UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Entertainment Guida 4K/BD/DVD Notizie

King Arthur e il potere della traccia lossless

King Arthur

King Arthur, il recentissimo kolossal avventuroso di Guy Ritchie, sarà disponibile dal 6 settembre. Come previsto per i suoi film più prestigiosi, Warner inserirà la traccia audio lossless per l’italiano.

Dopo l’ottimo riscontro avuto con Animali Fantastici e dove trovarli e la recente edizione di Kong Skull Island, è ora il momento di dare un’occhiata alla prossima edizione “di rilievo” prevista dal catalogo Warner. Non si dovrà attendere molto, infatti King Arthur il potere della spada è già previsto in uscita il 6 di settembre, subito dopo le vacanze estive, con una serie di edizioni digitali che includono il Dvd classico, il Blu-ray, il Blu-ray 3D e, dulcis in fundo, il Blu-ray Ultra HD.

King Arthur e il potere della traccia lossless

Il film è transitato nei cinema solo pochi mesi fa, facendosi apprezzare per una colonna sonora decisamente “rock” e per uno stile narrativo e visivoanticonvenzionale“. Non per nulla il regista è Guy Ritchie, già artefice della reinvenzione “attualistica” di un mostro sacro come Sherlock Holmes. Così facendo, Ritchie è riuscito a donare al suo re Artù un’inedita sfumatura “popolare”, sottraendolo del tutto al classico cammino dell’eroe, imponendogli piuttosto un percorso fatto di truffe ed inganni, con in palio come premio finale la possibilità di vendicarsi del malvagio zio Vortigern.

In definitiva un film più che riuscito, con una ben dosata miscela di dramma (quasi metropolitano verrebbe da dire) e tragedia classica (evidenti i richiami all’Amleto shakespiriano), che trova i suoi epigoni nelle interpretazioni di Charlie Hunnam (Artù) e di Jude Law (il corrotto e viscido zio usurpatore).

King Arthur e il potere della traccia lossless

Le caratteristiche tecniche complete saranno rese note più avanti, nel frattempo possiamo già anticipare che King Arthur fa parte del set di “edizioni di rilievo” per cui Warner ha stabilito l’inserimento di una traccia lossless per il nostro idioma, quasi sicuramente un DTS-HD Master Audio, come già avvenuto per i suoi due predecessori. Il film non poteva essere più azzeccato tra l’altro, stante l’elevata musicalità e l’ottimo sonoro di cui abbiamo potuto godere durante la visione in sala.

Come sempre, non mancheremo di informarvi non appena tutti i dettagli tecnici verranno resi noti.

King Arthur e il potere della traccia lossless

Author: Federico Brighi


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest