sera in cui i suoi genitori escono per qualche ora lasciandola sola con Toby, il fratellino di pochi mesi, questi stenta ad addormentarsi e piange: innervosita, la ragazzina invoca Jareth, il signore degli gnomi, affinché se lo porti con sé nel suo castello. E Toby scompare davvero. Sarah impaurita decide di andarselo a riprendere, affrontando insoliti, pericolosi e difficili ostacoli di ogni genere, per ritrovarlo finalmente presso Jareth “al di là della città di Goblin”.

Labyrinth è un piccolo classico del fantasy per ragazzi degli anni ’80 che rivisto oggi (e nonostante una Jennifer Connelly al limite dello spaesato) continua a divertire e a incantare, grazie soprattutto alle invenzioni scenografiche ed effettistiche di Jim Henson e a un David Bowie di rara efficacia. All’epoca fu però un mezzo flop, nonostante sia stato riscoperto e rivalutato negli anni. Per chi scrive, il film è una spanna sotto The Dark Crystal, Nel fantastico mondo di Oz e La storia infinita, ma un bel 7 se lo merita tutto.

Labyrinth - Dove tutto è possibile - 30° Anniversario [UHD]

VIDEO

Quando si dice la bellezza dei 35 mm. Abituati ormai a vedere film girati in digitale, riscoprire una pellicola di 30 anni fa restaurata e riportata a nuova vita con un transfer dal negativo originale a un master 4K è sempre un’emozione. Labyrinth, ricordando anche le edizioni in DVD (con tanto di Superbit americano dalla colorimetria discutibile), non si è mai visto così bene. Colori caldi, pieni e pastosi, luminosità perfetta (e non sparata come su DVD), granulosità della pellicola quasi adorabile e comunque mai eccessiva e una definizione che lascia intravedere un piccolo step in più rispetto al già ottimo Blu-ray.

Certo, poi ci sono anche le flessioni dove il quadro si fa meno incisivo anche a causa degli effetti speciali dell’epoca, senza poi contare una scena generalmente soffice e poco tagliente dovuta alla fotografia originale. Ritrovarsi però un film del 1986 in queste vesti non può che farci piacere e, seppur lontano dal dettaglio e dalla nitidezza dei film più recenti, Labyrinth in 4K non può che meritare una valutazione molto alta.

Labyrinth - Dove tutto è possibile - 30° Anniversario [UHD]

AUDIO

Qui si sfiora veramente il colmo. Il Blu-ray del 2009 di Labyrinth conteneva una traccia italiana e una inglese in Dolby True HD 5.1, ma su questo Ultra HD Blu-ray la versione italiana è presentata in Dolby Digital 5.1 a 640 Kbps, che diventa addirittura a 384 Kbps sul nuovo Blu-ray presente nella confezione. Insomma, un downgrade su tutti i fronti e spiace davvero, anche perché si sta parlando di un’edizione per il trentesimo anniversario del film. Fatto sta che ora l’inglese è passato al Dolby Atmos (da noi provato in configurazione 5.1.4) e i risultati, seppur non travolgenti visti i decenni trascorsi, non sono affatto male.

Labyrinth - Dove tutto è possibile - 30° Anniversario [UHD]

Anzi, tra le canzoni, l’ambienza nelle scene più concitate e qualche corposo ingresso del sub, il nuovo mix dona al film una piccola carica in più rispetto al Dolby True HD di sette anni fa e anche per merito dei dialoghi sempre ben centrati e di un livello di registrazione adeguato, si ascolta il film con estremo piacere. Meno convincente la traccia italiana, che però non si discosta poi tantissimo da quella inglese. Certo, il nostro soundstage è più ristretto, le voci un po’ più piccole e inscatolate e la separazione tra i due fronti non così efficace, ma tutto sommato ci si può accontentare, sebbene a un confronto diretto il Dolby True HD 5.1 del vecchio Blu-ray vanti ancora una marcia in più.

Labyrinth - Dove tutto è possibile - 30° Anniversario [UHD]

EXTRA

Davvero tantissimi gli extra di questa edizione, tutti ospitati sul Blu-ray con l’unica eccezione del commento al film di Brian Froud presente, sottotitolato anche in italiano, sull’Ultra HD Blu-ray. Della precedente edizione del 2009 ritroviamo i tre lunghi speciali sulla realizzazione del film con video in SD (113’), una modalità di visione PiP e alcuni trailer. Sono però presenti anche quattro nuovi contenuti per un totale di quasi 70 minuti di durata, ovvero un ricordo del film, un ritratto di Jim Henson, un breve speciale su David Bowie e il suo personaggio nel film e un incontro con alcuni membri del cast tecnico-artistico che discutono del film e della sua realizzazione.

Labyrinth - Dove tutto è possibile - 30° Anniversario [UHD]

UHD vs Blu-ray

Se le differenze a livello video non sono delle più marcate, pur lasciando intravedere un discreto upgrade a livello di dettaglio, il comparto audio è sostanzialmente identico per le due tracce italiane. Certo che ritrovarsi con un Dolby Digital 5.1 da DVD rispetto al Dolby True HD 5.1 del Blu-ray del 2009 è un bello smacco (e per fortuna che la fascetta, che indicava Dolby stereo per l’italiano, si è rivelata errata).

Labyrinth [UHD]
7.5 Recensione
Pro
Video caldo e pastoso
Sezione extra eccellente
Contro
Dov’è finito il Dolby True HD 5.1 italiano del Blu-ray del 2009?
Riepilogo
Prodotto da: Sony Pictures
Distribuito da: Universal
Durata: 101'
Anno di produzione: 1986
Genere: fantastico
Regia: Jim Henson
Interpreti: David Bowie, Jennifer Connelly, Toby Froud, Shelley Thompson
------
Supporto: UHD-66 + BD 50
Aspect Ratio: 2.35:1
Codifica Video: 2160p HEVC
Audio: inglese Dolby Atmos
italiano, fra, gia, fra, ted, pol, por, russ, spa, ung Dolby Digital 5.1 (640 kbps)
Sottotitoli: ita, ing per non udenti & altri
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF

TESTATO CON: TV Samsung UE55KS7000U, UHD player Samsung UBD-K8500

UHD Blu-ray disponibile su dvd-store.it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest